Felce

Felce ArboreaQuesta vistosa pianta di aspetto tropicale non è poi così difficile da coltivare o esigente come ci si potrebbe aspettare. Il suo fusto è composto dalle radici fibrose strettamente ammassate e dai resti delle vecchie foglie. In natura, la felce arborea si innalza fino a 6-9 m, producendo ogni estate una nuova generazione di fronde che raggiungono persino 3 m di lunghezza; esige quindi molto spazio e in giardino in realtà si coltiva soltanto la sezione finale del "tronco" e la sua bella chioma.

I fortunati che possiedono un giardino protetto in una regione a clima mite potranno metterla a dimora in piena terra, dove vivrà felicemente tutto l’anno; nelle zone più fredde è meglio coltivarla in grandi vasi o mastelli da trasferire in ambiente protetto durante l’inverno.

POSIZIONE

Gli esemplari coltivati in piena terra o in vaso prosperano alla luce filtrata dagli alberi vicini. Infatti, benché queste felci tollerino un po’ di sole diretto, nelle ore più calde della giornata hanno bisogno dell’ombra. Il terreno deve essere acido e dotato di buona ritenzione idrica.

PIANTAGIONE

Felce ArboreaSi esegue durante la ripresa primaverile o all’inizio dell’estate integrando composta matura, letame o terriccio di foglie in buche larghe e profonde il doppio della zolla della radice per le piante in vaso, oppure della stessa larghezza ma di profondità tale da seppellire per 15 cm la sezione di "tronco" eventualmente acquistata. L’apice, cioè l’estremità coperta da una fitta peluria, va tenuto in alto. La terra va infine compattata e innaffiata, assieme alla corona e al "tronco".

CONCIMAZIONE

Nutrite ogni settimana le piante coltivate in vaso con un concime ricco di azoto.

IL PRIMO ANNO

Felce ArboreaVersate acqua nella corona e irrorate quotidianamente i "tronchi" nei mesi estivi.

ASSOCIAZIONI CONSIGLIATE

Le felci arboree sono partner ideali di altre piante esotiche caratterizzate da foglie vistose come Gunnera manicata, banano (Musa) e varie palme (per esempio Trachycarpus fortunei).

CONSIGLI

Le felci arboree in commercio sono dotate di una speciale etichetta in cui si attesta che non provengono da ambienti protetti in Australia o in Nuova Zelanda. Non acquistate esemplari privi di questa documentazione.

Prima dell’acquisto, valutate l’altezza e la larghezza delle fronde nel pieno del loro sviluppo; devono essere ovviamente proporzionate all’ampiezza dello spazio disponibile nel vostro giardino.