GIARDINO ETEROGENEO & CIMICI DELLE PIANTE

INFORMAZIONI GENERALI SUGLI INSETTI EMITTERI

Esistono molti rimedi chimici e naturali per eliminare gli insetti nocivi. Alcuni funzionano meglio di altri, ad ogni modo, io sto decretando quelli che funzionano meglio. Molti di questi intrugli possono essere fatti con prodotti prontamente disponibili che possono facilmente essere trovati intorno alla casa oppure acquistati al supermercato oppure al vivaio. È sempre meglio spruzzare sulle piante che sono infettate, in quanto molti spray possono danneggiare la salute delle piante che non sono infette.

Immergere le piante d’appartamento in un secchio pieno d’acqua è un sistema molto noto per sbarazzarsi di molti insetti nocivi. Un bagno dentro acqua saponata pulisce le foglie ed allo stesso tempo ci si sbarazza degli insetti nocivi. Non usare questo sistema sulla saintpaulia o violetta africana, i cactus o le piante che hanno il gambo e le foglie pelosi. Questo sistema funziona particolarmente bene per eliminare gli afidi e gli acari ragno. Assicurarsi che il terreno sia molto sicuro prima di procedere a quest’operazione. Verificare inoltre che il contenitore sia abbastanza grande in modo da non spezzare i gambi.

Le violette africane ed altri tipi di pianta delicata che non tollererà un trattamento spray violento per fare sloggiare gli emitteri e che ha bisogno di essere sistemato dentro una busta di plastica sulla quale è stato spruzzata della lacca per capelli. La pianta ha bisogno di essere rapidamente inserita dentro una busta dopo lo spray, in seguito stretta con un laccio a lasciata riposare per tutta la notte. Questo sistema eliminerà tutti gli emitteri presenti sulle piante d’appartamento.

Se si vuole scacciare gli insetti emitteri dalle piante d’appartamento, provare a spruzzare sopra le piante una soluzione composta da 10 dosi di tè leggero con 1 dose di ammoniaca per la casa. Conservare l’ammoniaca distante dagli animali domestici e dai bambini.

Quando si puliscono le foglie delle piante, provare ad aggiungere qualche goccia di liquido detergente alle foglie.

Se sono presenti degli insetti nocivi sopra le proprie piante d’appartamento no dei sistemi più semplici per sbarazzarsene senza agenti chimici, è quello di sistemare la pianta sotto l’acqua che scorre nel lavandino. La forza dell’acqua laverà via gli afidi, gli acari, le mosche bianche, ed altri parasiti.

Spruzzare della farina fossile (DE) nel piattino sotto le piante per evitare che tutti gli insetti rimangano lì.

Se si sistema una testa d’aglio, appena sotto il vaso di una pianta si elimineranno molti emitteri dalla pianta.

Se si pensa di avere un problema di insetti nocivi sopra una pianta d’appartamento, portare fuori la pianta e spruzzare sopra di essa un forte flusso di acqua. Ad ogni modo, stare attenti a non danneggiare una pianta delicata.

Una varietà di diversi emitteri, sono attratti dagli abiti di diversi colori. Se si indossa il blu, il tripide ti seguirà e le mosche bianche amano il giallo. È meglio indossare degli abiti di colore marrone o verde finché questi colori non sembrano attirare questi insetti.

Se si ha una pianta che è già stata infettata, sistemare la pianta in una busta di plastica e soffiare una discreta quantità di fumo di sigaretta dentro la busta e poi stringerla con un laccio. Questo sistema ucciderà qualsiasi emittero presente nella pianta. Consentirgli di rimanere per tutta la notte nella speranza che la pianta possa sopravvivere al fumo.

GLI AFIDI

Riconoscimento: questi insetti a forma di pera con una lunghezza che varia da un decimo a mezzo pollice, sono anche chiamati pidocchi della pianta e non sono vistosi come le piante che infettano. Possono essere verdi, gialli o neri. Di solito si trovano nella parte di sotto delle foglie con oltre 4000 tipi identificati adesso.

Informazione generale: si possono trovare gli afidi sopra gli arbusti, le piante in vaso, tutte le piante da giardino ed anche gli alberi. Solitamente possono bloccare la crescita, fare appassire, ingiallire ed all’occorrenza anche uccidere la pianta. Essi infilano la loro bocca perforante dentro ilo gambo della pianta o le foglie e procedono a succhiare fuori della pianta la mielata depositata ed anche la linfa, che attira altri insetti. Solitamente gli afidi compaiono durante il periodo autunnale.

