Serramento

Il Serramento comprende sia la parte mobile sia la parte fissa di porte e di finestre che servono per chiudere e rifinire i vani. Esistono molti materiali che si prestano per la realizzazione di questi manufatti e prevalentemente essi sono: legno, alluminio, legno-alluminio, PVC e ferro. Tutti i materiali hanno caratteristiche di resistenza meccaniche e di conducibilità termica diversi e il successo nella scelta del loro impiego dipende anche da queste peculiarità.  

I prodotti, i materiali e le tecnologie di cui oggi il FABBRO dispone permettono di costruire serramenti anche in ferro i quali possono rispondere adeguatamente alle necessità di isolamento e di estetica oltre che al giusto grado di protezione ed anti intrusione. Il FABBRO quando realizza un serramento in ferro, pur garantendo una elevata resistenza, può offrire un manufatto di limitato impatto dimensionale a vantaggio conseguentemente della penetrazione luminosa negli ambienti da esso protetto.

Principalmente comunque quando ci si riferisce a un serramento in ferro, con qualche eccezione, l’idea è che ci riferiamo alle persiane blindate le quali spesso sono usate per la loro classicità non solo con un ruolo di antieffrazione ma anche di rispetto dei vincoli paesaggistici. L’utente finale probabilmente sarà informato dal FABBRO che dal punto di vista economico la persiana corazzata può essere vantaggiosa nel tempo perchè primariamente risolve il problema della manutenzione e/o sostituzione di quelle già esistenti probabilmente di legno.

Tuttavia la persiana blindata presenta degli inconvenienti dettati dalla struttura e dall’uso stesso che se ne fa, essa non permette infatti di usufruire della luce diurna se si vuole mantenere il grado di sicurezza che essa può offre solo se resta chiusa. Il FABBRO saprà consigliare, se non ci sono obblighi provenienti da vincoli paesaggistici, in suo luogo l’inferriata fissa altrimenti l’inferriata estensibile.

Per quanto riguarda la resistenza alla ruggine ed alla corrosione di questi prodotti in ferro si possono usare le stesse tecniche già citate ossia la zincatura a caldo come protezione di base e/o la verniciatura a polveri e la verniciatura epossidica.