Ligustrum

Ligustrum

I LIGUSTRI sono arbusti sempreverdi o decidui, originari dell’Asia Orientale e dell’Europa, molto diffusi nei giardini dove vengono utilizzati sia per la semplicità ed economicità di coltivazione, sia per la bellezza del fogliame e la rapida crescita. Le foglie, spesso coriacee, sono opposte intere, di forma ovata e acuminata e si differenziano in sviluppo e colore a seconda della specie e varietà. I fiori, di color bianco o crema, hanno un profumo assai intenso, a volte stordente. In autunno la pianta forma grappoli di piccoli frutti neri.

L. ovalifolium, detto anche ligustro della California, benché sia in realtà originario del Giappone, ha foglie che cadono in primavera o, nel caso di freddi intensi, in inverno. Due sue cultivar assai attraenti sono l’Aureum o Elegantissimum, a .foglie marginate di giallo-oro, e l’Argenteo-marginatum, a foglie marginate di bianco crema. L. vulgare, comunemente detto ligustro comune o olivella, ha foglie caduche ed è molto rustico. L. japonicum ha grandi foglie, ma è poco rustico.

Temperatura

L. ovalifoiium dimostra una buona resistenza al freddo; mentre L. lucidum può avere qualche problema con climi troppo rigidi. Si può ovviare a ciò mettendo a dimora la pianta in un luogo riparato dal freddo.

Luce

Tollera tanto le esposizioni solari, come quelle ombreggiate, riuscendo a prosperare anche in zone molto ombrose.

Acqua

Oltre alle opportune annaffiature post-impianto, occorre intervenire nella stagione calda con generose distribuzioni di acqua.

Terreno

Si adatta con facilità ai più svariati tipi di suolo.

Impianto

Dall’inizio dell’autunno fino all’inizio della primavera in giornate di tempo bello, evitando i mesi più rigidi. Nel caso si vogliano formare siepi, si tengano le piante distanziate 50 cm tra loro. L. lucidum va piantato al riparo dai venti freddi.

Cure colturali

In caso di crescita stentata la fertilizzazione può essere praticata due volte l’anno mediante un concime complesso. La prima distribuzione s’effettuerà all’inizio della primavera, la seconda al principiare dell’estate. Nei periodi caldi si annaffi generosamente, soprattutto se la pianta vegeta su terreni sciolti. Ligustrum

Potatura

Regolare le siepi e le forme obbligate cimandole due-tre volte l’anno, tra la primavera e l’inizio dell’autunno.

La potatura di formazione degli alberelli avverrà nel solito modo, impostando la chioma su un astone centrale potato all’altezza desiderata, mentre gli arbusti verranno improntati su cinque-sei getti. La chioma verrà mantenuta nelle proporzioni e dimensioni volute mediante ripetute cimature dei rami laterali che tendono ad allungarsi eccessivamente.

Moltiplicazione

Per seme o per talea. In questo ultimo caso si possono utilizzare sia talee semilegnose prelevate durante l’estate, sia legnose asportate dalla pianta madre a fine estate-inizio autunno.

Avversita’

Può andare soggetto ad attacchi da parte di insetti minatori che causano macchie sul fogliame. Nel caso, si intervenga trattando con prodotti specifici.