L’interruttore a filo (chiamato anche interruttore volante) è collocato lungo il cavo di alimentazione delle lampade da tavolo. È utilizzato per comandare apparecchiature di bassa potenza, quali appunto le lampade, perché al suo interno i contatti sono dimensionati per piccole intensità di corrente: a nessuno verrebbe mai in mente di accendere e spegnere una lavatrice con un interruttore di questo tipo.

Un piccolo segreto da elettricista consiste nel collegare ai due morsetti interni dell’interruttore il filo di fase, che viene identificato col cacciavite cercafase: occorre però segnare sulla spina di collegamento alla presa, con un pennarello indelebile, lo spinotto corrispondente al filo di fase, e inserire sempre la spina negli stessi fori della presa.

Prima di incominciare si stacca la spina dalla presa.

Di seguito si svita la vite che chiude il guscio dell’interruttore, e quindi lo si apre.

All’interno si vedono due fili: un filo passa ininterrotto attraverso il guscio, mentre il secondo è sezionato, con i due capi avvitati ai morsetti dell’interruttore.

Si svitano i due morsetti e si estraggono i capi del filo sezionato. Si libera dal guscio anche il secondo filo, quello passante.

Si prende il nuovo interruttore, che sarà simile o uguale a quello da sostituire, lo si apre e si installa il filo passante così com’era montato nel guscio del precedente interruttore. Si collegano i due capi del filo sezionato ai morsetti, stringendo adeguatamente le viti di serraggio.

Si richiude il guscio: ora è possibile ricollegare la spina alla presa d’alimentazione.