Sicurezza luoghi di lavoro uffici

In questi ultimi anni una concezione più moderna della medicina e della sicurezza sul lavoro ha portato l’attenzione sulle patologie e sulle situazioni di malessere che con maggiore frequenza colpiscono anche coloro che lavorano negli uffici. Anche nell’attività di ufficio riconoscibili in maggiore o minore concentrazione, fattori di nocività diversi dotati di potenzialità lesiva sull’organismo umano. Una cattiva informazione in merito contribuisce senz’altro al proliferare di alcune errate convinzioni o a sottovalutare pericoli realmente esistenti.

I pericoli negli ambienti di lavoro ad uso ufficio possono essere divisi in grandi categorie quali:

  • pericoli per la sicurezza: dovuti a cause infortunistiche provocate da strutture, macchine, impianti, attrezzature, sostanze pericolose, incendio, ecc.
  • pericoli per la salute: dovuti a rischi di natura igienico ambientale quali agenti chimici, fisici e biologici

COMPONENTI DA ARREDO

Arredare significa organizzare lo spazio scegliendo i mobili in funzione dell’utilità e distribuirli nella posizione più opportuna, prevedendo le esigenze di movimento e e garantendo l’uso senza intralci e senza compiere sforzi inutili.

Tutti i componenti di arredo devono essere scelti secondo la vigente normativa UNI a cui fare riferimento per le specifiche tecniche: gli arredi devono essere commercializzati accompagnati dalla certificazione CE rilasciata dal fabbricante.

I mobili devono essere mantenuti puliti e in buone condizioni, senza difetti o schegge. Si deve verificare l’assenza di spigoli vivi e parti sporgenti e/o taglienti e variare la disposizione degli arredi in funzione dell’illuminazione, di eventuali ostacoli pericolosi(es. quadri elettrici) e verificare la collocazione dei classificatori, armadi cassetti di scrivanie e schedari che potrebbero essere causa di urto o inciampo. Si deve verificare la facilità dell’alimentazione elettrica delle attrezzature necessarie sul piano di lavoro, evitando attraversamenti di fili elettrici volanti.

Tra i rischi elenchiamo:

  • urti contro ante di armadi e cassetti
  • caduta di materiale disposto in modo disordinato sui ripiani o sulle mensole
  • cadute di materiale per utilizzo improprio di sedie o di ripiani di scaffali
  • ribaltamento di scaffalature non opportunamente fissate al muro
  • cadute per urti contro attrezzature mal posizionate o scivolamento su superfici bagnate non segnalate
  • rilascio di formaldeide dagli arredi

cos’è la FORMALDEIDE?

La formaldeide è un gas incolore volatile e solubile in acqua dall’odore forte e pungente ampiamente utilizzata nella produzione di pannelli. A causa di fenomeni chimici, ciamati di idrolisi, la formaldeide viene liberata dalla resina di cui è composto il pannello e rilasciata nell’aria nel corso degli anni con conseguenze dannose per la salute umana.