Uccelli

A causa della grossa quantità d’insetti che mangiano gli uccelli, non sono considerati degli animali benefici per il proprio orto ed in particolare per il giardino. Esistono molti uccelli che si potrebbe provare ad attirare verso la propria proprietà. Tuttavia, per attirare gli uccelli giusti si dovrà dare ad essi da mangiare i cibi che prefriscono e costruire per essi dei nidi dove possono risiedere. Alcuni dei cibi raccomandati sono per gli uccelli casalinghi e sono utili anche per quelli selvatici.

CIBO PER UCCELLI

CIBO PER I CANARINI

Si avrà bisogno dei seguenti ingredientI:

1 Oncia di tuorli d’uovo
1 Oncia di ovari del papavero in polvere
1 Oncia di ossa di seppia in polvere
2 Once di zucchero granulato

Mettere tutti gli ingredienti dentro una piccola scodella e mescolare bene. Conservare il cibo dentro un contenitore sigillato in un posto fresco ed asciutto.

GHIAIA DEL PAPPAGALLO

Si avrà bisogno dei seguenti ingredienti:

1 Cucchiaino di sabbia grossa e tagliente
1 Cucchiaino di carbone vegetale (fino) in polvere
1 Cucchiaino di ceneri (filtrate e pulite)
1 Cucchiaino di fiori di zolfo

Mettere tutti gli ingredienti dentro un passino e setacciare insieme, poi conservare sempre una porzione della miscela nella gabbia del pappagallo.

FARE UNA MISCELA DI MANGIME PER VOLATILI

Si avrà bisogno dei seguenti ingredienti:

6 Once di mangime per canarini
2 Once di semi di colza
1 Oncia di semi del papavero da oppio
2 Once di semi di miglio

Mettere tutti i semi dentro un barattolo di vetro oppure di terracotta, e miscelare bene. Questa ricetta è usata in particolare contro gli uccelli selvatici.

FARE DEL CIBO PER IL TORDO BEFFEGGIATORE

Si avrà bisogno dei seguenti ingredienti:

2 Once di pepe di caienna
8 Once di semi di colza
16 Once di semi di canapa
2 Once di farina di grano
2 Once di riso
8 Once di cracker frantumati
2 Once di olio di sugna

Mettere i primi sei ingredienti dentro una scodella e ridurre in polvere, poi aggiungere l’olio e miscelare bene.

FARE IL CIBO PER IL CARDINALE ROSSO

Si avrà bisogno dei seguenti ingredienti:

8 Once di semi di girasole
16 Once di semi di canapa
10 Once di mangime per canarini
8 Once di frumento
6 Once di riso

Mettere tutti gli ingredienti dentro una scodella e ridurre in polvere.

COME ATTIRARE GLI UCCELLI

GRANAIO DELLA RONDINE

A questi uccelli piacciono le aree dove è disponibile acqua e melina e bisogna provvedere alla paglia per i loro nidi. Ad essi piacciono le scaffalature con una dimensione di 6”X6” affinché possano sostenere il loro nido ad un’altezza di 8-12 piedi dal terreno. Adorano la gronda e le aree protette bene.

UCCELLO AZZURRO

A questi uccelli piace avere la propria vaschetta abbastanza distante dalla terra, per fare n modo che i gatti non possono catturarli. Ad essi piacciono la mora del gelso, l’agrifoglio, il mirtillo, il pruno e le piante rampicanti della Virginia da poter rosicchiare. Si fanno molti problemi riguardo la posizione dei loro nidi e preferiscono che abbiano una dimensione di 5”X5”X8” con i fori d’entrata a circa 6 pollici di altezza dal suolo. Se si pone il nido a 5 piedi fuori del terreno, si scoraggeranno i passeri, perché preferiscono i nidi che si trovano molto più in alto.

LA CINCIA

Preferiscono una dieta composta di burro d’arachidi, sugna, semi di girasole, ed un po’ di molliche di pane. Il loro nido deve avere una dimensione di 4”X4”X8” con i fori d’entrata di 11/8 di pollice e si deve trovare a 6 pollici fuori del terreno. Il nido deve essere alto dagli 8 ai 15 piedi.

