SIGARAIO ( BYCTISCUS BETULAE )

Più conosciuto come “ il sigaraio della vite” è un coleottero dai colori metallici di verde e blu e una corazza molto resistente, non più lungo di 10mm. Il sigaraio della vite non attacca soltanto questa specie di pianta, ma anche ciliegi, meli pioppi e altre ancora. Il suo nome deriva appunto dalla capacità di questo piccolo coleottero di arrotolare le foglie a forma di sigaro facendole poi seccare. Per ottenere questa forma la femmina pratica un foro nel picciolo, lascia che la foglia si secchi e si pieghi perpendicolarmente al ramo, successivamente, partendo dalle estremità, il maschi iniziano ad arrotolare la foglia che rimane arrotolata grazie ad una colla che la femmina emette mentre depone centinaia di uova così protette all’interno del “sigaro”. Dopo due settimane circa le larve che nascono vi trovano sia protezione che nutrimento sufficiente fino all’estate inoltrata, quando le foglie cadono a terra. Le larve completata la metamorfosi in insetti adulti, con l’autunno, iniziano a penetrare nel terreno a circa 20cm di profondità per passarvi l’inverno.

I danni: è un coleottero che non provoca mai particolari danni ne per quanto riguarda la qualità che la quantità.

Sistemi di lotta: solo in caso di forti infestazioni si possono usare insetticidi cloro derivati, ma normalmente è sufficiente eliminare le foglie arrotolate raccogliendole e distruggendole.