Drosofila

Tu tagli una grossa e succosa fetta di frutta e trovi dei piccoli vermi bianchi che strisciano all’interno. Dopo avere controllato altra frutta raccolta dai tuoi alberi, scopri che molta della frutta ha questi vermi, e delle piccole mosche dorate sembrano ciondolare intorno all’albero. Questo potrebbe essere un serio problema.

UN INCUBO AGRARIO

In molti stati le drosofile come quelle orientali, messicane, del melone, e mediterranea sono classificate come dei “seri flagelli” che richiedono un intervento immediato da parte di personale qualificato. Questo di solito coinvolge un campionamento ed un esame della frutta proveniente dagli alberi piantati nell’area, in modo da determinare la gravità del problema. Se l’infestazione è abbastanza grave, potrebbe essere necessario spogliare di tutta la frutta, gli alberi infetti. Ad ogni modo, alla fine, un’esca guarnita con il Malathion potrebbe essere spruzzata sulle piante in questione, in modo da uccidere qualsiasi mosca rimasta.

Di recente anche un’altra procedura è stata realizzata – il rilascio di migliaia di drosofile sterili nell’area infetta. Le drosofile si accoppiano una volta sola, e se il rapporto delle drosofile sterili è molto alto, le possibilità di una drosofila non sterile (chiamata mosca selvatica) di accoppiarsi con una drosofila sterile saranno alte. Si può distinguere una drosofila sterile da un’altra non sterile con un raggio UV. Quelle sterili hanno una tinta incorporata nei loro corpi. Questa tinta diventerà visibile sotto i raggi UV. Se si pensa di avere una specie di drosofila che infesta gli alberi da frutta, chiamare il proprio ministero dell’agricoltura per avere dei consigli e richiedere eventualmente un’ispezione.

Solitamente si dovrebbe prendere nota del fatto che ci sono diversi tipi di drosofile considerate infestanti da parte di alcuni giardinieri, ma che non richiedono un’azione drastica da parte di personale qualificato. Quella della ciliegia è un esempio che fa al caso nostro.

IL PEPTO BISMOL COME SOCCORSO?

Molte cose sono state provate per controllare la drosofila e molte sono a mala pena utili. Fondamentalmente hai bisogno di controllarle durante lo stadio adulto e di crisalide, perché una volta che le uova sono deposte dentro la frutta, è difficile (o anche impossibile) controllare le larve senza distruggere la frutta.

Una nuova ricerca ha dimostrato che il colorante nel Pepto Bismol è un pesticida molto efficace contro le drosofile. Si spera che molto presto il Malathion spray usato come esca da molti ministeri dell’agricoltura sarà rimpiazzato da uno spray a base di Pepto che sarà totalmente innocuo verso l’uomo e gli animali domestici.

Per combattere la drosofila da soli, si possono posizionare delle trappole appiccicaticce lungo i rami degli alberi. Buttarle fuori all’inizio dell’estate, quando i frutti stanno cominciando a crescere. Si possono acquistare le trappole per le drosofile al vivaio di zona oppure farle da soli. Alcune trappole commerciali contengono delle sostanze che attirano le drosofile che le renderà molto più efficaci.

Incoraggiare i predatori piantando i fiori che producono molto polline (come la Bellis perennis) intorno agli alberi. Molte vespe adulte mangiano il polline ed usano le drosofile per continuare il loro ciclo vitale paralizzando le larve. Le vespe depongono le loro uova sopra le larve delle drosofile, e quando le vespe escono dall’uovo, si nutrono sopra le larve delle drosofile, uccidendole.

La drosofila adulta, come la comune mosca che si vede dentro casa, ha solo delle parti della bocca spugnose, cosicché non può mangiare sopra le piante. Si può usare questa consapevolezza contro di essa spruzzando una soluzione di acido borico e zucchero sopra gli alberi. La drosofila adulta sarà attirata dall’acqua e zucchero sopra le foglie ed assumerà una dose letale di acido borico, durante il processo. Usare l’esca per ottenere un’esca che uccide le formiche, descritta in precedenza – solo assicurarsi di provarla su alcune foglie prima di bruciarle. Questo spray ucciderà anche le formiche presenti sopra l’albero infestato. Questo metodo funziona meglio, quando è ancora umido, così spruzzarlo alle prime ore della mattinata è meglio. Ad ogni modo, se l’albero è propenso ad ammuffire, usare questo spray solo saltuariamente oppure eliminarla dopo qualche giorno.

Le drosofile molto piccole che abbiamo visto volteggiare intorno alla frutta matura, possono essere controllate abbastanza facilmente in un giardino piccolo. Basta solo tenere l’aspirapolvere stretto in mano, fuori del giardino ed aspirarle fuori dell’aria.

LA VITA DI UNA MOSCA

Le drosofile hanno un ciclo vitale simile. Le adulte, che assomigliano a delle piccole mosche comuni di colore marrone con quello delle ali chiaro e scuro, depongono le uova dentro la frutta che sta maturando. Una femmina può arrivare a produrre 800 uova durante il proprio ciclo vitale. Le uova si schiudono, ed i vermi banchi, che arrivano ad una lunghezza di circa ½ piede, si nutre dentro la frutta. Quando le larve arrivano alla dimensione massima, lasceranno stare la frutta e cadranno a terra per trasformarsi in crisalide. Le mosche rimarranno in questa forma nelle aree fresche nel corso dell’inverno e quelle adulte si manifesteranno la primavera seguente. Ad ogni modo, nelle regioni calde molte generazioni di drosofile possono nascere nel corso di tutto l’anno.