Essi tendono a trasmettere un certo numero di malattie e sono un serio problema a molti giardini. Se si usa un fertilizzante con un’alta concentrazione di azoto, si potranno attirare anche più afidi.

Gli insetti benefici che uccideranno gli afidi possono essere usati in un vivaio e si ottengono sistemando delle foglie infestate dagli afidi dentro una busta di plastica, controllando che gli afidi stiano ancora sulle foglie. Entro pochi giorni le larve benefiche emergeranno e possono essere raccolte con la punta di un piccolo pennello, mentre stanno strisciando dentro la busta. A quel punto possono essere rilasciate dentro il vivaio per eliminare il problema degli afidi.

Mescolare un cucchiaio di olio per uso alimentare ed aggiungere 3-4 gocce di sapone Ivory, poi un quarto di acqua e mescolare bene. Mettere il composto dentro una bottiglia spray e spruzzarlo sopra le piante dall’alto in basso e viceversa assicurandosi che la parte inferiore delle foglie sia completamente satura.

La carta moschicida è molto efficace nel proprio giardino per intrappolare gli afidi. Se la si vuole fare da soli, basta usare un pesante blocco di carta e spargerci sopra del Tanglefoot™. Il Tanglefoot™ può essere acquistato in molti vivai.

Esiste un discreto numero di predatori naturali che eliminerà gli afidi. No dei più efficaci è l’afide leone, che è conosciuto anche come mosca Dobson, neurottero crisopide verde o formicaleone. Posono essere acquistati in tutti i vivai, in particolare quelli sulla costa orientale degli Stati Uniti oppure possono essere acquistati tramite posta tradizionale tramite un vivaio. Esse traggono piacere anche dalle cimici farinose, le scale ed amano masticare rumorosamente i tisanotteri come dessert. Parecchi vivai venderanno 1000 uova per circa $10,00.

Portare una pinta di acqua di rubinetto, togliere dalla portata ed aggiungere una buccia di limone grattugiata. Questo composto ha bisogno di stare in ammollo per tutta la notte per rilasciare tutto l’olio d’agrumi. Scolare la miscela e spruzzarla sugli afidi oppure usarlo sopra la soffice setola di un pennello e dipingere la pianta con il composto. Qualsiasi scorza di agrumi può essere usata, ma quella di limone e di limetta sembrano essere in qualche modo più efficaci. I due ingredienti attivi sono il limonene ed il linalolo.

Tritare l’aglio molto finemente, in seguito aggiungere la Tabasco Sauce™ e l’acqua. Lasciare riposare per un’ora prima di scolarlo ed in seguito metterlo in una bottiglia spray. Un cucchiaino di pepe di Caienna può essere sostituita dalla Tabasco Sauce™.

Le coccinelle amano nutrirsi degli afidi e ti assisteranno nel loro controllo in maniera molto efficace.

Un prodotto agrario relativamente nuovo che è stato sviluppato contro le infestazioni di afidi, è chiamato “Sunspray™.” Questo è un olio ortense che soffocherà gli afidi e le loro uova.

Le piante d’acqua da giardino, possono essere attaccate dagli afidi ed i loro liquidi possono essere succhiati via proprio come qualsiasi altra pianta. Uno dei sistemi più semplici per eliminarli è quello di immergere le piante nell’acqua fino a quando si rilasciano ed affogano. Se si hanno dei pesci, ne saranno molto grati per quel trattamento, cosa che di rado hanno. Se si piantano dei finocchi o piante di tabacco nel proprio giardino ciò attirerà i mangiatori di afidi.

Gli afidi soffocheranno se è spruzzato contro di loro dell’olio da cucina. Si può fare uno spruzzatore di olio da cucina aggiungendo un cucchiaino di sapone insetticida e mezzo cucchiaino di olio da cucina ad un quarto di acqua. Si può anche usare uno spray commerciale, come il Pam™.

La radice di manioca è una radice molto efficace, quando è utilizzata nel controllo degli afidi. Si avrà bisogno di sbriciolare la radice per ottenere il succo in seguito da diluire con delle parti uguali di acqua e succo. Spruzzare lungo l’area, affetta dagli afidi immediatamente ed aspettare 15-20 giorni prima di piantare.

Se si ara il proprio giardino durante l’autunno si dovrebbero eliminare le uova degli afidi. In seguito se si piantano alcune piante di menta si dovrebbe riuscire ad eliminare il loro ciclo.

