PARASSITI DEGLI ALBERI DA FRUTTA

Per sbarazzarsi della maggior parte di questi insetti nocivi che strisciano sopra gli alberi da frutta, basta acquistare una soluzione di limetta e zolfo ed olio inattivo ad un vivaio e spruzzarlo sopra il tronco ed i rami delle travi orizzontali. Questo soffocherà le uova degli insetti. Ci servirà uno spruzzatore a pompa per questo genere di applicazione (è meglio noleggiarne uno). Se si vuole fare la mistura da soli, che sarà meno tossica e senza cherosene, mescolare una tazza di olio per uso alimentare e due cucchiai di Ivory Liquid Soap™ dentro un contenitore d’acqua da 1 gallone. L’olio ed il sapone devono essere mescolati all’inizio e dopo aggiungere l’acqua.

Per fermare le chiocciole e le lumache dal salire sopra i propri alberi da frutta, basta proteggere l’albero sistemando una striscia da 3 pollici di larghezza di rame sottile avvolgendolo completamente intorno al tronco a circa 1-2 piedi di distanza dal terreno.

Quando le mele cadono a terra sono la perfetta ubicazione per un certo numero d’insetti affinché comincino a farne la propria abitazione. Togliere qualsiasi mela o altro frutto appena cade per terra. Questo lavoro ridurrà considerevolmente la popolazione di emitteri che può causare dei danni agli alberi da frutta.

Molti insetti trascorrono la stagione invernale all’interno degli alberi in attesi dei climi più caldi della primavera. Sarebbe meglio eliminare questi insetti, prima che si attivino di nuovo. Un vernino speciale oppure degli oli inattivi dovrebbero essere usati, quando gli alberi sono inattivi. Questi sono degli oli molto pesanti che sono lenti ad evaporare e dovrebbero essere usati prima dell’inizio di una nuova crescita nella stagione primaverile. Gli oli non danneggiano l’albero, ma uccideranno gli insetti in vacanza. Assicurarsi che l’albero sia ben tenuto umido con acqua prima di spruzzare qualsiasi olio.

Per eliminare le brattee sopra gli alberi, basta usare della farina con semi di senape. Le brattee soffocheranno se la farina e sparsa o spruzzata sopra di esse. Per preparare una soluzione spray, basta miscelare 1 libbra di farina con semi di senape con 1 gallone di acqua ed usare uno spruzzatore.

Gli oli estivi o superiore pesano poco e possono essere usati, durante tutto l’arco dell’anno. Questi oli hanno l’abilità di soffocare gli insetti nocivi e le loro uova intasandoli. Assicurarsi che qualsiasi albero che deve essere oliato sia stato ben umidità prima che l’olio venga spruzzato. Se la pianta scarseggia di un tale trattamento, si possono danneggiare.

Non usare mai qualsiasi tipo di olio se la temperatura esterna supera i 90° f

MANDORLE

IL PROBLEMACAUSATO DA
Polpa di noce con vermi, intrecciata con materia fecale brunastraVerme dell’arancio ombelicato
Germogli giovani cominciano a seccarsi fino a parecchi pollici a partire dalla cima in primaveraInsetto trivellatore nei ramoscelli del pesco, tignola orientale del pesco
Le foglie legavano insieme con una tela intrecciata, i mangiatori del frutto giovaneTortrice

ALBICOCCHE

IL PROBLEMACAUSATO DA
I germogli giovani cominciano a seccarsi fino a parecchi pollici dalla cima in primavera, flussi di piccoli vermiInsetto trivellatore nei ramoscelli del pesco, tignola orientale del pesco
Frutto e foglie legati insieme e mangiati in primavera, cicatrici marrone sommerseTortrici, limantria, verme della frutta verde
Il frutto può avere dei vermi biancastri all’interno e cadere dall’albero prematuramenteCarpocapsa
Fogliame infestato con cimici verdi in primavera, foglie e ramoscelli hanno sopra della mielata. Buchi irregolari nelle foglie senza tela, buchiAfide della prugna farinosa, forfecchia
Buchi minuscoli dentro la frutta giunta a maturazione, scarafaggio verde con macchie nere che gironzolaScarafaggio del cetriolo
Frutta parzialmente mangiataUccelli e scoiattoli

