Sito in costruzione

REGOLAMENTO COMUNALE SUI RIFIUTI URBANI

Il nuovo Regolamento Comunale sulla gestione dei rifiuti urbani (Del. 105 in vigore dal Maggio 2005) è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta gestione dei rifiuti.

Quei comportamenti già sperimentati quotidianamente da centinaia di migliaia di famiglie romane diventano ora un insieme di regole che stabiliscono un impegno di civiltà per tutti i cittadini.

Tra le maggiori novità del Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti, vi è l’obbligo per tutti i cittadini di effettuare correttamente la raccolta differenziata, separando in casa i materiali riciclabili (carta, plastica, vetro, metalli, ecc.) e depositandoli negli appositi cassonetti.

Inoltre, per garantire il decoro della città è vietato lasciare i rifiuti fuori dai contenitori e per assicurarne la funzionalità è vietato imbrattare o danneggiare i cassonetti.

Di seguito sono elencate le norme principali contenute nel regolamento.

LE NORME PRINCIPALI

Raccolta differenziata

Tutti i materiali riciclabili devono essere raccolti in modo differenziato e depositati negli appositi contenitori. Solo se il contenitore per la raccolta differenziata più vicino è a oltre 500 metri dall’ingresso della propria abitazione o proprietà, si potrà usare il cassonetto verde.

Sanzioni: dai 50 ai 300 euro per chi non svolge correttamente la raccolta differenziata.

Mai fuori dal contenitore

È vietato abbandonare qualsiasi rifiuto fuori dai contenitori. Se il cassonetto dovesse essere pieno si dovrà utilizzare quello vuoto dello stesso colore più vicino. Per risparmiare spazio e garantire igiene e sicurezza, inoltre, è necessario ridurre di volume i rifiuti prima di introdurli nel sacchetto e chiudere bene la busta. I rifiuti indifferenziati vanno gettati preferibilmente in orario serale.

Sanzioni: dai 25 ai 619 euro a seconda del tipo di materiale abbandonato fuori dai cassonetti.

Pulizia delle strade

Per mantenere pulita la città è necessario utilizzare correttamente i cestini porta rifiuti, evitando di danneggiarli o di introdurvi rifiuti voluminosi.

Durante la pulizia meccanizzata delle strade i cittadini dovranno rispettare il divieto di sosta nei giorni prestabiliti per permettere di pulire il bordo della strada.

Posizionamento dei cassonetti

I luoghi in cui sono posizionati i cassonetti sono stati scelti da AMA in accordo con i Municipi, secondo uno specifico piano che prevede modifiche solo sulla base di motivazioni adeguate.

Nei prossimi mesi è prevista la sostituzio ne di migliaia di cassonetti.

É comunque vietato spostare il contenitore per parcheggiare o per qualsiasi altro motivo.

Sanzioni: dai 50 ai 300 euro per chi sposta i cassonetti.

Cassonetti accessibili

Raccogliere i rifiuti è più semplice se i contenitori sono accessibili ai cittadini e ai mezzi AMA. Per questo è vietato parcheggiare davanti o a ridosso dei cassonetti. Bloccare gli sportelli con cassette o altri oggetti danneggia il cassonetto ed è una delle prime cause di malfunzionamento. L’affissione di adesivi e manifesti, così come qualsiasi tipo di scritta o danno all’estetica del contenitore non sono permessi.

Sanzioni: dai 50 ai 300 curo per chi intralcia, danneggia o imbratta i cassonetti.

Rifiuti ingombranti e calcinacci

L’abbandono dei rifiuti ingombranti e dei calcinacci vicino ai cassonetti o in altre zone della città è vietato ed è il primo passo per la nascita delle discariche abusive.

Sanzioni: dai 103 a 619 euro per chi abbandona rifiuti ingombranti o calcinacci.