Usare un quarto di tazza di limetta dentro un gallone di acqua calda di rubinetto, aggiungere quattro gocce di sapone liquido e mettere la miscela dentro uno spruzzatore. Un sapone che funziona veramente bene è il Ringer Aphid-Mite Attack Insecticidal Soap™.

Per sbarazzarsi degli afidi, basta mettere in ammollo 15 calendole mature tagliate a cubetti dentro 5 pinte di acqua bollente ed aggiungere la mistura da freddare prima di aggiungere 3 gocce di sapone liquido. Lasciare in ammollo e spruzzare sulle zone colpite ed assicurarsi di spruzzarlo sulle parti di sotto delle foglie.

La prossima volta che si bollono le patate dolci assicurarsi di conservare tutta l’acqua da usare in uno spray per sbarazzarsi degli afidi. Questo funziona molto bene contro gli insetti piccoli come gli afidi e le formiche. Le foglie della pianta di patata dolce possono anche essere scolate dentro l’acqua usata come uno spray molto efficace.

La pianta di tè (cammelia sinensis) può essere usata in maniera molto efficace per combattere gli afidi lanosi. Le foglie contengono molta caffeina e possono essere usate per preparare uno spray. Preparare del tè tramite le foglie e lasciarlo raffreddare e poi mettere il tè in uno spruzzatore e spruzzare contro gli afidi. Il tè tritato, le foglie possono anche essere sistemate intorno alle piante come deterrente.

Se si è un cacciatore di afidi e se ne è individuato uno che è gonfio e sembra di metallo, marrone o nerastro, abbiamo trovato un “mammone.” Questo è un afide che è stato parassitato da una vespa. Non ucciderlo oppure ucciderà la larva della vespa.

Se si piantano delle piante di nasturzio intorno a quelle che sono vulnerabili agli attacchi degli afidi terrà questi ultimi lontani. Le piante d’aglio e di cipolla sono quasi altrettanto buone, ma quelle di nasturzio sembrano essere migliori.

Sistemare delle lastre d’alluminio intorno alle piante che gli afidi amano è un sistema che sembra funzionare molto bene, infatti, tende a tenere lontani un certo numero di insetti a causa del riflesso provocato dal foglio di alluminio, che confonde l’insetto. Questo contribuisce anche nella riduzione delle erbe infestanti ed aiuta il terreno a trattenere l’umidità.

Una soluzione diluita di morbida creta umida ucciderà i morbidi corpi degli afidi.

Siate gentili e strofinate le foglie colpite tra le dita per rimuovere gli afidi. Questo metodo è stato il preferito per centinaia di anni.

INSETTI O ALTRI ANIMALI CHE SCAVANO BUCHI O GALLERIE

Ne esistono due categorie principali; ci sono i bruchi che mangiano le piante e le larve di scarafaggi che attaccano gli alberi. Possono penetrare dentro la pianta o l’albero e procedere a trarne piacere dall’interno, di solito in direzione ascendente. Sono difficili da trovare prima che facciano un grosso danno. Le malattie in molti alberi di solito sono portate da questi insetti, in particolare se si hanno delle piante o degli alberi deboli e denutriti. Questi alberi o piante deboli sono i primi bersagli di questi insetti.

I picchi amano venire dopo questi insetti e trovare loro un pasto allettante. Se gli alberi sono avvolti, ad ogni modo, solitamente si fermano parecchi di questi insetti dal risalire lungo l’albero e trovare un appiglio. Se si può togliere la mistura di gomma e segatura che si lasciano alle spalle, quando stanno scavando un tunnel nell’albero, la cosa migliore è localizzarli e seguirli.

Informazioni generali: la femmina depone le uova sopra un tenero germoglio e la larva che esce dal guscio mangia il midollo dentro la canna. La cima della canna a quel punto s’indebolirà per poi morire. Il controllo migliore è quello di tagliare la parte che si è indebolita bene al di sotto della ferita ed essere sicuri di bruciarlo.

INSETTO CHE SCAVA BUCHI O GALLERIE DENTRO LA VITE PIATTA

Riconoscimento: questa è una falena rossa e nera che ha delle ali chiare ed ha una lunghezza di circa un pollice e mezzo. Le larve sono raggrinzite, bianche con le teste di colore marrone.

Informazioni generali: esistono delle falene che assomigliano a vespe che depongono soltanto un uovo di solito vicino alla base del fusto della pianta. Quando il bruco nasce penetra dentro il fusto oppure dentro lo stelo della foglia ed allora scava un tunnel lungo il tessuto interno, spingendo fuori all’interno del tunnel verso l’entrata, l’immondizia. Solitamente attaccano le zucche ed i cetrioli. Nel caso si nota un improvviso avvizzimento della foglia andare alla ricerca di questi insetti e togliere la foglia oppure la parte della pianta per distruggerlo. Le varietà Baby Blue e Butternut della zucca sono abbastanza resistenti a questi emitteri.