I MELI

Bruco della mela

Queste sono delle larve di colore giallo-bianco che perforano una mela dopo che sono uscite da un uovo. Le uova: sono deposte dalle adulte tramite piccole forature dentro la mela. Le forature sono talmente piccole che difficilmente si riescono a notare. Il problema non potrebbe diventare evidente fino a quando non si morde la mela e si trova il verme. Il buco rivelatore apparirà nella mela quando il verme esce. Dopo essere diventati adulti i bruchi lasciano la mela e cadono per terra, si sviluppano in pupa e rimangono così per tutto l’inverno. Sono comuni dovunque cresce un melo. Sono conosciuti anche come la mosca del melo o verme della ferrovia.

È meglio catturare quest’insetto, quando è allo stadio di mosca prima che diventi un problema. Sistemare una trappola con un’esca miscelando 1 porzione di melassa a 9 d’acqua di rubinetto, aggiungere del lievito cosicché possa fermentare, in seguito versare il liquido dentro un contenitore con la bocca larga. Dopo che la fermentazione si rilassa, appendere i contenitori agli alberi.

Questa cosa indispettirà veramente uccidendole nello stesso momento. Appendere della frutta di plastica agli alberi e passare con il pennello del Tanglefoot™ o Stickem™ sopra la frutta. Loro cadranno rimando lì per il resto delle loro vite.

Uno dei sistemi migliori per eliminare gli scoiattoli è quello di applicare dei nematodi Nc sullo strato superficiale del terreno intorno ai meli tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. Con questo sistema si uccideranno tutti gli scoiattoli appena cadono per terra.

Se si appendono delle mele false, gialle e rosse, ai meli e si sistema del Tanglefoot o qualsiasi altra sostanza appiccicosa sopra di esse, si intrappoleranno le femmine che stanno andando a deporre le uova. Tutto questo dovrebbe essere fatto in primavera o all’inizio dell’estate per avere i risultati migliori. Si possono anche acquistare delle trappole che possono essere appese agli alberi.

La cimice della mela rossa

Questi insetti si trovano comunemente negli Stati Uniti del nord centrorientali. Le fessure sulla corteccia contengono le uova fino a quando non si schiudono maturando verso il mese di giugno. Si nutrono della frutta e lasciano delle piccole fessure color ruggine o lievi fossette. Se si spruzza l’olio inerte in ritardo, si dovrebbero eliminare gli insetti infestanti.

La calcide del seme di mela

Questa è una vespa minuscola che si trova negli Stati Uniti nordorientali e depongono le uova dentro le mele ed altra frutta. La mela avrà un aspetto increspato finché le larve si nutrono dei semi. Controllare la frutta alla ricerca di segni d’increspature e distruggere la frutta infestata per eliminare il problema.

Bufalo delle piante del luppolo

Queste cimici hanno una forma triangolare con il muso corto e le spalle appuntite. Fanno il loro danno tramite delle punture alla corteccia degli alberi per deporre le loro uova. Gli alberelli sono più sensibili al danno rispetto a quelli più vecchi. Le uova sono deposte nei mesi di settembre e ottobre. Se si ha questo problema non piantare l’erba medica, i legumi, o il trifoglio come coltura da copertura. La loro pianta preferita è il vilucchio, che può essere lasciato fuori dei frutteti. Spruzzare usando uno spray con olio inerme in modo da uccidere la maggior parte delle uova invernali.

Verme del cancro

Questo fa girare un filo di seta e si possono vedere che discendono dai rami dei meli. Se si coltiva il terreno sotto il melo nel corso della prima settimana di giugno, si avranno molte possibilità di eliminare molti di questi vermi finché non è giunto il momento in cui le larve non cominciano la discesa per arrivare sul terreno.

Spruzzare del Bt è un metodo raccomandato nel controllo di questi insetti. Spruzzare ad aprile o maggio per avere i risultati migliori.