Discariche abusive

I rifiuti abbandonati devono essere rimossi dal proprietario o dal concessionario dell’area in cui si trovano. Per le aree di uso pubblico, come strade, aree verdi, ecc, la rimozione è a carico di chi si occupa della loro manutenzione (Comune o altri soggetti pubblici e privati). Se i responsabili dell’area non dovessero provvedere alla rimozione dei rifiuti, l’Amministrazione Comunale potrà intervenire e si rivarrà sui responsabili per i costi di bonifica.

Deiezioni canine

Le deiezioni canine danneggiano fortemente il decoro urbano e la pulizia delle strade. I proprietari dei cani devono sempre avere con sé appositi sacchetti adatti a raccogliere gli escrementi.

Sanzioni. dai 50 ai 300 euro per chi conduce il cane senza sacchetti o lascia la strada sporca.

CASSONETTI BIANCHI PER CARTA, CARTONCINO E CARTONE

Gli 11 mila cassonetti e campane bianche sono destinati alla raccolta differenziata dei materiali cartacei. La carta e il cartone raccolti da AMA saranno poi consegnati alle cartiere che aderiscono al consorzio COMIECO che garantisce il riciclo e la produzione di nuova carta, cartone e cartoncino.

COSA INSERIRE

  • Imballaggi in carta, cartone e cartoncino di varie dimensioni
  • Scatole, scatoloni, ecc.
  • Giornali, riviste, quaderni, ecc.
  • Depliant, volantini, ecc.
  • Cartoni per bevande

COSA NON INSERIRE

  • Rifiuti non cartacei
  • Carta o cartone sporchi di cibo o di altre sostanze
  • Carta oleata e plastificata
  • Piatti e bicchieri plastificati
  • Buste o sacchetti di plastica

COME INSERIRE LA CARTA NEI CASSONETTI BIANCHI

  • Piegare e spezzare i cartoni
  • Inserire la carta senza eventuali sacchetti di plastica
  • Non lasciare la carta fuori dal cassonetto: se è pieno cercarne uno vuoto nelle vicinanze

CASSONETTI BLU PER VETRO, PLASTICA E METALLI

Nei circa 11 mila cassonetti e campane blu della raccolta multimateriale possono essere inseriti i contenitori in vetro, plastica e piccoli imballaggi in metallo (alluminio e banda stagnata). Dopo la raccolta, AMA si occupa della separazione delle singole tipologie di materiali e della consegna agli impianti di riciclo.

COSA INSERIRE

  • Bottiglie, vasetti e barattoli di vetro
  • Bottiglie, flaconi e vasetti di plastica
  • Lattine per bevande
  • Vaschette e fogli in alluminio
  • Scatolame di metallo per alimenti
  • Tappi a vite e a corona di metallo
  • Bombolette spray
  • Gusci e barre di polistirolo

COSA NON INSERIRE

  • Ceramica e porcellana
  • Lampadine e lampade al neon
  • Piatti bicchieri e posate di plastica
  • Contenitori per solventi e vernici etichettati T e/o F
  • Oggetti in plastica, metallo o vetro, diversi dai contenitori (giocattoli, apparecchiature elettriche, lastre di vetro, ecc).

COME INSERIRE I MATERIALI NEI CASSONETTI BLU

  • Vuotare del tutto le bottiglie
  • Sciacquare i flaconi e i contenitori per eliminare i residui di cibo
  • Ridurre il volume dei rifiuti
  • Non lasciare i materiali fuori dal cassonetto se è pieno cercarne uno vuoto nelle vicinanze

CASSONETTI VERDI PER I RIFIUTI NON RICICLABILI

Negli oltre 44 mila cassonetti verdi presenti a Roma devono essere depositati solo i rifiuti che non possono essere riciclati. AMA si occuperà poi della raccolta quotidiana e del corretto smaltimento dei rifiuti raccolti. I sacchetti non vanno mai lasciati fuori dal contenitore.