Realizzando un tricogramma si attaccheranno le loro uova per poi ucciderli. Usando un nematode Nc s’infestava la pacciamatura intorno alla base delle piante di verdura per un controllo eccellente. Se si trova un buco provocato da questi insetti, basta iniettare i nematodi Nc all’interno di esso con un contagocce che si usa per i medicinali.

Usare settimanalmente uno spray di Bt appena si notano questi corridori lungo la vite in modo da tenerli lontani.

Preparare un impasto denso con acqua e legno di frassino e spalmarlo sul tronco dell’albero per fermare la scalata di questi insetti.

Questo genere d’insetti odia l’odore di aglio e cipolla. Se si cospargono queste piante in mezzo alle viti, s’intrappoleranno questi insetti.

Una fila di rivestimenti in stoffa (acquistabili nei vivai) sono un ottimo sistema per bloccare le falene dal deporre le uova fino a quando loro sono alla ricerca d un terreno umido.

Provare ad avvolgere la base della pianta con un foglio d’alluminio per fare smettere le falene dal deporre le uova sul fusto della pianta.

Esistono due buoni sistemi per dissuadere questi emitteri. Si possono appendere delle barre di sapone sopra l’albero e quando il sapone comincerà a piovere giù lungo di esso oppure si può spruzzare del sapone liquido per le mani sopra i grossi rami ed il sapone colerà giù lungo l’albero, quando lo s’innaffia.

INSETTO CHE SCAVA BUCHI O GALLERIA LUNGO LA CORONA DELLA PIANTA DI FRAGOLE

La larva fa il danno maggiore in quanto scava lungo la radice della pianta facendola indebolire ed infine morire. Quello adulto è simile ad una blatta di colore marrone con delle macche rosse sopra le ali e si nutre sopra gli steli e le foglie. Le piante di fragola di solito possono difendersi contro la blatta se sono forti ed in buono stato.

Fino a quando le blatte non riescono a volare, sistemando dei nuovi letti a 300 yard di distanza da un letto vecchio dove esiste un problema solitamente elimina il problema.

Se si hanno dei problemi con il rifugio delle cimici anziane sopra le proprie piante, basta spruzzare sopra di esse una soluzione di Lemon Joy® diluito oppure qualsiasi detergente per il lavaggio dei piatti (usarne una oncia per ogni quarto di acqua di rubinetto). Spruzzare sopra alcune foglie all’inizio, per essere sicuri che non si danneggerà la pianta prima di trattarla interamente. Per essere sicuri che ilo Lemon Joy® sia più efficace aggiungere una goccia di olio essenziale di menta alla miscela.

Queste creature che strisciano possono avere fino a 200 paia di zampe e solitamente aiutano ad eliminare il materiale di scarto. Ad ogni modo, sono anche insetti infestanti e possono attaccare le radici e gli steli delle piante in salute, in particolar modo quando hanno bisogno di acqua nel corso di un periodo di siccità. Quando assumono un sapore di linfa dolce, cominceranno a nutrirsi. Sono conosciuti per procurare molti danni ai germinelli.

Se si riescono a portare in superficie, si possono catturare e poi eliminare. Infradiciare la zona con una soluzione di nicotina per condurle in superficie.

FUNGHI/MUFFE

Miscelare due cucchiai di bicarbonato di sodio dentro un quarto di acqua e miscelare bene. Sistemare la miscela dentro una bottiglia spray e spruzzare direttamente sopra i funghi ogni 2-3 giorni se necessario.

Oltre l’85% di tutte le muffe possono essere eliminate usando dell’aceto bianco. Essere sicuri che l’aceto sia almeno al 5% per essere efficace.

Il borace, il borato di sodio, il sale da cucina e la limetta, sono degli assassini della muffa usati comunemente. Il bicarbonato di sodio e la farina fossile per alimenti può anche essere usato con dei risultati molto buoni.

I deumidificatori, i ventilatori ed i condizionatori d’aria ridurranno la quantità di muffa riducendo il livello di umidità dentro casa.

Per controllare la muffa sistemare una tazza di varechina dentro un gallone di acqua e miscelare bene, pulire con una spugna o spruzzare per controllare le spore della muffa.