IL FALCONE

Il mangime per volatili selvatico è il loro preferito, e ne faremo un buon miscuglio. Il loro nido dovrebbe avere una dimensione di 8”X8”X12” con un foro d’entrata d 3 piedi che si trova tra i 9 ed i 12 piedi fuori del terreno. Dovrebbe trovarsi ad almeno 10 piedi d’altezza ma non più di 30.

IL REGOLO

Preferiscono cibarsi di sugna, mangime per volatili selvatico, noci spaccate ed arachidi crude. Di solito il loro nido si trova nelle conifere e preferibilmente vicino ai giardini del nord.

IL TORDO BEFFEGGIATORE

Questi uccelli sono irritabili e pretendono una buona vaschetta per uccelli ed un ambiente interessante. Essi preferiscono nutrirsi di mele selvatiche, ciliegie, mirtilli, uva e more. Ad ogni modo, non rifiuteranno un pasto fatto di sanguinella, rosa di campo, cedro rosso, drupa di sambuco, gelso, piante rampicanti della Virginia e parecchie specie del genere Arotosta plylos.

IL GUFO (vecchia civetta)

Preferisce creare il proprio nido nei grossi alberi piantati per dare ombra, querce oppure conifere. Se trovano un albero morto con un buco vuoto, risiederanno lì prima di quasi ogni altro posto. Sono dei cacciatori notturni e mangiano roditori preferendo una zona coperta d’erba dentro di cui cacciare.

IL GUFO (barbagianni)

Sono irritabili e pretendono che si costruisca per loro una scatola che useranno come nido delle dimensioni 10”X18”X16” con un’apertura di 6 pollici ed a 4 pollici dal suolo. Il loro pranzo sarà a base di roditori e piccoli animali, preferendo un campo aperto oppure un pascolo nelle vicinanze.

IL GUFO (sega affilata)

Si dovrà costruire una scatola come nido delle dimensioni 6”X6”X10” con un foro d’entrata della dimensione di 2” e mezzo, posto ad 8 pollici dal suolo la casa ha bisogno di essere assicurata a 15-20 piedi dal suolo.

IL GUFO (strillatore)

Il loro nido deve essere grande 8”X8”X14” con un foro d’entrata di 3 pollici. Deve trovarsi a 12-30 piedi di distanza dal suolo e deve trovarsi in una zona isolata perché amano mantenere la loro riservatezza.

BALESTRUCCIO COLOR PORPORA

Essi sono degli abitanti da appartamento, ma non si sistemano all’interno di esso fino all’arrivo del balestruccio oppure entreranno gli storni. Si avrà bisogno di 15-20 appartamenti delle dimensioni di 6”X6”X6” con un foro d’entrata di circa 2 pollici e mezzo, ad 1 pollice dal suolo. La gabbia dell’uccello dovrà trovarsi a 15-20 piedi d’altezza dal pavimento. Si nutrono di becchime per uccelli selvatici ed insetti con uno o due vermi come dessert.

LA CINCIA

Questo uccello farà qualsiasi cosa pur di avere una frittella dolce, ma adora anche mangiare della sugna, noci, semi di girasole, burro di arachidi e molliche di pane. Agli uccelli piace stare intorno alla drupa di sambuco, fragola di boschi, pino, faggio e gelso. La gabbia deve essere grande 4”X4”X8” con un foro d’entrata di 1 pollice e ¼ a 6 pollici di distanza dal suolo. Preferibilmente la distanza deve essere tra gli 8-15 piedi.

LA SILVIA

Adora le deliziose architetture del paesaggio e gli ambenti piacevoli (è un uccello pignolo). Impazziranno per la mora del gelso ed in particolare per i lamponi, ma adorano anche la rosa selvatica, il trespino, la siepe, il ligustro, le viti, gli arbusti, il sambuco, cose che forniscono loro dei siti addizionali dove fare il proprio nido.

LO SCRICCIOLO

La gabbia deve essere grande 4”X4”X6” con dei fori d’entrata grandi 1 pollice e si dovrebbero trovare a 4 pollici di distanza dal suolo. La gabbia dovrebbe essere grande tra gli 8 ed i 10 piedi.