COSA NON INSERIRE

  • Materiali destinati alla raccolta differenziata (vetro, plastica, carta, ecc.)
  • Materiali impropri o pericolosi (ceneri, carboni accesi, ecc.)
  • Sostanze liquide
  • Calcinacci o pneumatici
  • Rifiuti ingombranti
  • Contenitori di sostanze tossiche

COME INSERIRE I MATERIALI NEI CASSONETTI VERDI

  • Ridurre il volume dei rifiuti
  • Raccogliere i rifiuti in un sacchetto ben chiuso
  • Depositare i sacchetti preferibilmente nelle ore serali
  • Non lasciare i sacchetti fuori dal cassonetto: se è pieno cercarne uno vuoto nelle vicinanze

LE ALTRE RACCOLTE DIFFERENZIATE

Pile scariche

Depositare le pile scariche negli appositi contenitori presenti presso le sedi dei Municipi, le scuole elementari e medie, le sedi di zona AMA e numerosi negozi di articoli elettronici.

Farmaci scaduti

Depositare i farmaci scaduti negli appositi contenitori presenti presso le farmacie, le ASL e le sedi di zona AMA. Non bisogna depositare farmaci citotossici o citostatici.

Indumenti usati e accessori di abbigliamento

Depositare gli indumenti e gli accessori negli appositi contenitori stradali presenti in tutti i Municipi.

Consumabili da stampa

Cartucce di toner, nastri di stampanti, unità tamburo per fotocopiatrici, ecc. devono essere consegnati presso le Isole Ecologiche, i Centri di Raccolta o le sedi Ama.

Batterie al piombo

Le batterie al piombo per l’avviamento di auto, moto e camion devono essere smaltite dall’officina che effettua la sostituzione. In caso di riparazioni fai-da-te, devono essere consegnate presso le Isole Ecologiche, i Centri di Raccolta o le sedi Ama.

Neon e termometri

I termometri rotti contenenti mercurio e le lampade al neon devono essere consegnati presso le Isole Ecologiche o i Centri di Raccolta.

PARTICOLARI MODALITÀ DI RACCOLTA DEI RIFIUTI

Raccolta porta a porta

La particolare struttura urbanistica e architettonica della città di Roma impedisce di posizionare i normali cassonetti in alcune zone. Per questo AMA ha sviluppato uno specifico servizio di raccolta “porta a porta” dei rifiuti. La raccolta “porta a porta” è attualmente attiva nel Centro Storico, a Trastevere e nelle zone di Piazza Indipendenza e del Viminale.

In tali zone i cittadini debbono lasciare i rifiuti all’interno del condominio nei modi e secondo gli orari comunicati da AMA.

Compostaggio domestico

I rifiuti organici possono essere riciclati direttamente in giardino e permettono di produrre compost, un concime naturale adatto a vasi, orti e prati. AMA consegna gratuitamente la compostiera a chi effettua il compostaggio domestico e applica una riduzione del 30% sulla parte variabile della Tariffa Rifiuti.

Per avere diritto alla riduzione occorre avere un giardino di almeno 25 metri quadri per ogni componente il nucleo familiare. Le nuove richieste possono essere inviate ad AMA dal 1° ottobre al 30 novembre di ogni anno.

Rifiuti ingombranti

I rifiuti ingombranti (mobili vecchi, materassi, elettrodomestici, apparati elettronici, ecc.) non possono essere abbandonati accanto ai cassonetti o in altri luoghi della città. Per questo AMA ha messo a disposizione dei cittadini vari modi per liberarsi in tutta comodità dei rifiuti ingombranti:

  • Consegnarli gratuitamente presso un’Isola Ecologica o un Centro di Raccolta AMA (per maggiori dettagli vedere le pagine successive)
  • Consegnarli gratuitamente durante le “Domeniche di raccolta straordinaria dei rifiuti ingombranti” che AMA e il TGR Lazio organizzano nel corso dell’anno. (Per maggiori informazioni è possibile chiamare il Numero Verde AMA 800.867035 o consultare il sito internet www.amaroma.it)
  • Richiedere il servizio di ritiro a domicilio a pagamento dei rifiuti ingombranti “Riciclacasa”. Il servizio viene svolto per appuntamento dal lunedì al sabato (eccetto festività) dalle ore 9.00 alle 18.00. I prezzi dipendono dalla quantità di rifiuti da smaltire e dal tipo di ritiro: al piano d’abitazione o al livello stradale.