IL PROBLEMACAUSATO DA
Materiale granulare di colore marrone intorno al torsolo che può lasciare dei buchiCarpocapsa
Foglie e fiori legati e mangiati, cicatrici con un colore bronzeoTrortrici
Foglie mangiate in primavera, piccoli foriLimantria occidentale
Macchie irregolari sul lato superiore delle foglie, sembrano delle bolleCameraria ohridella
Ammassi cotonacei bianchi sopra aree legnose dell’albero, escrescenze bitorzolute sui rami e le radici, mielata e muffa neraAfide lanoso della mela
Foglie nuove distorte e arricciate, mielataAfide rosa della mela
Crescita bloccata, presenza di mielata e muffa nera sopra le foglie e la fruttaAfide della mela verde
Pezzi di mele persiUccelli e scoiattoli

Carpocapsa

Questo bruco penetrerà nel torsolo della mela ed è una delle cimici più rilevanti in quanto procurano molti danni. Ci sono alcuni metodi per controllare naturalmente quest’insetto.

Uno dei controlli migliori è quello di fasciare l’albero. Durante la primavera usare delle strisce di cartone corrugato per attirare le larve che sono alla ricerca di un posto dove filare il loro bozzolo. Avvolgere le strisce in modo da aumentare lo spessore; allora stringerle saldamente. Le sporgenze esposte dovrebbero essere rivolte verso l’albero, in caso contrario, le larve non fileranno i loro bozzoli, nei periodi caldi si devono togliere le strisce ogni due settimane e nei periodi freddi circa ogni tre settimane, allora togliere ed uccidere le larve.

Tentedrine europea della mela

Questa è una cimice di colore marrone e giallo con parecchie linee trasversali. È alquanto più grande di una mosca domestica ed è attiva della parte nordorientale degli Stati Uniti. Le larve vivono appena sotto la buccia del frutto finché non sono mature per un terzo ed allora scavano nel frutto e fanno un grosso danno.

Questo è un insetto nocivo con un grosso appetito ed infesterà i seguenti alberi: l’albicocco, il ciliegio, il acero bianco, l’olmo, l’hickory, il castagno, il tiglio, la quercia, il pesco, il prugno, il platano occidentale ed il salice. Loro stanno scavando delle gallerie che allo stato attuale fanno trasparire la corteccia nelle aree nascoste. Le larve trascorrono il periodo invernale in queste gallerie.

Le gallerie alla fine vengono riempite con una polvere secca conosciuta come “l’escremento pr4odotto dagli insetti,”, che è composta di escrementi e segatura prodotti dalla trivellazione. Quelle adulte e che hanno un colore bronzeo scuro, sono le blatte le quali hanno una lucentezza metallica. Le blatte vengono fuori nei mesi di maggio e giugno e si riposeranno nei lati assolati degli alberi e deporranno le proprie uova nelle fessure dell’albero.

Gli alberi che sono stati trapiantati ed i germinelli, hanno bisogno di essere protetti con un avvolgimento di tela ruvida o cartone dalla base fino ai rami più alti.

Si può applicare una generosa mano di pittura bianca esternamente in lattice al tronco dell’albero, per proteggerli da questi insetti.

Insetto dalla testa rotonda che scava nella mela

Questo insetto ama molto scavare delle gallerie in profondità nel tronco del melo vicino al terreno. Le infestazioni indeboliranno l’albero e possono far morire quelli giovani. Essi possono mangiare sia il frutto che le foglie. Se si scoprono delle colate di colore marrone sopra oppure appena sotto il terreno, si comprende che sono attivi. Se si vedono dei buchi, far serpeggiare un filo metallico dentro il buco in modo da ucciderli.

Se si usa un sapone per lavare molto denso applicarlo alla parte più bassa del trono in modo da scoraggiare le blatte dal deporre le proprie uova.

Le cicadellidi della mela bianca

Quando si nutrono, queste cicadellidi spostano una grossa quantità di clorofilla e lasciano le foglie con dei fori bianchi. Le ninfe hanno un colore giallo pallido e si nutriranno sulle parti sottostanti delle foglie. Lasceranno delle macchie scure di escrementi dietro di sé. Spruzzando del rotenone si risolverà il problema.

