Il Protocollo di Kyoto è un trattato ambientale internazionale sottoscritto da 169 Paesi ed entrato pienamente in vigore nel febbraio del 2005 dopo l’ingresso importantissimo della Russia. Purtroppo non hanno ancora aderito all’accordo tre importanti paesi: gli Stati Uniti, la Cina e l’Australia, perché non vogliono porre ostacoli al proprio sistema industriale!

L’obiettivo dichiarato nel Protocollo di Kyoto è di “…raggiungere la stabilizzazione delle concentrazioni dei gas-serra in atmosfera a un livello abbastanza basso per prevenire interferenze antropogeniche dannose per il sistema climatico.”

Specificatamente il trattato impegna tutti i paesi aderenti, ad operare una riduzione significativa delle emissioni di elementi inquinanti; in particolare la riduzione del Biossido di Carbonio (CO2 ovvero l’Anidride Carbonica) oltre ad altri cinque elementi inquinanti tra i quali quali il Metano. Tale riduzione deve essere maggiore del 5% rispetto alle emissioni di riferimento registrate nel 1990, nel periodo tra il 2008 e il 2012.

Per raggiungere questo obiettivo le Nazioni devono impegnarsi con dei costi elevatissimi, motivo per il quale l’adesione è stata lenta e bassa nel corso di questi 15 anni (il primo incontro di Kyoto è avvenuto nel Maggio del 1992).

Ma a nostro avviso non è sufficiente l’impegno, sotto molti aspetti “rivoluzionario”, sancito nel Protocollo di Kyoto, ci fosse anche l’adesione di tutte le Nazioni riconosciute (194). E’ assolutamente necessario l’impegno di tutti gli individui che popolano il Pianeta Terra; dall’uomo comune, al professionista, all’imprenditore. Ognuno deve essere consapevole della situazione in cui ci troviamo e operare ciascuno per proprio conto una piccola rivoluzione nel modo di porsi davanti a queste problematiche, se non vogliamo lasciare ai nostri figli una terra desolata.

L’attivazione di questo sito ha l’obiettivo di far conoscere al maggior numero possibile di individui, per quanto riguarda il settore dell’edilizia, dell’Architettura Sostenibile, della Bioedilizia, in quale modo essere participi consapevoli di una “rivoluzione individuale”.

In articoli successivi scriveremo, in modo semplice e chiaro a tutti, di come questo sarà possibile in modo pratico e operativo. Vi parleremo di Risparmio Energetico, dell’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, dell’utilizzo di materiali naturali, di come modificare il vostro appartamento senza grosse spese per ottenere un luogo decisamente più “vivibile” e più sano. Attraverso questo meraviglioso strumento, qual è Internet, è possibile dialogare, consigliare, informare e darvi la nostra consulenza, indipendentemente dalla distanza che ci separa.

Il Coordinatore del Gruppo Tellus

Ing. PierAngelo Agattau