Muratura la posa delle perline

Dopo aver misurato l’altezza esatta della superficie da rivestire, si potrà procedere al taglio della prima perlina. Utilissima a questo proposito una troncatrice elettrica che consenta tagli rapidi e precisi; se non si è in possesso di questo strumento si può ripiegare su un seghetto elettrico, che però non consente tagli altrettanto soddisfacenti. La perlina dovrà essere tagliata più corta di 10 mm rispetto all’altezza totale della superficie da rivestire e dovrà poi essere collocata in prossimità di un angolo, così che la parte "maschio" si appoggi alla parete adiacente.

La perpendicolarità della perlina potrà essere verificata con il filo a piombo. Quindi potrà essere fissata ai listelli per mezzo di apposite graffette costituite da piastrine in lamiera zincata, munite di un dente che si inserisce nella scanalatura "femmina": inchiodata la piastrina al listello, avrete bloccato la perlina. Non necessariamente dovrà essere collocata una piastrina su ogni listello e, se preferite, in alternativa potrete utilizzare dei chiodini senza testa da inserire nella parte "maschio". Dopo aver collocato e fissato la prima perlina, si potrà procedere al taglio e al montaggio della seconda, incastrandola nella scanalatura della prima.

L’incastro potrà essere eseguito semplicemente con la spinta delle mani, così da far penetrare tutto il dente nella scanalatura, ma si potrà battere lateralmente sulla seconda perlina utilizzando un piccolo martello o un mazzuolo, dopo aver interposto un pezzetto di legno a incastro, ricavato da un piccolo taglio di una perlina. Ovviamente anche la seconda perlina dovrà essere fissata ai listelli per mezzo di piastrine o di chiodini.

Si tratterà poi di procedere tagliando via via le perline e fissandole alla parete, così da completare il rivestimento, mentre man mano che si incontreranno prese, interruttori o quant’altro sporga dal muro, bisognerà procedere a un taglio sulla perlina che sagomi le superfici per poter "superare l’ostacolo". Quest’operazione si effettua con facilità utilizzando preferibilmente un seghetto elettrico alternativo. Raggiunto l’angolo opposto della parete, si dovrà quasi certamente procedere a un taglio per il lungo di una perlina, perché difficilmente la larghezza di una parete corrisponderà precisamente alla somma delle larghezza delle varie perline.