Vai al contenuto

Smaltimento residui edili

La normativa sullo smaltimento dei calcinacci prodotti dai vari lavori edili, è una delle poche normative dedicate al riciclaggio e alla trasformazione di un prodotto da smaltimento in un prodotto riutilizzabile, per questo è molto importante quando si affida l’intero processo dal ritiro allo smaltimento a una sola ditta preposta a tutto.

Il d.m del 5 febbraio del 1998, sancisce che i detriti e calcinacci prodotti da lavorazioni edili,” vadano ripuliti grazie a “fasi meccaniche” e tecnologicamente interconnesse, di macinazione, vagliatura, selezione granulometrica e separazione della frazione metallica e delle frazioni indesiderate per l’ottenimento di frazioni di inerti di natura lapidea e granulometria idonea e selezionata.”

Quindi non solo è un obbligo smaltire i detriti edili e i calcinacci in discariche apposite, ma attraverso il riciclaggio degli stessi , gli stessi cittadini risparmiano riducendo il prezzo d’acquisto dei materiali edili futuri.

Tutelare l’ambiente in cui viviamo è sempre e comunque una notevole fonte di risparmio futuro. Il Consorzio imprendo, oltre a garantire lo smaltimento dai propri cantieri , mette a disposizione dei clienti che ne abbiano necessità la sua flotta mezzi di raccolta di ultima generazione, richiedeteci con fiducia un preventivo.

Indice: Smaltimento residui edili
Richiedi un Preventivo Gratuito

Correlato a: Smaltimento residui edili

Legge igiene 626

Articolo 32 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività

I ragnetti rossi hanno una vista molto acuta che li aiuta a individuare le prede a distanza
Ragnetti Rossi

I ragnetti rossi sono aracnidi appartenenti alla famiglia dei Phidippus, e sono comuni in molte

Pino domestico

Il Pino Domestico è un albero di seconda grandezza alto sino a 20-25 (30) m,

eMail
Chiama