SUGGERIMENTI PER LA COSTRUZIONE DI UNA GABBIA

  • Non preoccuparsi di un persico reale perché sono usati di rado.
  • Trapanare alcuni buchi per la ventilazione proprio sotto la sagoma del tetto ed alcuni nel pavimento per il drenaggio.
  • La gabbia si dovrebbe mimetizzare con il paesaggio senza essere increspata.
  • L’interno dovrebbe essere ruvido e persino se la corteccia sta mostrando di essere migliore.
  • Usare delle viti e non dei chiodi per essere sicuri della stabilità e della qualità.
  • Scavare un piccolo tronco di albero abbattuto funzionerebbe meglio come gabbia.
  • Il soffitto dovrebbe essere impermeabile.
  • Le dimensioni dovrebbero essere adatte all’uccello che si vuole mettere dentro.
  • Non usare mai gli occhielli a vite per appendere la gabbia fino a quando non si libereranno in tempo.
  • Incernierare la parte bassa cosicché sarà semplice da pulire. La gabbia deve essere pulita appena gli uccelli vanno via.
  • Si può essere creativi fino a quando la gabbia non appare adatta al posto in cui si trova.
  • Se non si è esperti, comprarne una nel proprio negozio che vende articoli per il giardino, di fiducia.

UCCELLI CHE CREANO PROBLEMI

Se gli uccelli sono un problema, è meglio identificare quale uccello sta realmente provocando tale problema. Solo tre uccelli sono veramente nocivi e danneggiano abbastanza il giardino da garantire il loro inseguimento. Essi sono i corvi, gli storni, i picchi ed i merli. Ad ogni modo, il danno che sembra essere stato provocato dagli uccelli, potrebbe essere stato causato invece dagli orsetti lavatori oppure altri animali.

Se si vogliono tenere lontani dal proprio giardino e dalle piante tutti gli uccelli, provare ad usare un pezzo di nastro che ronza, disponibile in commercio. Questo nastro è steso ungo un’area vicino al giardino e provocherà del rumore, quando soffia il vento spaventando e mettendo in fuga gli uccelli.

Ritagliare una sagoma da un bastoncino e decorarla di modo che possa sembrare reale. Se gli uccelli sono un problema, questo è un ottimo sistema per metterli in fuga.

Questo sistema funziona anche meglio di qualsiasi altro per tenere lontani gli uccelli. Assicurarsi di acquistare un gufo con la testa mobile. Quando soffia il vento la testa gira intorno al corpo.

Se si vogliono tenere lontani gli uccelli dai meloni e dai frutti appartenenti alla famiglia delleCucurbitacee, basta mettere questi ultimi oppure il melone dentro un vecchio collant.

Non tutti ma molti uccelli hanno paura dei serpenti, così si potrebbe avere il desiderio di acquistare un serpente di gomma molto reale, oppure usare un pezzo di tubo flessibile che si usa per innaffiare i giardini.

Esistono un certo numero di repellenti piacevoli al tatto, creati per tenere lontani gli uccelli. Sono chiamati barriere contro il porco spino e sono venduti con i nomi di Nixalite™ a Cat Claw™. Questi sono dei repellenti di tipo permanente che di solito sono messi sopra i davanzali, le gronde, i ripiani e dovunque gli uccelli si appollaieranno. I denti si stendono verso l’esterno e si possono fissare sopra ogni superficie. Questi provocheranno qualche sofferenza all’uccello, ma non causeranno dei seri danni.

Molti uccelli tendono a nidificare nelle gallerie fate dai castori per salire in superficie per respirare, in particolare dentro quelle degli essiccatoi. È meglio coprirle con una rete metallica per prevenire tale problema. Una rete speciale fatta di plastica per gli uccelli è reperibile in qualsiasi negozio che vende articoli per il giardinaggio oppure alla IntNet Inc. al numero (800)328-8456.

Se si ha una buona veduta del proprio giardino, la maggior parte del tempo quando ci si trova a casa durante il giorno, basta predisporre una lunga corda per il funzionamento di una campanella e metterla dove è raggiungibile dalla casa. Quando si vedono gli uccelli disturbare il proprio giardino basta tirare la corda e la campana suonerà facendoli scappare.