Se si stanno cominciando ad avere dei problemi con le macchie nere, provocate dai funghi, sarà necessario rimuovere e distruggere il ramo colpito. È meglio trovare tutte le aree dove si sta nascondendo e rimuoverla prima che arrivi l’inverno. I funghi sono in grado di sopravvivere all’inverno sopra le foglie cadute e persino sui gambi delle rose.

Usare circa due pound di foglie di amaranto o semi freschi ed estrarne il succo. Mischiare il succo con de quarti di acqua ed usare il composto come spray. Colare se necessario e fare riposare la miscela per un’ora prima dell’uso. Questo combatterà i seguenti funghi: Alternaria, cercospora, colletotrichum, curvularia, helminthosporium e pestalotia. Portare una foglia con il fungo sopra al proprio vivaio di zona per un riconoscimento.

Un certo numero di funghi può essere eliminato usando dello zenzero. Questi comprendono la muffa sopra la foglia, il fungo precoce delle piante, quello provocato dalle rane e la maculatura. Il rizoma ha bisogno di essere spremuta ed il succo usato in uno spray. Testare l’area per evitare che qualche pianta possa subire dei danni e lasciarla riposare per tutta la notte.

LE CAVALLETTE

Le cavallette; sono veramente un problema nel proprio giardino a causa del loro grande appetito. Preferiscono le erbe, i trifogli e la gramigna, ma quando non sono disponibili andranno alla ricerca di vegetali. Le loro potenti zampe posteriori permettono loro di saltare fino a 30 pollici e possono volare per lunghe distanze. Le loro forti fauci possono fare un breve lavoro delle piante.

Se si vanga il terreno durante l’autunno si possono uccidere molte delle loro uova, in ogni caso, si avrà bisogno di scendere fino a sei pollici di profondità per raggiungerle tutte quante. La pacciamatura dura rende difficile anche a loro uscire dal terreno.

Le cavallette sono più di una seria minaccia alle colture nelle zone che ricevono dai 10 ai 30 pollici di precipitazioni. Le aree di maggiore concentrazione sono gli Stati Uniti Sudorientali, il Canada, ed alcune volte gli Stati Montani. Trascorrono 6-8 mesi allo stadio di uovo e se i campi sono arati alla fine dell’autunno si aiuterà a ridurre una possibile infestazione durante la primavera o all’inizio dell’estate.

Si possono acquistare dei prodotti naturali presenti nei protozoi chiamati Semaspore™ oppure Nosema Locustae™ in parecchi vivai. Le cavallette mangiano i protozoi, diventati infetti e che muoiono oppure possono spargere la malattia alle cavallette nuovamente uscite dal guscio.

Le mantidi religiose amano banchettare con le cavallette. Spruzzare sopra di loro con il nematode Nc e sapone spray a tarda notte o di notte.

Per tenere distanti le cavallette dalle piante, basta piantare delle piante di pomodoro intorno al giardino invece che solo in un’area. Le piante di pomodoro sono un repellente naturale contro gli insetti e funzionano veramente bene.

Le cavallette dormono durante la notte sopra le foglie delle piante e possono essere trovate facilmente se si da loro la caccia con una torcia elettrica. Possono essere facilmente colpite una alla volta e fatte annegare dentro un secchio d’acqua e sapone con l’aggiunta di un po’ di pepe di Cayenna. Le cavallette non sono mattiniere e se ci si alza presto si possono colpire una alla volta sopra le piante.

Preparare uno spray usando cipolle, aglio e peperoncino oppure Tabasco Sauce™. Mescolare le cipolle, i peperoncini e l’aglio in un tritatutto elettrico con due tazze d’acqua e lasciare riposare il tutto per un’ora. Scolare ed usare mezza tazza dentro un quarto d’acqua per bloccare le cavallette che stanno attaccando le piante. È meglio provare un po’ della soluzione sopra alcune foglie prima, per accertarsi che lo spray non sia troppo potente. In tal caso aggiungere dell’acqua per diluirlo.

Le zone con dell’erbaccia sul bordo della strada, sono la casa per molte cavallette. Se si puliscono queste aree e si pianta dell’erba perenne tipo quella nordamericana del genere Agropyron ridurrà il problema.

Le faraone sono uno dei migliori cacciatori delle cavallette, presenti. Loro sorveglieranno il giardino eliminando il problema delle cavallette. Quando hanno pulito la zona, ingabbiarle!

IL BRUCO DEL CAVOLO IMPORTATO

Uno dei più comuni bruchi del cavolo è quello importato. Hanno una lunghezza di circa un pollice, sono versi con una striscia gialla lungo il loro dorso ed a loro piacciono le foglie. Quelle comuni farfalle bianche provengono da questo bruco.

