Gli impianti e le attrezzature antincendio necessitano di una corretta gestione e manutenzione.
Per gestione si intende l’insieme delle operazioni, a carico del titolare dell’impresa e dei suoi predisposti, atta a garantire nel tempo un sufficiente grado di affidabilità che assicuri la corretta funzionalità in caso d’incendio

La frequenza degli interventi di manutenzione è stata stabilita dal D.P.R. n°547 del 27 Aprile 1955 (art.34/c) che ha indicato in 6 mesi il tempo massimo di decorrenza tra un intervento e quello successivo.
Il contenuto degli interventi è stabilito in alcuni casi da norme emanate dall’UNI (Ente Italiano Unificazione), in altri casi si fa riferimento alle indicazioni delle case costruttrici ed all’esperienza.

– Estintori
– Rete idrica antincendio
– Impianti di rivelazione
– Impianti di spegnimento automatico
– Impianti a pioggia/Sprinkler