Segni di un’infestazione da cimici dei letti

Foto di una cimice dei lettiLe cimici dei letti sono piccoli insetti infestanti che si annidano all’interno dei tessuti; in particolar modo, esse trovano un habitat loro congeniale nei materassi e nei cuscini di letti e divani, dove possono addirittura arrivare a deporre le loro uova, che, facilitate dal calore e dall’umidità interna dei tessuti, in poco tempo arriveranno a schiudersi, incrementando così la popolazione di insetti nocivi che popolano gli ambienti della nostra abitazione.

Per sapere se anche la nostra casa, e in particolar modo il nostro letto, o quello dei nostri bambini, è infestato da quello fastidioso insetto, è necessario adottare una serie di accorgimenti.
Ovviamente, una volta che scoprirete che il vostro materasso è infestato, dovrete subito correre ai ripari effettuando una scrupolosa disinfestazione, al fine di non incorrere in veri e propri rischi per la vostra salute e quella dei vostri cari.

In particolar modo, infatti, gli escrementi e i residui organici che questi animali depositano sui nostri cuscini e sui nostri materassi, possono provocare irritazioni a carico della pelle o dei bronchi, sfociando talvolta in vere e proprie allergie, soprattutto nei soggetti più deboli, come bambini e neonati.
Vediamo, dunque, insieme come fare ad individuare i segni di un’infestazione da cimici dei letti.

Controllare da cima a fondo ogni componente del vostro letto

La prima cosa da fare, per scoprire se il vostro letto è infestato dalle cimici dei letti, è di controllare ogni parte in modo approfondito per vedere se non presenti cimici o larve: procedete, per tanto, con l’esaminare prima le componenti non a vista (vale a dire il retro della testata e la parte sottostante); successivamente, occupatevi della rete e delle doghe se il letto ne è provvisto; infine, esaminate con cura il materasso, sia all’esterno che all’interno.

Se il vostro letto ha delle componenti aggiuntive, come vani o cassetti, anche questi dovranno essere esaminati con cura per escludere la presenza delle cimici.
Ricordatevi, naturalmente, di esaminare tutte le fessure del letto, compresi i punti di congiunzione della rete e le intercapedini della testata e di tutto il telaio del letto.
Se la testata del letto fosse imbottita, dovrete ovviamente provvedere a rimuovere l’imbottitura per vedere bene cosa c’è sotto.

Esaminare costantemente la biancheria da letto

Segni delle cimici dei letti sulle lenzuola (escrementi)Un altro consiglio molto utile per scovare la presenza di questi fastidiosi insetti e provvedere quindi con la disinfestazione, consiste nell’esaminare con una certa frequenza la biancheria del letto: coperte, piumoni, lenzuola, federe e naturalmente i cuscini poggiatesta ed eventuali altri accessori che utilizzate per il vostro letto, quali copriletto e cuscini decorativi.
Se vi state chiedendo che cosa esattamente dovete cercare, attenetevi alle seguenti indicazioni: anche se non è molto semplice trovare una cimice del letto in quanto, essendo molto veloce , essa tenderà a scappare e nascondersi ogni volta che si renderà conto del pericolo, è tuttavia relativamente semplice rintracciare i segni della sua presenza in un’abitazione.

Le cimici dei letti, infatti, depositano su materassi e tessuti i residui dei loro pasti nonché i loro escrementi, che assomigliano a dei puntini neri visibili anche ad occhio nudo. Nelle parti più nascoste, come ad esempio all’interno di imbottiture e materassi, potreste anche rinvenire le larve, che come l’insetto adulto sono di colore marrone. Anche se le cimici dei letti amano il tessuto, in quanto si nutrono dei residui di pelle in esso intrappolato, non è escluso che possono annidarsi e depositare le loro larve anche nel legno, quindi sarà opportuno verificare bene eventuali segni della loro presenza anche nei comodini, negli armadi e nei comò che circondato il letto.

Adottare dei metodi per cogliere di sorpresa le cimici e scoprire dove si annidano

Escrementi di cimici dei letti su un materassoAi fini di una più efficace disinfestazione, è necessario scoprire dove esattamente si annidano le cimici e dove più frequentemente vanno a deporre le loro uova. Questo, infatti, consente di intraprendere delle misure disinfestanti più mirate e risolutive, rispetto invece ad azioni che riguardino l’intera casa e le parti annesse (garage, cantina, terrazzo, giardino).
Per individuare, quindi, tutte le aree della casa dove si annidano questi pericolosi insetti, dovrete giocare d’astuzia; dato che, difficilmente, le cimici dei letti escono allo scoperto quanto c’è luce, qualora abbiate il sospetto che i vostri ambienti sono infestati, i vostri appostamenti dovranno svolgersi prevalentemente di notte, o comunque mantenendo le luci spente.

In tal caso, dovrete muovervi per le stanze con una piccola torcia, cercando di individuare cimici uscite dal loro rifugio alla ricerca di cibo; appena ne vedete una, cercate di non spaventarla ma di seguire i suoi spostamenti per individuare i punti in cui va a nascondersi e dove va a trasferire il cibo. E’ molto probabile, infatti, che in questi punti si trovi il nido in cui probabilmente sono presenti le uova o le larve già schiuse.

Infestazione cimici dei letti ad uno stadio avanzatoUn altro metodo che potreste utilizzare per scoprire dove si annidano prevalentemente le cimici consiste nel mettere delle esche, vale a dire delle cartine in cui sono stati spruzzati degli ormoni in grado di attirare certi tipi di insetti e di intrappolarli in un liquido vischioso. In questo modo non solo avrete la conferma che la vostra casa è infestata, ma, vedendo in quali punti della casa le esche funzionano di più, capirete meglio quali sono le stanze in cui le cimici sono più presenti.

Controllate, infine, anche le zone umide, tipo il retro di tubi e rubinetti, e le aree in cui si trovano gli alimenti, come ad esempio la cucina e la dispensa, perché, oltre ai letti, le cimici possono infestare questo tipo di ambienti, attratte dall’umidità e dal cibo.