Un controllo molto efficace può essere realizzato se si rilasciano il tricogramma ed i neurotteri crisopidi, oppure spruzzando o spolverando con il Bt oppure NPV. Si possono anche selezionare accuratamente le larve fuori delle piante ed usare un retino per le farfalle per catturare le falene. Piantando del rosmarino, del timo oppure della salvia nel proprio giardino rimarranno lontane. Uno spray di Bt è anche molto efficace.

Questi bruchi fanno girare la loro rete nelle foglie e poi le arrotola. Loro infetteranno un grosso numero di foglie e possono fare molti danni. Non si agitano molto ed useranno le foglie delle piante se un albero non è facilmente raggiungibile.

Uno di questi sistemi contro i bruchi è quello di spruzzare contro di loro del Bt, in seguito usare una miscela di NVP oppure sapone e della limetta spray. Un metodo alternativo potrebbe essere quello di liberare dei neurotteri crisopidi e tricogramma per distruggere le uova.

LE TORTRICI STRIATE IN OBLIQUO

Le larve di colore verde arrotolano le foglie e le fissano insieme in maniera molto stretta in modo da formare la loro casa. Le tortrici attaccano per lo più le verdure, i fiori, gli arbusti e gli alberi da frutta. Se ce ne sono poche, basta strappare le foglie e poi distruggerle. Se si ha una seria infestazione, si avrà bisogno di spruzzare una miscela di polvere di tabacco e insetticida al piretro. Se non si riesce a trovare la polvere di tabacco: sostituire il tabacco con il rotenone.

GLI ACARI

L’acaro del formaggio

L’acaro del formaggio provocherà delle dermatiti (un’irritazione della pelle) ed è più grande di una briciola o dell’acaro della muffa. La sua temperatura ideale è di 73° con un’umidità all’83% per svilupparsi.

Controllo degli acari del formaggio

  • Assicurarsi di ispezionare i formaggi non confezionati.
  • Ispezionare il cibo per gli animali acquistato all’ingrosso.
  • Conservare i cibi in un’area pulita, e asciutta.
  • Non sistemare mai le confezioni nuove sopra quelle vecchie nei contenitori del magazzino.
  • Mettere i cibi dentro contenitori ben chiusi.
  • Mettere sotto vuoto e non lasciare aperte le perdite.

Se si crede di avere del cibo infestato dagli acari, basta sistemare il cibo dentro il congelatore ad una temperatura di 0°F per sette giorni o dentro una padella a 140°F per 30 minuti all’interno del forno. Se si usa un forno a microonde sistemare i cibi all’interno per cinque minuti o anche di più.

Gli acari della polvere muoiono grazie alla luce diretta del sole. Se si sistemano dei mobili imbottiti, al sole per alcune ore, qualsiasi acaro che potrebbe trovarsi lì, morirà. Le lenzuola dovrebbero essere lavate e cambiate settimanalmente e lavate in acqua ad almeno 120°F.

Gli animali di peluche di solito sono pieni di acari della polvere ed hanno bisogno di essere messi all’interno di una busta di plastica dentro il congelatore per 24 ore una volta la settimana. Se sono lavabili dovrebbero esserlo una volta a settimana.

I cuscini sono uno degli oggetti più comuni che contengono gli cari della polvere. Quasi il 25% di tutti i cuscini sono contaminati e dovrebbero essere cambiati almeno ogni 4-6 mesi. Se abbiamo mai valutato di avere avuto il letto invaso dagli acari della polvere, non dovremmo mai più dormirci di nuovo oppure comprarne uno nuovo.

Gli acari della polvere

Questi insetti microscopici possono essere trovati dappertutto nella propria casa. Si possono trovare nei nostri letti, abiti, mobili imbottiti, scaffali per i libri e persino animali imbalsamati. Essi prosperano sulle cellule morte della pelle e possono essere un pericolo per le persone con allergie e portare all’asma. È meglio ridurre il loro numero più che si può. Ci sono 35 milioni di persone che soffrono di allergia a causa degli acari della polvere. Ogni casa colleziona all’incirca 40 libbre di polvere l’anno, che contengono a loro volta 15 tipi di acari della polvere. Un’oncia ne può contenere 42000. In Inghilterra il 33% di tutti i cereali ispezionati erano contaminati dagli acari della polvere.