Uno dei migliori mangiatori d’insetti è il balestruccio color porpora. Se sono presenti nella nostra zona e si costruisce per essi una casa, ci assisteranno nel tenere pulito il proprio giardino dagli insetti infestanti. La cosa migliore è quella di procurarsi un libro a proposito di quest’argomento e costruirne una secondo il loro bisogno.

No dei sistemi migliori per attirare gli uccelli, è quello di sistemare un certo numero di sistemi d’alimentazione nella propria proprietà. Una buona varietà di semi diversi attirerà uccelli differenti che mangeranno gli insetti come dessert.

Gli uccelli possono essere rattenuti dal mangiare le ciliegie spruzzando sopra di esse acqua e sale. Gli uccelli possono mangiare le ciliegie anche perché sono assetati ed esse sono un’eccellente fonte di acqua.

Se si ha un problema con gli uccelli che mangiano i frutti dolci, basta piantarne qualcuno aspro vicino a quelli dolci ed essi mangeranno soltanto quelli aspri.

Se si ha un problema con gli uccelli che disturbano il granturco, essi dovrebbero trovarsi proprio dietro le spighe di grano. Ad ogni modo, per stare al sicuro, basta lasciare in ammollo un po’ di popcorn per tutta la notte e gettarlo per terra intorno alle pannocchie. Essi preferiscono un pasto facilmente reperibile piuttosto che disturbare il proprio granturco.

Uno degli unici sistemi per bloccare gli uccelli dal mangiare le proprie fragole è quello di lanciare una rete lungo il campo. Gli uccelli scappano dallo spavento e pensano che si potrebbero aggrovigliare nella rete.

Esistono alcuni oggetti che possono essere appesi agli alberi per scoraggiare gli uccelli dal mangiare la frutta. Provare ad usare una palla fatta di fogli d’alluminio raggrinzito, cartoni vuoti del latte, serpenti finti, gufi oppure un piatto di carta con alcune strisce di stoffa attaccate. È meglio alternare queste cose perché gli uccelli sono svegli e se tutte le volte vedono lo stesso oggetto appeso all’albero, ritorneranno e mangeranno la frutta.

Se si mette un po’ del cibo preferito dagli uccelli, essi abbandoneranno il resto del giardino e gli alberi. Tra questi cibi sono inclusi la mirica cerifera, il caprifoglio, l’uva selvatica, le bacche di ginepro, il legno di tasso, la verbena, la mela selvatica, i persimmon, il papavero della California, l’aquilegia, la pianta rampicante cotoneastra della Virginia.

Se ci sono dei passeri che gironzolano intorno alla nostra proprietà ci si può facilmente prendere cura di qualsiasi problema con gli afidi. Gli afidi sono uno dei loro pasti preferiti.

I MERLI

I merli comprendono 21 specie diverse di uccelli e quelli più comuni sono i merli dalle ali rosse. Si trovano dappertutto negli Stati Uniti e frequentano in particolare le zone periferiche. Fanno molti più danni nei campi di granturco, proprio prima del periodo di raccolto ed amano anche pascersi sopra i girasoli. Mentre il 30% della loro dieta è composta di insetti ed il resto solitamente da granturco oppure frutti indeiscenti.

Tutti gli alberi vicino al giardino dovrebbero essere sfoltiti per ridurre la possibilità che possano fare il loro nido. Gli uccelli non si sentono al sicuro fino a quando non hanno una copertura adeguata.

Le alte maniche a vento sottoforma di persona che possono essere usate intorno alle rivendite di automobili funzionerà bene per tenere lontani i merli. Consultarsi con la propria rivendita di automobili di zona per scoprire dove acquistarle.

Le esche a forma di gufo o falco dissuaderanno questi uccelli senza alcun problema. Essi hanno una paura folle di questi uccelli e non si avvicineranno al giardino.

