PennisetoLe vistose spighe del penniseto, una grande erba ornamentale che appare al meglio quando ondeggia al minimo soffio di vento, apportano colore e interesse; fioriscono in successione da fine estate al mese di ottobre e, oltre a ornare il giardino, una volta recise sono ideali per comporre mazzi ornamentali freschi o essiccati per la casa.

All’aperto, potete coltivare singoli ciuffi di penniseto tra le altre piante ma, se avete spazio, piantatelo a gruppii gli esemplari, al momento della fioritura, si fonderanno l’uno nell’altro con un effetto davvero spettacolare. Il penniseto fiorisce meglio dopo un’estate calda e umida e predilige le zone climatiche più temperate. I fiori appassiti e il fogliame, che ha il colore della pergamena, sono molto decorativi anche in inverno.

POSIZIONE

Per crescere bene il penniseto richiede il pieno sole, un terreno fertile, ben drenato e, nelle zone più fredde, una pacciamatura protettiva durante l’inverno.

PIANTAGIONE

PennisetoL’estate e l’autunno sono le stagioni migliori per scegliere e piantare la maggior parte delle graminacee che, in quel periodo, di solito sono in fiore. Se le acquistate in primavera, fatelo a fine stagione, così da poter verificare che gli esemplari scelti abbiano un bel fogliame denso. La piantagione è facile: scavate una buca profonda e larga il doppio del vaso e incorporate al terreno composta o letame ben maturo.

Aggiungetene un paio di manciate anche sul fondo della buca, collocate poi il pane di terra nello scavo e controllate che la sua parte superiore sia a livello del terreno. Riempite la buca rincalzando con cura la terra attorno alle radici, compattate bene e bagnate. Se volete formare una macchia vistosa di penniseto, lasciate 60-120 cm di spazio tra una pianta e l’altra.

CONCIMAZIONE

A fine primavera distribuite attorno ai cespi un pugno di concime organico granulare.

IL PRIMO ANNO

PennisetoMantenete sempre umido il terreno attorno alle piante: scavate una conchetta alla loro base e, nei periodi di siccità, riempitela d’acqua più volte la settimana.

ASSOCIAZIONI CONSIGLIATE

Le spighe di fiori bruno-violacei del penniseto si fondono bene con gli ultimi fiori rosa di Nerine bowdenii o con i "gigli" di Amaryllis belladonna.

CONSIGLI

Le intense gelate, specie se prolungate, sono le peggiori nemiche del penniseto. Per isolare le radici (che sono la parte più vulnerabile di questa pianta), a partire da fine autunno distribuite alla base del cespo uno strato di foglie secche, fieno o paglia dello spessore di 10-15 cm.

Fermate il materiale di copertura con mattoni o grosse pietre oppure con alcune tegole che ripareranno il penniseto anche dalla pioggia. Questa pacciamatura invernale va mantenuta fino alla primavera seguente.