  • Pulire con l’aspirapolvere funziona meglio sui materassi ed i cuscini.
  • La lettiera degli animali dovrebbe essere lavata in acqua molto calda. I detergenti ed il sapone non uccideranno gli acari finché l’acqua non diventa molto calda.
  • La stanza da letto dovrebbe essere tenuta sgombera dagli animali di peluche, abiti e tappeti.
  • Gli animali di peluche dovrebbero essere periodicamente lavati in acqua molto calda.
  • Le aree che presentano problemi dovrebbero essere pulite con polvere di acido gallotannico finché ciò non neutralizza gli allergeni. Questo è disponibile in molti negozi che vendono cibi naturali.
  • Tutti i materassi ed i cuscini dovrebbero essere coperti con delle coperte laminate cosicché gli acari non possono attraversarle.
  • I copri testata del letto in stoffa, sono un perfetto posto per gli acari.
  • Le condutture per il riscaldamento dovrebbero essere coperte con un filtro speciale che può intrappolare le particelle di polvere più piccole di 10 micron.
  • Gli acari amano gli umidificatori e prosperano al calore ed all’umidità.

Gli acari dell’orecchio

Mettere alcune gocce di olio d’oliva sopra un batuffolo di cotone emetterlo nell’orecchio per un minuto o due, a quel punto essere sicuri di rimuovere qualsiasi traccia di olio.

Gli acari delle briciole

Gli acari delle briciole invaderanno quasi tutti i cibi, in particolar modo le briciole ed il pane se l’umidità è relativamente alta. I prodotti essiccati si conservano meglio. Se si ha questo problema nella propria area, potrebbe essere più saggio mettere via le briciole ed i prodotti che le producono nel frigorifero o nel congelatore.

LA CIMICE PUZZOLENTE

Queste sono delle cimici piatte di colore verde, a forma di scudo che farà crescere sopra le piante di pomodoro delle macchie bianche, mentre ne succhiano i liquidi. Se non stanno provocando nessun problema potrebbero essere benefiche fino a quando non attaccheranno come un parassita ed uccideranno i bruchi nocivi e gli scarafaggi. Stenderanno un gruppo di uova di colore marrone o verde sulla parte inferiore delle foglie.

Il parassita che eliminerà la cimice puzzolente è chiamato Trissolcus basilis. Si possono anche selezionare le cimici puzzolenti e le loro uova ed eliminarle dalle piante.

Uno spray al sapone usando 4 gocce di sapone liquido ed un quarto di tazza di limetta dentro un gallone di acqua si prenderà cura del problema.

I TISANOTTERI

Segni di riconoscimento: questi sono insetti molto piccoli (quasi invisibili) di colore giallo o nero che attaccano le piante ed i fiori e ne succhiano la linfa così come infettarle. Visti con una lente d’ingrandimento assomigliano a cimici lunghe, e longilinee che hanno un doppio paio di ali con una frangetta stravagante. Hanno un colore che può variare da un giallo ad un quasi nero.

Informazione Generale: quando sono disturbati voleranno o salteranno per una distanza molto breve ed hanno la tendenza a colpirsi l’addome oltre la testa come uno scorpione che prova a spaventarti per farti scappare via. Deporranno le loro uova sopra le foglie ed assomigliano a macchie che camminano con una lunghezza di soli 1/16 di pollice. Possono assumere un colore che va dal giallo al nero ed esistono oltre 600 specie nel Nord America.

Il loro nutrimento preferito sono i fagioli, i pomodori, le carote, i cetrioli e vari frutti che appartengono alla famiglia delle Cucurbitacee. A loro piacciono anche i gladioli e le rose. Se si vede una macchia o una striscia argentea probabilmente fatte dai tisanotteri che si sono sistemati lì dentro.

Esistono due acari predatori che possono essere acquistati per controllare i tisanotteri. Sono l’Amblyseiulus mackenseil e l’Euseius tularensis. Alle libellule piace anche banchettare con i tisanotteri. L’uso del pacciame del nematode Nc intorno alla base delle piante può anche essere utile.

Discuterne con il proprio vivaio dello spray più utile e che contiene polvere di sabadiglia, che solitamente è mescolata con lo zucchero. Gli spray al sapone usato alle prime ore della mattinata sono anche molto efficaci come le trappole appiccicaticce gialle.

Preparare uno spray alla nicotina usando 10 sigarette e sistemandole dentro 3 pinte di acqua di rubinetto molto calda per 24 ore, dopodichè scolare e diluire con 12 pinte di acqua da usare come spray. Non mietere le piante prima di 3 giorni dall’uso dello spray finché il veleno non ha bisogno di essere diluito. Non usare mai il tabacco sopra le rose e la nicotina è velenosa nei confronti dei pesci, i lombrichi e molti insetti benefici.