Uno dei sistemi migliori per ridurre il problema che si ha con queste cimici è quello di eliminare qualsiasi frutto che è caduto in terra. La maggior parte delle volte in cui la frutta cade prematuramente è dovuto ad un’infestazione.

Parecchi agricoltori permettono ad un maiale di correre liberi nell’orto e mangiare tutti i frutti caduti. Questo risolve qualsiasi problema di dovere raccogliere la frutta che è caduta.

L’irrorazione funziona nel controllare parecchi insetti infestanti che attaccheranno i propri alberi da frutta. Spruzzare il Rotenone oppure la Ryania verso il fiore ed i petali cadranno per avere i risultati migliori.

I CILIEGI

Il verme della ciliegia

Questo verme esce dal guscio verso la fine del mese di maggio nella parte nordorientale degli Stati Uniti. Le larve di questo verme con un colore rosastro scavano dentro le ciliegie e si nutrono per circa due settimane. L’adulto di questo verme è veramente una falena grigia con delle macchie di colore grigio. Deporrà le proprie uova sopra la frutta verso la metà del mese di luglio e si schiuderanno sottoforma di piccoli bruchi verdi, che continuano a mangiare le ciliegie vicino allo stelo ed innalzano la propria rete intorno ad un grappolo di ciliegie.

Ci sono due parassiti che sono usati per controllare queste cimici. Il primo è un fungo parassita chiamato Beauvaria bassiana, che è anche usato contro il verme del mirtillo ed il secondo è una vespa parassita chiamata Trichogramma minutum.

I grossi frutteti commerciali alcune volte sono allagati per sbarazzarsi di questi insetti ed anche di altri. In quelli più piccoli anche raccoglierli a mano funziona bene.

Cimici curculio

Queste piccolissime cimici si nutrono di foglie tenere, gemme e fioriture di diversi alberi da frutta appena hanno finito di sbocciare. Faranno dei buchi circolari nella frutta appena fruttificata. Le femmine depongono le uova e la larva continua a mangiare la frutta per circa 15 giorni, giunta alla fine esce ed entra nel terreno. Giunto a quel momento continua a formare un duro guscio e si trasforma in pupa.

Quando queste cimici sono dentro l’albero che poi viene agitato, esse tendono a raggomitolarsi formando una palla e poi muoiono. Esse cadranno facilmente dall’albero in un grosso tarpaulin sistemato sotto l’albero. Quando l’albero viene agitato cadono tutte quante dentro il tarpaulin in vendita.

Se si permette alle galline di gironzolare intorno agli alberi da frutta, loro risolveranno il problema mangiando le larve, mentre scendono. Questo porrà fine al loro ciclo vitale in un modo molto efficace.

ALBERI DI AGRUMI

IL PROBLEMACAUSATO DA
Brattee dal colore rossiccio-marrone sopra le foglie ed i ramoscelli, le foglie ingialliscono e cadonoBrattea rossa della California
La frutta e le foglie hanno della mielata e della gelatina fuligginosa di colore neroBrattee morbide
Foglie arricciate e dovrebbero avere della mielata e della gelatinaAfidi
Mielata sopra la frutta e le foglie, le mosche volano via quando sono disturbateMosche bianche
Mielata sopra la frutta e le foglie, secrezioni cotonacee sopra le foglie ed i ramoscelliBrattea cuscino cotonacea
Frutta e foglie con mielata e gelatina neraCimici farinose
Cerchio intero o parziale di tessuto graffiato sullo stelo e la buccia della frutta, foglie giovani potrebbero essere deformateTripidi della pianta di agrumi
Frutta graffiato ma nessun cerchio intorno allo steloAbrasione causata dal vento
Buchi nei fiori, nelle foglie o nei nuovi fruttiLarva dei coleotteri del genere Agriotes dell’agrume
Foglie nuove con buchi, unite con una membranaTortrice
Foglie e frutta verde hanno un disegno giallo a puntiniAcaro rosso dell’agrume

OLMI

Brattea europea dell’olmo

Questi insetti nocivi possono essere facilmente notati sopra la corteccia degli alberi verso l’inizio dell’estate, che è il momento in cui le brattee raggiungono la loro maturazione. Le brattee hanno una forma ovale, un colore rossiccio-porpora ed hanno una secrezione bianca e cerea. Se si rompono con le dita, provocheranno una chiazza rossa. Fanno ingiallire prematuramente le foglie dell’albero, specialmente sopra i rami più bassi. Se l’infestazione è brutta le foglie assumeranno un colore grigio-verde e appassiscono.

