LE PIANTE CHE RESPINGONO GLI ANIMALI

LE PIANTE CONTRO IL CITELLO

Forse avete sentito parlare di questa splendida pianta, che, quando è piantata dentro ed intorno al proprio giardino, respinge i citelli ed altri animali facendoli impazzire. Cos’è, e come funziona?

PIANTARLE IN SOCCORSO.

La pianta contro il citello o la talpa (Euphorbia lathyris) è un membro di gruppi di piante molto diversi. Fanno parte delle Euphorbia gli arbusti, le piante perenni, le terofite, o le piante succulenti. Molte hanno un sapore simile a quello del latte che non è molto gradevole nel sapore nell’odore. Alcune sono velenose ed abbastanza irritanti. Molti fiori dell’euforbia sono un gruppo di brattee colorate, non veri fiori. I fiori veri sono solitamente all’interno delle brattee e sono molto modeste.

La leggenda asserisce che la linfa delle piante contro il citello, è talmente velenoso ed irritante che i vitelli e le talpe non riescono a sopportarlo e non ci si avvicinano. In ogni caso, gli esperimenti indicano dei risultati diversi dalla pianta. Ma se capita di essere una di quelle persone per cui la pianta funziona – è buono. Piantarle intorno al proprio giardino per proteggerlo dal citello. La linfa, invece, è velenosa, così bisogna stare attenti, quando intorno ci sono bambini piccoli oppure animali domestici che rosicchiano.

IL CITELLO!

La pianta contro il citello che cresce bene dal seme, potrebbe essere piantata in un’area che è piena di sole. La pianta ha una durata biennale e raggiungerà la sua dimensione massima di cinque piedi entro il secondo anno. Cresce come un unico alto fusto con delle foglie lunghe, appuntite di colore scuro che crescono all’angolo destro dello stelo. Durante il secondo anno, sistemerà un gruppo di fiori gialli in cima allo stelo. Quando i fiori hanno la semente, la pianta morirà. Molti vivai porteranno sia i semi della pianta contro il citello e possono ordinarli per conto terzi.