I tisanotteri sono attratti dai colori gallo e blu. Se si usa qualche costruzione di carta e sistemando sopra, in seguito, una sostanza appiccicosa loro si avvicineranno per dare un’occhiata e resteranno appiccicate. Se si sistema la sostanza appiccicosa sopra gli steli delle piante, smetteranno di arrampicarsi lungo di essa. Il Tanglefoot™ è ottimo da usare come sostanza appiccicosa.

I collari di metallo funzionano bene per le piante basse. Assicurarsi che si stendano per almeno 12 pollici intorno alla pianta su tutti i lati per essere efficaci. Se le piante superano i 12 piedi d’altezza, si dovranno sistemare dei paletti tutt’intorno alle piante ed estendere i collari da essi.

METODI GENERALI PER IL CONTROLLO DEGLI INSETTI

Questa assomiglia ad una serra in miniatura ed è usata per i semenzai e per le piante molto giovani come anche agire come barriera contro gli insetti e gli animali nocivi. Questa campana deve essere aperta ogni giorno per permettere l’innaffiamento, in particolar modo nelle giornate calde. Ad ogni modo, è una cosa negativa fino a quando è aperta per permettere agli insetti ed animali nocivi di entrare. È, ad ogni modo, un sistema eccellente per concedere alle piante un buon inizio. Più la pianta è in salute meno agli insetti sarà data la possibilità di danneggiarle. Discuterne con il proprio vivaio a proposito dell’innalzamento di una barriera contro questi insetti oppure l’acquisto di una campana pronta all’uso.

Le seguenti formulazioni saranno efficaci contro la maggior parte degli insetti nocivi. Sistemare il prodotto dentro una bottiglia spray e spruzzare contro questi insetti o dentro la loro tana.

  • Riempire per tre quarti la bottiglia di acqua, aggiungere quattro gocce di sapone liquido Ivory, ¼ di cucchiaino di salsa al peperoncino e mezza testa d’aglio. Questa formulazione dovrà essere scolata prima della sistemazione dentro una bottiglia spray.
  • Triturare finemente 2-3 peperoncini, 2 grosse cipolle gialle ed una grossa testa d’aglio. Sistemare la miscela dentro un quarto d’acqua molto calda, aggiungerla e fare riposare per tutta notte prima di colarla ed usarla dentro una bottiglia spray.
  • Mescolare insieme un cucchiaio di sapone liquido Ivory ed un cucchiaino di olio per uso alimentare dentro un quarto d’acqua di rubinetto.
  • Triturare finemente 15 teste d’aglio aggiungerle in ammollo dentro 16 once di olio di paraffina e 4 gocce di sapone liquido Ivory per 12 ore, successivamente scolare ed aggiungere tre pinte di acqua. È meglio provare sopra una foglia o due prima di usare questo composto su tutta la pianta.
  • Tritare finemente mezza tazza di peperoncini Serrano dentro 2 tazze d’acqua calda, colare bene e spruzzare.
  • Sistemare 2 tazze di alcool per massaggi dentro un quarto di acqua e spruzzare sulle piante infette. Meglio lasciare riposare la miscela su 1-2 foglie per tutta la notte ed in seguito controllare i danni.
  • Frantumare alcune foglie di oleandro o rabarbaro e sistemarle dentro un quarto di acqua calda. Lasciare riposare per tutta la notte e quindi scolare prima dell’uso. È un composto molto tossico così tenere lontano dalla portata dei bambini e degli animali.

Questo metodo usa dei materiali opachi molto leggeri, che sono appoggiati lungo tutto il letto del giardino. Il materiale permette alla luce del sole ed all’acqua di attraversarlo, ma terrà gli insetti e gli uccelli lontani in modo da non danneggiare le piante. Siccome il materiale è molto leggero, le piante saranno in grado di spingerlo verso l’alto, mentre cresce. Gli angoli sono ancorati con qualche oggetto pesante come una roccia per evitare che sia spinto via dal vento. Il materiale si romperà dopo qualche anno ed è venduto in rotoli è non è molto costoso.

I FERORMONI

Questi sono i profumi di ormoni di natura biologica emanati per attirare altri insetti di speci particolari. I ferormoni sono venduti dai vivai e si possono sistemare sopra la carta moschicida o all’interno di trappole per attirare gli insetti. Questo metodo è molto efficace per tenere il proprio giardino sgombro dagli insetti.