Uno dei sistemi più semplici per eliminare le brattee è quello di usare un energico getto d’acqua usando il manicotto di un impianto d’innaffiamento da giardino. Se quel sistema non funziona usare uno spray di olio dormiente all’inizio della primavera.

Acaro rosso europeo

Questo attacca gli alberi da frutta. Quello adulto è molto piccolo e la femmina ha un colore rosso scuro con alcune macchie bianche. L’infestazione più seria solitamente si verifica nel periodo più caldo dell’estate verso luglio e agosto. Si nutrono di clorofilla ed il fogliame assume un colore bronzeo ed in seguito la frutta cade prematuramente come se fosse piccola e scarsa nel contenuto di zucchero. Se l’infestazione sopraggiunge presto, la gemma piantata per l’anno seguente deve essere ridotta.

Usare una quantità di olio dormiente spray superiore all’inizio della primavera per uccidere le uova sopravvissute all’inverno. Questo è uno dei metodi migliori per eliminare il problema. Per la maggior parte del tempo i predatori naturali si prenderanno cura del problema fino a quando gli acari non sono alla base della catena alimentare.

La tortrice dell’albero da frutta

La tortrice preferisce gli alberi di agrumi e molti alberi di drupa. Ai bruchi piace nutrirsi delle foglie giovani, delle gemme e frutta in via di sviluppo. La maggior parte dei danni si verifica in primavera ed i primi mesi dell’estate. Verso la metà dell’estate l’insetto non è inattivo durante lo stadio di uovo fino alla primavera quando entra nuovamente in azione. Il bruco ha un colore verde ed ha una brillante testa nera e si nutrirà dentro le foglie arrotolate o nelle fioriture. Quando viene disturbato cadrà sopra una piccola quantità di filo.

Uno dei metodi migliori per controllare questi insetti nocivi è quello di spruzzare l’olio nel mese di gennaio o febbraio prima che qualsiasi gemma cominci ad aprirsi per uccidere gli ammassi di uova sopra i ramoscelli.

Tignola orientale del pesco

Quelle allo stadio larvale si aprono una galleria dentro i germogli dolci di pesca ed altri frutti molto presto nella stagione e poi entrano nel frutto. Se si raccoglie una pesca con dei vermi di solito è questo l’insetto da incolpare. Le larve mature hanno un colore rosastro ed una lunghezza di circa mezzo pollice. La prima indicazione riguardante un problema del genere è l’avvizzimento della parte terminale dei germogli in crescita. Non è semplice identificare il problema, quando i vermi stanno mangiando la pesca intorno al nocciolo. Si potrebbe qualche volta notare un residuo gommoso all’esterno della pesca. Se entrano attraverso un piccolissimo foro nello stelo non si potrebbero notare fino a quando non è ormai troppo tardi. Gli spray con olio inerte non funzionano contro questi insetti.

C’è un solo parassita molto utile e che salverà il raccolto. La vespa Macrocentrus ancylivorus è stata usata in maniera molto efficace, quando è stato individuato questo insetto.

