Formica Nera

Informazioni generali sulla formica nera

La formica nera, chiamata in latino Lasius interjectus, è un insetto di piccole dimensioni, notevole soprattutto per la complessità e l’organizzazione della sua vita sociale.

Le regine misurano all’incirca 8 mm, mentre le operaie, di colore giallo, sono lunghe approssimativamente 4 mm e, quando schiacciate, emettono un forte odore simile a quello del limone, da cui deriva il loro soprannome di formiche citronella.

In alcune parti del mondo, sono conosciute come formiche dell’umidità, a causa dei luoghi scelti per la nidificazione.

Luoghi di nidificazione

La formica nera nidifica nel suolo, nelle cavità dei tronchi d’albero, sotto le pietre, nel legno di alberi deperiti. Dentro casa, l’ambiente favorevole alle formiche nere è costituito dalle aree molto umide.

Spesso nidificano nel legno già danneggiato dai funghi o dalle termiti. Quando le formiche citronella invadono casa, può essere segno di un problema di umidità. In questo caso, provare a risolvere il problema di umidità è doveroso.

Una volta costruitosi un ambiente favorevole, la regina comincia a deporre le prime uova (nutrendosi, in taluni casi, con parte di esse) e provvede alla custodia e al nutrimento delle larve che ne escono.

Condizioni di temperatura e di umidità costanti sono un requisito essenziale per lo sviluppo delle larve: poiché anche all’interno del nido questi fattori subiscono leggere variazioni, le operaie rimediano all’inconveniente trasportando di continuo le larve, delicatamente strette tra le mandibole, in quelle zone che, di volta in volta, presentano una temperatura e un’umidità appropriate.

Dentro il nido, la regina produce nuove operaie e, periodicamente, maschi e femmine alati. Questi insetti sciamano via dal nido per accoppiarsi. I maschi periscono subito dopo l’accoppiamento, mentre le femmine sono destinate a fondare nuove colonie.

Alimentazione della formica nera

È fuori dal nido che le formiche nere svolgono la maggior mole di lavoro: esse, infatti, percorrono spesso distanze considerevoli alla ricerca di alimenti, che poi trascinano al nido per lunghi tratti.
Le occupazioni delle formiche citronella non si limitano però ad attività di caccia e di raccolta; questi insetti, infatti, molto prima dell’uomo, hanno scoperto l’utilità dell’allevamento.

Le loro “mandrie” sono quasi sempre composte da piccoli parassiti come gli afidi e le cocciniglie che, a loro volta, traggono grandi vantaggi dalla protezione delle formiche. Accarezzando gli afidi con le antenne, le formiche stimolano la secrezione di una sostanza zuccherina, detta mielata, di cui sono ghiotte e che costituisce un’importantissima componente della loro alimentazione. Questa protezione che le formiche accordano ad afidi e cocciniglie, le rende dannose per le piante.

Segni di infestazione da formica nera

Con la loro invadenza, le formiche nere si rendono moleste, diffondendosi nelle abitazioni umane, attratte soprattutto dalle derrate alimentari che vi sono conservate. L’infestazione da parte di questo piccolo insetto è tale che, in alcuni casi, gli edifici presi di mira necessitano di accurati interventi di disinfestazione.

Formiche operaie ed esemplari alati fertili sono i segni più probabili di un’infestazione da citronella in atto. Un altro possibile segno possono essere i tumuli di terra che la formica nera genera quando scava le gallerie nel terreno.

Le formiche Lasius diventano spesso fastidiose quando gli individui dotati di ali lasciano le colonie per i loro voli di accoppiamento. Quelle che emergono attraverso una crepa nel muro possono essere una vera scocciatura per i padroni di casa. Il modo più efficace per eliminarle velocemente consiste nel rimuoverle con un’aspirapolvere.

Disinfestazione contro le formiche nere

Per liberarsi definitivamente dalle formiche nere bisogna innanzitutto eliminare i fattori che ne favoriscono l’infestazione, come perdite d’acqua, residui di cibo e crepe nel muro. Successivamente occorre intervenire con l’utilizzo di prodotti chimici professionali, sotto forma liquida, di polvere secca, o per mezzo di esche.

I prodotti chimici, per questioni di sicurezza, devono essere applicati da persone esperte, che sappiano agire nel rispetto della salute delle persone e della salvaguardia dell’ambiente. Pertanto, in caso di infestazione da formiche nere, la soluzione ideale è quella di rivolgersi ad una ditta di disinfestazioni specializzata.