ISOLE ECOLOGICHE E CENTRI DI RACCOLTA

Le Isole Ecologiche e i Centri di Raccolta sono strutture AMA rivolte ai cittadini che debbono liberarsi di alcune particolari tipologie di rifiuti, come:

  • Ingombranti
  • Elettrodomestici per il freddo
  • Apparati elettronici
  • Inerti e calcinacci (piccole quantità)
  • Metalli
  • Legno
  • Carta e cartone
  • Consumabili da stampa
  • Batterie al piombo
  • Lampade al neon e termometri
  • Pile esauste E
  • Farmaci scaduti
  • Sfalci e potature

Inoltre è da poco attivo il nuovo servizio di raccolta differenziata dei contenitori vuoti di sostanze pericolose quali, per esempio, solventi e vernici.

L’ingresso alle Isole Ecologiche e ai Centri di Raccolta è consentito ai soli privati alla guida di veicoli di peso complessivo inferiore ai 35 quintali e non per conto terzi.

DEIEZIONI CANINE

Ogni giorno a Roma circolano più di 200.000 cani. Il “migliore amico dell’uomo”, oltre a essere fonte di infinite gioie, può anche causare non pochi disagi alla nostra città. I suoi escrementi, infatti, se depositati in luoghi non idonei provocano, non solo degrado, ma il rischio di inconvenienti più seri, anche sanitari. E chi ne fa le spese sono i cittadini, principalmente le fasce più deboli, bambini, anziani, non vedenti.

Per questo il regolamento sui rifiuti prevede delle norme semplici che permetteranno di mantenere pulite le strade della città.

E’ vietato lasciare che il proprio cane sporchi il suolo pubblico o le aree di uso pubblico.

È obbligatorio:

  • Portare con sé sacchetti o buste di plastica impermeabili e richiudibili adatte a raccogliere gli escrementi del proprio cane
  • Raccogliere immediatamente gli escrementi con il sacchetto
  • Depositare il sacchetto in un cassonetto verde o in un cestino gettacarte.

ZANZARA TIGRE

La zanzara tigre (il cui nome scientifico è Aedes albopictus) punge di giorno e, sebbene non trasmetta alcuna malattia, le sue punture sono particolarmente fastidiose. Per svilupparsi le larve hanno bisogno di contenitori pieni d’acqua.

Parallelamente agli interventi di disinfestazione pianificati dall’Amministrazione Comunale, i cittadini possono fare molto per evitare il diffondersi della zanzara tigre, seguendo questi semplici consigli:

  • Evitare la formazione di piccole raccolte d’acqua, rimuovendo contenitori tipo barattoli, annaffiatoi e soprattutto sottovasi, che permettono lo sviluppo delle larve di zanzara
  • Coprire con teli di plastica, avendo cura di non creare avvallamenti, o con zanzariere, contenitori non rimuovibili come vasche, bidoni, fusti d’irrigazione
  • Dove non è possibile eliminare i contenitori, si possono utilizzare speciali insetticidi
  • Tenere ben rasata l’erba dei giardini privati e condominiali ed eliminare le sterpaglie
  • Immettere pesci rossi (Carassius auratus), che si nutrono delle larve di zanzara, nelle vasche dei giardini privati
  • Diffondere questi consigli tra i vicini e i conoscenti.

Comments are closed.