Arvicola

Nome comune: ARVICOLA TERRESTRE SHERMAN (forma fossoria) (Inglese: European vole)

Nome scientifico: Arvicola terrestris

Famiglia: Arvicole (Arvicolidae)

Ordine: Roditori (Rodentia)

Classe: Mammiferi (Mammalia)

CARATTERISTICHE

E’ la più grande arvicola terrestre raggiungendo la lunghezza testa-corpo di 135-165 mm, la coda di 55-70 mm, il peso di 65-130 gr. Il muso largo, il collo non ben distinto e l’ampia testa danno a quest’animale un aspetto tozzo. Le orecchie sono piccole e quasi completamente nascoste dal pelo.
La pelliccia è marrone-grigio sul dorso e più chiara sul ventre (il colore varia con la regione di appartenenzae con la stagione).

Arvicola

 

VITA ED ABITUDINI

Quest’arvicola vive quasi completamente sottoterra (forma fossoria). E’ in grado, grazie ai grossi denti incisivi, di costruire una rete di gallerie e cavità utilizzate come nidi o depositi alimentari. Questa rete di gallerie può essere lunga anche 40 m.
Esternamente le gallerie sono distinguibili da quelle delle talpe perché appaiono più appiattite ed arrotondate; può accadere che l’arvicola utilizzi quelle delle talpe, anziché costruirne delle proprie.

Durante l’inverno, al di sotto della coltre nevosa, la vita dell’arvicola continua: la neve, infatti, mantiene la temperatura e il piccolo mammifero si muove tra la neve e il suolo.
Entrambi i sessi sono territoriali e difendono una superficie di 100-200 mq dall’invasione dei propri simili. Di solito la coppia è stabile (specie monogama) e i territori del maschio e della femmina si sovrappongono.

La riproduzione, se l’inverno non è particolarmente rigido, s’interrompe solo per un brevissimo periodo. Dopo 22 giorni dall’accoppiamento, vengono alla luce 4 piccoli (da 2 a 7). Lo svezzamento si conclude dopo 2 settimane e i giovani sono sessualmente maturi a 5 settimane. Interessante è notare che la riproduzione segue dei cicli e quindi si osservano delle fluttuazioni, tali da determinare un numero di individui variabile da poche unità a 1000.
L’arvicola nasconde in fondo alla tana le sue scorte alimentari, rappresentate da radici, steli e foglie.

Questo Roditore può vivere da qualche mese a qualche anno, in relazione alle condizioni ambientali, alla disponibilità di cibo e al numero d’individui presenti.
Ogni qualvolta l’arvicola esce dalle sue gallerie è a rischio di predazione e la minaccia principale è rappresentata dall’ermellino: questo Mustelide attende che l’arvicola esca dalle gallerie oppure, dopo averne danneggiato la tana, aspetta che il Roditore si esponga.

Arvicola

DOVE E’ POSSIBILE INCONTRARE L’ARVICOLA TERRESTRE

E’ tipica delle zone aperte e, raramente, la possiamo incontrare nella foresta. Predilige le aree agricole non arate regolarmente (l’aratura regolare, infatti, distrugge le gallerie dell’arvicola e il suo habitat). La possiamo incontrare sino ad un’altitudine di 1800 m.

L’areale dell’arvicola fossoria è limitata alle catene montagnose dell’Europa centrale; è distribuita dal nord della Penisola Iberica sino al Belgio; e lungo le Alpi sino ai Carpazi.

CURIOSITA’

Oltre all’arvicola fossoria esiste anche la forma acquatica (Arvicola terrestris italicus). E’ uguale all’arvicola terreste fossoria, ma vive nelle zone umide lungo i corsi d’acqua a basse altitudini. Se lo spazio in prossimità dell’ambiente acquatico è insufficiente per tutti gli individui, qualcuno opta per la vita fossoria. E’ presente in Italia.