AsplenioQuesta sorprendente specie di felce sempreverde, che vive a lungo praticamente in tutti i giardini, non richiede cure particolari, ma preferisce i terreni leggermente calcarei e le posizioni semiombreggiate.

Le fronde grandi, verde brillante, crescono fino a 50 cm di altezza e si fanno notare in ogni mese dell’anno, soprattutto in inverno, quando molte altre piante sono in riposo e il giardino rischia di avere un aspetto sguarnito.

La linguacervina risalta nelle bordure miste e nella roccaglia; se piantata in grandi vasi di terracotta il terriccio deve essere tenuto sempre umido. Come tutte le felci, non fiorisce ma, ogni primavera, produce nuove fronde. Si sviluppa lentamente, arrivando comunque a formare un cespo vistoso, largo 60 cm.

POSIZIONE

AsplenioCresce sia all’ombra sia in mezz’ombra ma, nella seconda ipotesi, la terra deve essere in grado di trattenere molta umidità.

PIANTAGIONE

La primavera è il periodo migliore per mettere a dimora all’aperto le nuove piante allevate in vaso, a condizione che il terreno non sia molto umido, gelato o troppo asciutto. Alcune settimane prima, incorporate in abbondanza nel terreno, a una profondità di 30 cm, un miscuglio di composta ben matura e letame.

Al momento della piantagione, innaffiate a fondo i vasi e verificate che il terreno preparato sia ben rastrellato. Disponete le piante in gruppi di numero dispari, distanziandole 30-45 cm. Innaffiate molto bene. Per evitare lo sviluppo di erbacce e impedire l’eccessiva evaporazione, coprite il terreno con uno strato di materiale organico dello spessore di 5 cm.

CONCIMAZIONE

AsplenioA inizio primavera, spargete un po’ di composta attorno alle felci; in alternativa, usate terriccio per funghi, che contiene calce e rende il terreno più alcalino. Non è necessario altro.

IL PRIMO ANNO

Per favorire lo sviluppo delle radici, durante la prima estate innaffiate spesso le nuove piante e i cespi divisi da poco tempo. Vaporizzate le fronde nei periodi siccitosi.

ASSOCIAZIONI CONSIGLIATE

Le foglie verdi e fresche dell’asplenio sono un ottimo complemento di altre piante coltivate per il loro fogliame ornamentale, come Hosta, e si associano bene a bulbose che fioriscono in primavera, come per esempio le scille.

CONSIGLI

Ogni primavera dal centro dell’asplenio spuntano nuovi germogli avvolti su se stessi. Le foglie si srotolano a poco a poco come serpentelli verdi in miniatura. Per apprezzarli al meglio, recidete con le forbici le vecchie fronde, tagliando il più possibile vicino all’attaccatura, per mettere in risolto quelle nuove, di un bel verde tenero. In ogni modo, se preferite non intervenire o non ne avete il tempo, le vecchie foglie moriranno spontaneamente un po’ per volta.