Un prodotto a base di ferormoni relativamente nuovo chiamato Isomate-M™ distruggerà il loro accoppiamento ed il processo di riproduzione. È stato usato con molto successo soltanto nei frutteti

IL FICO

IL PROBLEMACAUSATO DA
Caduta prematura del frutto, perdita delle foglie, crescita bloccata, piccolissimi nodi alle radiciNematodi
Foglie punteggiate di giallo con un forte tessuto a strisceAcari ragno
Piccole blatte nere sulla frutta maturaColeottero
La frutta ha un aspetto bitorzoluto, brattea a forma di valva d’ostrica sopra le foglie, i ramoscelli e la fruttaBrattea del fico
Superficie della frutta rigataBlatta della frutta verde
Linfa e segatura fuoriescono dai ramiVerme falegname

IL PESCO

IL PROBLEMACAUSATO DA
I germogli giovani muoiono a parecchia distanza dalla punta, i vermi vivono nei germogli, frutta giunta a maturazione infestataInsetto trivellatore dei ramoscelli del pesco, tignola orientale del pesco
Le foglie si arricciano, sono visibili dei piccolissimi insetti verdiAfidi della pesca verde
Le foglie nuove ingialliscono e diventano rossicce e si arriccianoBolla del fungo
Le foglie sono gialle, le radici hanno delle scorticatureNematode del nodo della radice

I trivellatori del pesco

Questi sono dei parenti di quelli della vite ed in prevalenza si trovano in tutta l’America del nord. Provocheranno dei danni ai peschi intorno ad un’altezza inferiore ai 10 pollici del tronco e cominceranno fino alla linea del suolo. Le larve, si nutrono sotto la superficie del terreno oppure sotto la corteccia e possono praticare completamente un’anellazione nell’albero. Questo è anche uno dei parassiti peggiori degli alberi di drupa.

Sono capaci di uccidere gli alberelli e faranno indebolire gli alberi per resistere alle avverse condizioni climatiche e possono anche ridurne la produttività.

È una cosa comune portarsi a casa questo trivellatore dalla stanza dei bambini e si dovrebbe prestare molta attenzione a qualsiasi albero prima di acquistarlo. Nel caso se ne vede uno, si dovrebbe cominciare a cercarne altri. Molti dei controlli menzionati per ricercare i trivellatori della vite funzioneranno altrettanto bene per questi.

Sistemando uno strato di farina fossile intorno alla base dell’albero verso l’inizio della primavera s’impedirà a questi insetti di arrivare all’albero. Anche il tabacco in polvere funziona bene, ma potrebbe nuocere agli animali domestici ed anche ad altri animali.

Se si spruzza della metilamfetamina in cristalli (veleno) intorno alla base degli alberi verso la fine dell’estate ed in seguito coprendoli con 3-4 pollici di terra, ammassando il tutto intorno al tronco degli alberi si eliminerà il problema. Essere sicuri e rimuovere la terra ammucchiata prima che arrivino le piogge invernali oppure irrigare gli alberi. Nocivo: agli animali ed agli esseri umani.

Per bloccare questi insetti, basta infilare un pezzo di stagno dentro il terreno intorno al tronco dell’albero. Lasciare uno spazio di circa due pollici tra lo scudo di stagno e la corteccia dell’albero. Verso la metà del mese di maggio riempire la fessura con della polvere di tabacco e quando piove essa diventerà una potente barriera. Questo trattamento dovrebbe essere fatto ogni mese di maggio.

I PERI

La psilla del pero

Le ninfe sono delle piccole cimici di colore giallo che si nutriranno in cima alle foglie riducendole ad uno scheletro. Quelle adulte hanno un colore arancione scuro con delle ali trasparenti ed assomigliano a cicale in miniatura. Esse andranno in letargo sotto i bordi della corteccia ruvida dei rami del tronco dell’albero ed escono durante i primi giorni caldi del mese di aprile. In seguito depositeranno le loro uova nelle cicatrici di vecchie foglie, spaccature e fenditure. Se l’infestazione non è catturata in tempo entro la metà dell’estate, un albero con una brutta infestazione diventerà nero sulle foglie, le quali cadranno prematuramente.

Spolverare con della pietra calcarea funzionerà allo stesso modo, in ogni caso, una buona spruzzata con dell’olio inerme in primavera è anche meglio. Applicare una soluzione al 2% di olio appena le gemme cominciano a gonfiarsi e la psilla sta cominciando a deporre le proprie uova gialle sopra i ramoscelli e le gemme. Se esse si sono già stabilite, a quel punto si avrà bisogno di spruzzare lungo tutto l’albero dell’acqua saponata nel modo più duro possibile in modo da non causare però dei danni alle gemme.

