I REPELLENTI PER TUTTI GLI SCOPI

IL PEPERONCINO

Il peperoncino può essere uno dei più grandi alleati dei giardinieri. Tutto dipende dal tipo d’insetto nocivo che sta dando fastidio al nostro giardino, il peperoncino preparato in diverse forme può essere la cosa che ha ordinato il dottore.

Il peperoncino fa parte della famiglia di piante Caspicum, la quale ha oltre 200 varietà differenti. L’origine risale al 6200 d.C. in Perù. Cristoforo Colombo fu persino coinvolto nella diffusione appena lo trovò e pensò che fosse pepe, da qui il nome comune di peperoncino. Ma i peperoncini non sono pepe – il vero pepe è quello che tutti noi usiamo nel macinapepe.

L’uso del peperoncino si diffuse rapidamente attraverso il commercio e adesso si trova dappertutto nel mondo. Non solo è usato come cibo, per insaporire, e come medicina, ma adesso abbiamo scoperto un uso nuovo per il peperoncino – è un repellente per qualsiasi scopo!

Quando il peperoncino è usato come repellente, si deve usare quello piccante. Il peperoncino è apprezzato sotto un sistema chiamato Scoville Heat Units. Il numero più elevato nel sistema di valutazione, lo ha il peperoncino più piccante. Ad esempio, il comune pepe ha un valore uguale a 0, lo jalapeños ha un valore che va dalle 3500 unità alle 4500, il Tabasco vale dalle 30000 alle 50000 unità, l’habaneros ha un valore esagerato da 200000 a 300000 unità. Le unità indicano il tasso di caloria prodotto dal composto di capsaicina, che è all’interno delle nervature del peperoncino. Di solito, più piccolo è il peperoncino, più alto è il numero di unità di calorie.

Il peperoncino cresce facilmente, ed è una buona idea quella di farne crescere qualche pianta per quello speciale cocktail repellente che si sta facendo per quegli ospiti indesiderati che stanno facendo una visita informale. Il peperoncino cresce tra le graziose piante cespugliose, generalmente con un’altezza che va da 1½ a 2 piedi. Hanno un bell’aspetto come una bassa siepe o all’interno di recipienti. Le piante di peperoncino si trovano facilmente nel proprio vivaio di zona, ma nel caso se ne stia cercando una varietà particolare, le possibilità sono quelle di ordinarne i semi. Se il vivaio non lo può fare, verificare sul libro The Whole Chile Pepper Book di Dave DeWitt e Nancy Gerlach (Little, Brown and Company, 1990). Si può trovare una lista di aziende che vendono i semi di peperoncini più piccanti.

Vedi anche  Parassiti vertebrati

Il peperoncino sviluppa il proprio sapore più piccante, quando è giunto a maturazione, così non farsi tentare dal raccoglierlo prima. Piantarlo quando il sole è al massimo splendore per fare in modo che abbia un buon sapore. Un promemoria: indossare dei guanti di gomma quando si raccoglie o si prepara il peperoncino più piccante. Se per sbaglio tocchiamo la capsaicina, non toccarsi gli occhi oppure il naso.

O.K., adesso il nostro peperoncino è pronto per entrare in azione. Esistono diversi modi per prepararlo all’uso come repellente. Sottoforma di polvere secca, il peperoncino può essere spruzzato intorno alle zone dove i conigli e le piccole creature stanno rosicchiando. Si può scoraggiare il daino dal morsicare i tronchi degli alberi più piccoli applicandoci sopra un impasto fatto di peperoncino ridotto a puré. (Congelare l’impasto avanzato per un uso successivo.)

Un infuso fatto di peperoncino può essere spruzzato sopra le piante e le verdure come repellente, ma deve essere prestata molta attenzione nel controllare le piante più sensibili in modo da non bruciarle. Inoltre, ricordarsi di lavare le verdure prima di mangiarle, a meno che non piaccia il sapore acquisito dal peperoncino. Nel caso piaccia, si possono aggiungere altri ingredienti, come l’aglio, al proprio puré allo stesso modo (vedere nelle pagine seguenti).

L’EUCALIPTO

L’eucalipto è diventato sempre più popolare come rimedio in medicina, e adesso è noto per essere un eccellente repellente agli insetti allo stesso modo. L’intenso odore di eucalipto ha quasi lo stesso effetto del cedro – e chi non ha sentito parlare di imbottire un armadio con il cedro per respingere le tarme?

Gli alberi di eucalipto sono decisamente dei nuovi arrivi in molte località con un clima mite, ma sono state fatte crescere in California sin dal 1856. Molto presto da allora, gli alberi furono usati come frangivento, per fare ombra, e legna da ardere. La loro popolarità da allora è cresciuta, e adesso sono un bellissimo panorama formato da alberi in molti stati.

Quando si rompono le foglie d’eucalipto nelle proprie mani, si libera il meraviglioso odore dell’albero. Una pacciamatura fatta dall’eucalipto, quando sparso intorno al proprio giardino, è sicura per fermare abbastanza alcuni insetti allo stesso modo degli animali.

I trucioli dell’albero funzioneranno bene nel letto di Fido proprio come quelli del cedro. Se nella propria area c’è un’abbondanza di alberi di eucalipto, si possono risparmiare dei soldi usando i trucioli dell’eucalipto invece di comprare dei costosi trucioli di cedro falciati.

