OZIORRINCO

È un insetto parassita dell’ordine dei coleotteri, che si trova in tutto il bacino mediterraneo, raggiunge una lunghezza di circa 6-8 mm, il corpo di colore bruno rilucente, rivestito di setole corte è dotato di un rostro corto e massiccio e le elitre convesse al dorso.

Lo svernamento avviene nel terreno allo stadio di larva, (piccoli bruchi di colore bianco e testa rosso-bruno di 2-5mm) periodo che dura alcuni mesi, durante i quali la larva si nutre delle radici di diverse piante indebolendole. L’adulto compare in primavera a metà del mese di maggio e iniziano a divorare le foglie più dure degli alberi che riesce a masticare grazie all’apparato masticante. L’oziorrinco è un insetto notturno, durante il giorno si nasconde a 10-30cm sotto terra, non è facile individuarlo per la velocità con cui si sposta da una pianta all’altra, se non dai caratteristici morsi a forma semicircolare che lascia sul bordo delle foglie, germogli e gemme.
L’oziorrinco predilige l’olivo ma è dannoso anche per altre specie vegetali.

Danni: l’oziorrinco appartiene alla famiglia dei curculionidi esso provoca danni sia allo stadio larvale durante il quale si ciba delle radici di diverse piante anche orticole ed erbacee, sia durante lo stadio di insetto adulto, ed è durante questo periodo che provoca i maggiori danni, in modo particolare sull’olivo.

Raramente l’oziorrinco può provocare gravi danni alle piante, solo nel caso di attacchi particolarmente gravi la crescita viene rallentata.

Strumenti di lotta: i metodi colturali consistono nel rimuovere il terreno intorno alle piante portando così alla luce i piccoli bruchi bianchi con la testa di colore rosso-bruno lunghi circa dai 2 ai 5mm. Favorire la presenza di nematodi, ricci e toporagni che sono i parassiti naturali di questi insetti. Oppure si possono usare insetticidi naturali come il decotto di ortica o macerato di tabacco, o macerati repellenti a base di aglio o cipolla. I rimedi chimici si avvalgono di insetticidi come il Confidor da utilizzare sulle foglie e nel terreno che eliminano sia le larve che gli adulti, ma solo per il periodo di azione del prodotto.