Esiste una vespa calcide che eliminerà l’insetto infestante chiamato Trechnites insidiosus. Solo una vespa parassita colpirà oltre il 90% delle ninfe durante i mesi di luglio e agosto nei frutteti dove non è stato usato lo spray.

Brattea san jose

Questo piccolo succhiatore di linfa, la succhierà dagli alberi da frutta come il pero oppure il pesco e quasi qualsiasi altro albero a cui può arrivare. Delle serie infestazioni danneggeranno l’albero e distruggeranno definitivamente un certo numero di rami. La femmina matura ha un colore giallo e la dimensione di una capocchia di spillo. Quando quelle giovani escono dal guscio sino talmente leggere che il vento le trasporterà verso altri alberi. Gli alberi d’arancia Osage sopporteranno questi insetti infestanti, anche se il frutto di quest’albero (mele da siepe) respingerà molti altri insetti.

In modo da controllare la brattea si dovrà spruzzare sopra le nuove gemme verso l’inizio della primavera, un’emulsione a base di olio. Questo trattamento dovrebbe essere ripetuto circa una settimana dopo in modo da assicurare dei buoni risultati.

Il parassita Aphytis melinus è stato usato in maniera molto efficace contro la brattea. Sono disponibili in commercio attraverso il proprio vivaio o negozio che vende articoli per il giardinaggio.

Trivellatore che fa fori simili a quelli di mina

Questa piccola blatta di colore marrone scuro vive e si riproduce sotto la corteccia del pero e del pesco. I fori da cui nascono queste blatte, sono simili a piccoli buchi prodotti da pallettoni. Solitamente si trovano negli stati del nord e adorano gli alberi deboli.

IL PROBLEMACAUSATO DA
Vermi dentro la frutta, granuli marroni nei buchiCarpocapsa
Foglie e fiori mangiati e ordinatamente legati insieme e poi con dei fili, frutta giovane scanalataTortrice
Le foglie hanno delle macchie di colore marrone o rosa, e ridotte ad uno scheletroLarva di tentredine del pero
Macchie irregolari sul lato superiore delle foglie, piccole bolle sul lato di sotto della fogliaCameraria ohridella
Frutta e fogliame hanno mielata ed insetti di colore giallo sopra le foglie, albero sfrondatoPsilla della pera
La frutta ha della mielata chiara e della muffa neraCimici farinose
Foglie storte, nuovo fogliame striminzito, insetti verdi sopra le gemme nuoveAfidi
La frutta è marroncina e ruvida, il fogliame ha un aspetto secco e indebolitoAcaro della ruggine del pero
Bolle rossastre sui fiori e le gemme stanno diventando marroni e nereAcari che provocano gonfiore
Fori rotondi lungo i margini della foglia in primaveraTentredine della pera della California

PRUGNE E SUSINE

IL PROBLEMACAUSATO DA
I germogli teneri si seccano a 1-7 pollici dalla punta durante la primavera, bruchi all’internoTrivellatore del germoglio di pesca
Foglie legate strette insieme con un tessuto a strisce in primaveraTortrici, tortrice arancione
Foglie attaccate al frutto con un tessuto a strisce in estateFalena del germoglio avvistato
Macchie brunastre sulle foglie e ridotte ad uno scheletroLarva di tentredine del pero
Nuova crescita con insetti verdi, foglie arricciate, frutta spaccata, sostanza farinosa biancaAfide della susina

I NOCI

IL PROBLEMACAUSATO DA
Le noci verdi cadono o si seccano sopra l’albero, tessuto a strisce sulla noce, noci vecchie infestate dai vermiCarpocapsa
Noci infestate dai vermi nel momento del raccolto, coperte con un tessuto a strisce e materiale marroneVerme dell’arancio ombelicato
Foglie legate con un tessuto a strisce e mangiate in primaveraTortrice
Piccolissime macchie nere sopra gli involucri annerendo le zone morbide, il mallo sta ancora beneMosca del mallo della noce
Foglie coperte con mielata e muffa nera, le noci diventano abbronzateAfide della noce