Vedi anche  COCCINIGLIE

Se gli alberi di eucalipto non crescono nella propria area, si può comprare l’olio di eucalipto in un negozio di alimenti biologici. L’olio è un estratto concentrato che può essere diluito e spruzzato sopra i trucioli del legno in modo da avere lo stesso effetto. L’olio può anche essere usato sopra lo spago dell’alimentatore per i colibrì e scoraggiare le formiche dal raggiungere la soluzione di zucchero.

L’olio di eucalipto può essere diluito in modo da creare un repellente contro le formiche. Se lo si vuole provare (e non si ha intenzione di sentire un odore simile a quello dell’albero di eucalipto), diluire l’olio fino a quando non si percepisce il debole odore di eucalipto (provare all’incirca ¼ di cucchiaino da tè di olio fino ad 1 tazza di acqua), e spruzzarlo sulla propria pelle. Si dice che questo repellente funziona contro le pulci, le zecche, le pulci penetranti, le zanzare, ed i moscerini allo stesso modo. Si dovrebbe giocare con la quantità di olio nello spray, aggiungerne di più per tenere lontani veramente quei fastidiosi insetti.

Adesso che hai creato uno spray che funziona per te, lo si può anche spruzzare sopra le piante. Nessuno studio è stato condotto per determinare che tipo d’insetti respinge dal giardino, ma, data la sua reputazione, vale la pena tentare. Un sistema per usare questo spray è sopra gli angoli dei recinti e dei prati. Perché l’olio di eucalipto è un buon repellente contro le pulci, può evitare che le pulci vicine entrino nel nostro orto.

Si può fare anche un repellente contro le pulci da usare sopra i nostri animali domestici con l’eucalipto. Fare seccare le foglie di eucalipto e romperle dentro la polvere da usare come la polvere contro le pulci, o fare un repellente spray contro le pulci.

L’AGLIO

L’aglio è conosciuto da moto tempo per avere molte qualità benefiche (oltre quella di allontanare i vampiri) sia per le persone che per gli animali. Respinge la maggior parte degli insetti nocivi, in particolar modo gli afidi, ed è stato dimostrato che riduce il bisogno di altre misure di controllo. L’aglio è semplice da fare crescere, e mischiato con le proprie verdure da giardino, fornirà loro una protezione generale contro gli insetti. Avrà anche i benefici nella mietitura delle splendide erbe da cucina.

Vedi anche  I NEUROTTERI CRISOPIDI DI COLORE VERDE

FARE CRESCERE L’AGLIO

Molti giardinieri piantano l’aglio durate la primavera, quando piantano i loro giardini, ma durante i climi caldi, le piantagioni durante l’autunno non sono inusitate. L’aglio può crescere dai semi o dagli spicchi. Funziona meglio sotto un pieno sole, ma andrà meglio sopra il davanzale di una finestra. Piantare gli spicchi d’aglio a due pollici di profondità ed a cinque di distanza nel terreno che drena meglio. Germoglierà entro dieci quattordici giorni e da allora richiederà solo acqua in modo da produrre un bulbo di buona qualità. L’aglio è solitamente pronto da raccogliere entro all’incirca 120 giorni, ma si può anche lasciare che si risemini da solo per l’anno successivo.

L’aglio come repellente

  • L’aglio piantato vicino alle rose è stato dimostrato che protegge i cespugli dalla macchia nera, un fungo parassita.
  • Come una pianta amica, nata in cerchio intorno alla pianta desiderata, l’aglio è stato particolarmente utile nel respingere gli afidi nei cavoletti di Bruxelles, nel cavolo, nel cavolfiore.
  • L’alimentazione dei cani con l’aglio è utile per respingere le pulci. La dose raccomandata è da uno a due spicchi al giorno, ma sarebbe una buona idea aggiustare questa quantità secondo la dimensione del proprio cane. Il prezzemolo mischiato con l’aglio aiuterà ad eliminare l’alito che sa di aglio. (Il prezzemolo lavora per la gente, anche!)
  • Un infuso di aglio, spruzzato sopra le proprie piante, può fornire una protezione da molti insetti, ed anche animali, che detestano l’odore dell’aglio. È stato anche provato che lo spray all’aglio è utile nell’eliminazione dei funghi e della muffa sopra le piante.

L’aglio si pensa sia originario della Siberia. Marco Polo scrisse anche qualcosa riguardo l’aglio come una nuova scoperta in cucina, registrando quale fu la prima possibile ricetta nella storia con l’uso dell’aglio.

Gli antichi romani usavano l’aglio per incrementare la loro forza ed il loro coraggio. Si dice che sia anche un grande afrodisiaco.

Anche gli egiziani avevano una grande stima dell’aglio. Ai lavoratori che costruivano le piramidi veniva data una razione quotidiana di aglio, e gli egiziani usavano l’aglio per commerciare. Degli spicchi di aglio furono persino trovati nella tomba del Faraone Tutankhamun.

I nativi americani usavano l’aglio per un uso medicinale nel trattamento del mal di stomaco, del mal di testa, della tosse, e dei problemi di cuore. Ci sono anche delle registrazioni riguardo il loro uso dell’aglio nel trattamento delle punture degli insetti e dei morsi dei serpenti.