Si può acquistare del nastro riflettente per spaventare gli uccelli nei negozi che vendono articoli per il giardinaggio. Sistemarne delle lunghe strisce sopra dei pali intorno al giardino. Quando comincia a soffiare il vento, il nastro si muove ed il riflesso spaventa gli uccelli facendoli scappare. Piegare il nastro, prima di attaccarlo ai pali per fare in modo che sia più efficace. Esso provoca anche uno strano ronzio che li fa scappare.

Sistemare dei palloncini pieni di elio all’interno e sopra una faccia dipinta per spaventare e mettere in fuga i merli.

Se si registrano su nastro i suoni delle voci umane oppure un trattore, ecc. e si sistema nel proprio giardino, si spaventeranno per poi in seguito scappare, gli uccelli.

C’è una speciale rete di nylon sottile che può essere sistemata lungo il proprio giardino per scoraggiare gli uccelli ed è un sistema che funziona molto bene. Verificare nel proprio negozio che vende articoli per il giardinaggio o ferramenta di zona.

I CORVI

Questi sono una categoria di uccelli tra i più intelligenti e si possono provare alcuni sistemi diversi menzionati per i merli per tenerli a bada. I corvi sono stati persino visti che usavano un bastoncino per rimuovere i semi invece di infilare il proprio becco nella sporcizia. I corvi mangeranno 600 diversi tipi di colture, insetti ed alimenti di qualsiasi tipo immaginabile, persino quelli morti per strada. Il granturco, ad ogni modo, è il loro cibo preferito ed i corvi non terranno conto degli spaventapasseri, ma alternano i sistemi per fare n modo di velocizzare la loro caccia.

I PICCIONI

Questo è un sistema sicuro e lo uso da solo con il 100% dei risultati. Mettere un gufo di plastica con una testa che si muove cosicché si muove con il vento, e non si avrà mai più un problema di piccioni. I piccioni sono spaventati e morte dai piccioni.

Quasi tutti gli uccelli ed in particolare i piccioni odiano vedere il proprio riflesso in uno specchio. Se si incollano degli specchi quando un uccello oppure un piccione approda sopra una superficie piatta essi si vedranno e scapperanno immediatamente.

GLI STORNI

Questi sono degli animali veramente infestanti e andranno a caccia degli uccelli buoni impadronendosi dei loro nidi e delle loro gabbie. Uno stormo di storni può devastare un giardino in breve tempo, prima di riuscire a capire cosa stia accadendo. I loro cibi preferiti sono le ciliegie, le more e l’uva. In ogni caso, mangeranno i frutti ed i semi se i frutti indeiscenti non sono disponibili. Si possono trovare dappertutto negli Stati Uniti e nel Canada meridionale.

Gli storni voleranno lungo una distanza che va dalle 10 alle 15 miglia da dove si trova il loro nido nella loro caccia giornaliera alla ricerca di cibo. Essi sono attirati anche nelle zone dove è presente del bestiame e mangeranno il loro cibo bevendo la loro acqua. Molti degli stessi sistemi usati contro i merli funzioneranno allo stesso modo molto bene contro gli storni.

Esiste un prodotto chiamato Roost No More™, che può essere messo sopra le mensole ed altre aree sopra cui possono fare il nido. Anche il Tanglefoot™ funziona molto bene come deterrente se si spalma sulle aree sopra cui possono fare il nido.

Se si mette una tavola ad un angolo di 45° sopra alcune mensole, si fermeranno dal fare il proprio nido. Mettendo una luce chiara nelle aree dove fanno il nido saranno scoraggiati.

Se si ha un serio problema nella propria zona, si dovrà sistemare una rete sopra tutti i cespugli di more su dei pali, e tenerli fermi con alcune rocce intorno ai bordi. Arriveranno fino alla massima estremità per impadronirsene.

I PICCHI

I picchi possono provocare molti danni ed essere veramente nocivi. Solitamente si trovano subito dopo le api che scavano negli alberi e vanno alla ricerca delle loro gallerie.

Per scoraggiare i picchi dallo scavare nei buchi alla ricerca di cimici, basta spruzzare una soluzione composta da 2 cucchiai di aceto bianco mescolati dentro 1 quarto di acqua all’interno dei fori oppure intorno alle aree che frequentano.