Salice Odoroso

Piccolo albero, alto sino a 7 (18) m, o arbusto, a rami glabri o lucidi, di colore rosso-bruno e ramuli vischiosi.

Foglie con picciolo (al massimo 1 cm) glabro, con 1-3 paia di ghiandole in alto, e talora ornato da stipole piccole ovato-oblunghe, dentato-ghiandolose e caduche, a lamina ovato-ellittica (5-10 [15] x 2-4 [5] cm), rotondata o largamente cuneata alla base, regolarmente seghettata e ornata da ghiandole gialle ai margini, attenuata e acuminata all’apice, di colore verde intenso e lucida di sopra, più pallida e opaca di sotto, coriacea in età, vischiosa e di grato odore balsamico in primavera.

Salice Odoroso

Fiori in amenti contemporanei alla fogliazione; i maschili (2-5 [7] x 1,5 cm) con (3) 5 (12) stami e antere gialle; i femminili (26,5 x 0,6-1,2 cm) alquanto più sottili e più lassi. Cassula glabra. Fiorisce in maggio-giugno.

Il Salice odoroso ha una vasta distribuzione in Europa e Asia; in Italia vive solo nelle Alpi da 1200 sino a 2000 (2400) m, e nell’Appennino marchigiano, nei boschi di ripa, lungo i torrenti montani e nei terreni paludosi e torbosi. Ha importante funzione come pianta consolidatrice dei terreni alveali.