Processionarie

La processionaria è un lepidottero della famiglia dei traumatopeidi, è diffuso in tutta l’Europa meridionale, è un insetto molto pericoloso allo stadio larvale sia per piante che per animali e anche per l’uomo.

Per le piante: le larve delle processionarie infestano soprattutto i pini e le querce a foglia caduca, piante più esposte al sole e, occasionalmente, le processionarie possono infestare larici, cedri, noccioli, castagni, betulle e carpini. Fanno parte della categoria degli insetti defogliatori cioè, si nutrono delle soli parti verdi della piante rendendola così debole e vulnerabile agli attacchi da parte di altri parassiti.

Per l’uomo e gli animali: le larve di processionaria grazie ai peli urticanti, che hanno funzione di difesa, possono provocare al contatto irritazioni oculari e cutanee come pure eritemi alle vie respiratorie e alle mucose e attacchi d’asma dovute a peli urticanti della larva trasportati dal vento. Le larve sono molto pericolose anche per gli animali e in modo particolare per i cani, i quali, sembra siano attirati da un particolare odore che emana la larva della processionaria. Possono provocare seri problemi alle vie respiratorie e alle mucose quando l’animale va ad annusare la larva che si trova sul terreno o ancora più pericolose quando l’animale la ingoia, in questo caso può addirittura provocarne la morte.

CICLO VITALE

La processionaria adulta è una falena che ha una vita molto breve, uno due giorni.

Generalmente con il mese di luglio la processionaria raggiunge la maturità e fuoriesce dal terreno; le femmine, poco più grandi del maschio, per prime si arrampicano sugli alberi dove avviene la fecondazione.

La femmina di processionaria, depone le uova sui pini intorno a una coppia di aghi o altri alberi, la schiusa delle uova avviene verso fine estate, dopo un’incubazione di 30-40 giorni, e le larve neonate iniziano a defogliare gli alberi, spostandosi sulla pianta formano nidi provvisori; hanno un apparato boccale formato da due mandibole potenti, hanno tre paia di zampe toraciche con cui si muovono e delle pseudozampe addominali dotate di particolari uncini con i quali si possono ancorare al substrato. Durante la crescita larvale passano attraverso varie età larvali caratterizzate da tre mute, di cui solo la terza è costituita da peli urticanti.

Con l’arrivo dell’inverno iniziano a costruire dei nidi sericei facilmente riconoscibili dal loro aspetto simile a dei grossi bozzoli filamentosi. Le larve di processionaria rimarranno in questi nidi al riparo dal freddo fino alla primavera. I bruchi di processionaria con l’arrivo dell’inverno iniziano a costruire dei nidi sericei facilmente riconoscibili dal loro aspetto simile a dei grossi bozzoli filamentosi. Le larve di processionaria rimarranno in questi nidi al riparo dal freddo fino alla primavera, quando escono dal nido e abbandonano la pianta muovendosi verso il terreno, in gruppo, a processione da cui deriva anche il loro nome. Raggiunto il terreno scendono a una profondità di 5-20 cm dove si sviluppano in crisalide fase in cui l’insetto non si alimenta ed si ricopre con una protezione sericea.

Dopo un periodo di di pausa variabile che può durare anche anni, avviene la ninfosi fino alla fuoriuscita della farfalla con ali di varie dimensioni e colori.

DISINFESTAZIONE E LOTTA ALLE PROCESSIONARIE

Nelle zone naturali in cui si sviluppano le processionarie, è la natura stessa a fornire difese tra cui batteri, virus, parassitoidi e predatori.

Nelle zone di parchi e giardini artificiali dove transitano animali e persone, le processionarie possono arrecare notevoli problemi alla salute, pertanto in queste aree è indispensabile l’intervento di controllo e disinfestazione. Gli interventi per la lotta contro le processionarie si basano soprattutto con l’impiego di insetticidi a base di Bacillus thurigiensis il quale ha dato risultati ottimali nella lotta a questi lepidotteri, ma il suo impiego risulta efficace se usato nel periodo antecedente la costruzione dei nidi invernali.

Queste operazioni devono essere comunque effettuate da personale qualificato.

Contattateci senza impegno per una CONSULENZA e/o preventivo GRATUITO.