Pulci del Gatto

Come si riproducono le pulci del gatto

Le pulci del gatto, nome scientifico Ctenocephalides felis, sono i parassiti più diffusi e prolifici che infestano il pelo del gatto.
I mesi caldi sono il momento proficuo per la proliferazione delle pulci. La pulce femmina del gatto può arrivare a deporre anche oltre venti uova al giorno per un mese di seguito, ma se ci sono i fattori favorevoli come tassi di umidità alti, temperature elevate e scarsa pulizia dell’ambiente il loro ciclo di vita può essere molto più lungo e durare anche nel periodo invernale.

Le uova di pulce deposte sul pelo dell’animale cadono anche a terra e vi rimangono pochi giorni fino alla schiusa delle larve, che inizialmente crescono trasformandosi in pupe all’interno di un bozzolo di seta da loro formato e dentro cui rimangono per circa dieci giorni fino al momento in cui diventano adulte.

Le larve delle pulci prediligono ambienti umidi e bui come le cucce, lettiere ma anche tappeti o divani e in queste zone si nutrono degli escrementi delle larve adulte, di altri detriti e residui organici che servono anche a mimetizzare il bozzolo.
Nello stadio adulto le pulci, che sono parassiti ematofagi, riescono a salire sul pelo dell’animale domestico e nutrendosi del suo sangue danno vita a un nuovo ciclo vitale.

Come riconoscere le pulci del gatto

Se si hanno dei gatti in casa la probabilità di avere le pulci è molta alta ed è importante saperle riconoscere.
Le pulci del gatto si possono individuare senza particolari difficoltà anche se sono di dimensioni millimetriche.
Questi parassiti hanno il corpo lucido di colore marrone scuro rossastro. Non sono provviste di ali, ma possono spostarsi con agilità nel pelo dell’animale grazie al loro corpo appiattito e grazie alle sei zampe lunghe più del loro corpo possono compiere dei salti molto ampi.

L’apparato boccale delle pulci è come un tubo che gli permette la suzione del sangue. Il gatto può dare indizi della presenza di questi parassiti ad esempio grattandosi eccessivamente. Sarà necessario controllare se ci sono chiazze di peli mancanti sul suo corpo e sollevare il pelo per vedere se sulla cute sono presenti irritazioni. Se si trovano piccoli ovali bianchi, questi possono essere le uova di pulce rimaste sul pelo dell’animale, mentre piccole particelle scure possono essere gli scarti delle pulci.

Danni arrecati agli animali e all’uomo dalle pulci

Le pulci del gatto possono essere fattore di molte infezioni e parassitosi del gatto, per altri animali domestici e anche per l’uomo.

Il gatto attaccato dalle pulci tende a grattarsi frequentemente procurandosi escoriazioni sul collo e sul dorso e lavandosi in continuazione estende l’infezione. Se non curata l’infestazione può provocare all’animale anche l’anemia.

Quando le pulci mordono l’uomo mirano per lo più alle gambe e ai piedi provocando pruriginosi puntini rossi circondati da chiazze rosse, che possono anche dar luogo a eritemi, dermatiti ed edemi. I morsi della pulce sono riconoscibili per essere piatti e multipli in due tre morsi ravvicinati su una stessa linea.

Le pulci del gatto sono un forte vettore di agenti patogeni e possono causare con la loro saliva sia reazioni allergiche all’animale e all’uomo sia infezioni serie come la tenia (Dipylidium caninum), il batterio responsabile della malattia da graffio di gatto (Bartonella henselae) e sono portatrici anche di malattie molto gravi come il tifo murino, la tularemìa e anche la peste bubbonica.

Rimedi per eliminare le pulci del gatto

Le pulci del gatto sono parassiti difficili da eliminare e data la loro facile proliferazione è necessario spesso ricorrere a disinfestazioni con trattamenti chimici.

Si può cercare di prevenire la presenza di pulci con una serie di accorgimenti come pulire accuratamente la cuccia dell’animale domestico e tutti i posti dove usa riposarsi e giocare. Utilizzare l’aspirapolvere per la cesta, i divani, cuscini e tappetti per aspirare eventuali uova,larve e le pulci adulte.

Si può poi ricorrere a diversi rimedi non invasivi e naturali, ma se nonostante l’attenzione si è in presenza di una forte infestazione di pulci è necessario ricorrere a trattamenti specifici.

Per il gatto ci si rivolge al veterinario per i prodotti trattanti come lozioni repellentiantiparassitari. Per gli ambienti ci sono prodotti adatti per gli spazi interni della casa, per i tessuti e per le cucce dove riposano gli animali domestici. Sono soluzioni a più bassa tossicità, come polveri o spray, che non ledono alla salute.

Per spazi più ampi e giardini ci sono formulazioni più potenti, a più alta tossicità e a più ampio spettro, che agiscono sia come antilarvali sia contro pulci adulte e rimangono attivi per diverse settimane contrastando anche la presenza di altri parassiti. In questi casi di forti infestazioni di pulci sarà conveniente contattare aziende specializzate nella disinfestazione.