CANNONE A VENTAGLIO O PENNELLATORE

I risultati in campo fitoiatrico ottenuti con l’utilizzo di cannoni con getto oscillante o “pennellatori”, hanno fatto sorgere molte perplessità sulla funzionalità di questo metodo. Come già trattato in altre riviste specializzate, l’esperienza avuta in Francia, dove questi “strumenti” di disinfestazione furono introdotti circa 25 anni fa, e dove sono già stati abbandonati completamente, rivela l’inadeguatezza del sistema. Il procedimento infatti, testato nell’arco di diverse stagioni di trattamenti su colture erbacee ed arboree, è risultato essere inadeguato per via dei “vuoti di copertura” lasciati dal getto oscillante, indipendentemente dalle frequenze ed ampiezze delle oscillazioni regolabili in funzione della velocità di avanzamento del veicolo su cui è istallato il cannone. Dal momento che da qualche tempo questo stesso sistema, che ha fallito miseramente in Francia, viene adottato in Italia nel settore della disinfestazione, è solo lecito domandarsi come  possa funzionare da noi senza che si ripresentino le stesse lacune.

Facendo riferimento alla teoria cinematica, come è stato già fatto in altre occasioni da altri, è evidente che l’ oscillazione armonica di un irroratore, che avviene alternativamente su un piano verticale od orizzontale, associata all’avanzamento in linea retta del mezzo su cui è montato l’erogatore con una velocità superiore al passo d’uomo, produce come risultato un deposito irregolare e discontinuo del prodotto disinfettante sul bersaglio (viali alberati, barriere di verde, ecc.) a forma di sinusoide piana (y = seri x), creando quindi un susseguirsi di zone trattate e non con il principio attivo. Da questa analisi “tecnica” si evince che il risultato curativo risulta essere inadeguato stando anche a quanto indicato dal mondo della fitoiatria e dalle citate esperienze transalpine, convalidate peraltro da identiche esperienze avute da altre aziende attive in Italia.

Vedi anche  PERCHE' VINCONO LE ZANZARE

E’ necessario quindi alternare alla metodica con getto oscillante, specie in presenza di particolari interventi, l’utilizzo di un terminale per il cannone con bocca circolare a settore di 70°-90° fornibile anch’esso con il sistema di carica elettrostatica delle microgocce, istallabile con una manovra rapida e semplice. L’uso di questo diffusore alternativo permette di effettuare un getto di prodotto disinfestante con una fascia ad ampiezza regolabile, eseguendo quindi un trattamento perfettamente continuo e uniforme, di gran lunga superiore in quanto a velocità ed efficacia di interventi e, grazie alla carica elettrostatica, con perdite nell’ambiente ridotte quasi a zero.
Un sistema, di conseguenza, ad alta efficacia nel trattamento con anticrittogamici e insetticidi soprattutto nella lotta contro insetti minatori, tignole, cocciniglie, acari, afidi e psillidi.

Pennellatore Cannone a ventaglio