Vai al contenuto
Gardenia Jasminoides
Gardenia Jasminoides

La Gardenia è una pianta che fa parte degli arbusti sempreverdi originari dell’Asia e dell’Africa Meridionale. Nel mondo ne esistono almeno 250 specie differenti, ma la più diffusa è la Gardenia Jasminoides ed appartiene alla famiglia delle Rubiaceae; i fiori sono di colore bianco e sono particolarmente apprezzati per lo straordinario profumo che emanano, mentre le foglie sono lucide e verdi. Ama particolarmente la vita all’aria aperta e in condizioni ottimali può raggiungere anche i 2 metri di altezza.

Tra le specie più coltivate ricordiamo anche la Gardenia Grandiflora. 

Come coltivare la Gardenia in terra

Come coltivare la Gardenia in terra
Come coltivare la Gardenia in terra

Trattandosi di una pianta tropicale non può essere adatta a tutte le zone, necessita di un clima fortemente umido e con inverni non troppo rigidi. In presenza di temperatura non ottimale, la Gardenia riesce a sopravvivere, ma non produrrà fiori. Essendo molto esigente, non tollera temperature inferiori ai 10°, per questo motivo, se vi trovate a vivere in zone molto fredde dovrete organizzarvi coltivandola in un vaso in modo da poterla tenere in casa durante l’inverno. L’alternativa sarebbe quella di tenerla riparata con dei teli di plastica.

Non amando i raggi diretti del sole né le forti correnti d’aria, necessiterà di una zona tranquilla a mezz’ombra, idealmente dietro staccionate o muretti.

Per quanto riguarda le innaffiature, dovranno essere regolari durante l’estate e accompagnate da una vaporizzazione diretta sulle foglie, mentre nei mesi invernali andranno diminuite, essendo il terreno già abbastanza umido. Si raccomanda di non toccare i fiori direttamente con le mani perché potrebbero appassire.

Come coltivare la Gardenia in vaso

Graziosi fiori di Gardenia in vaso di vetro
Graziosi fiori di Gardenia in vaso di vetro

Se si decide di coltivare la Gardenia in vaso sarà necessario ricreare un terriccio acido, quindi utilizzare:

In alternativa si può acquistare direttamente del terriccio pronto. Sul fondo del vaso andranno collocati dei cocci o della ghiaia e, cosa fondamentale, bisognerà versare del fertilizzante naturale almeno ogni 2 settimane.

Per garantire il giusto grado di umidità, le innaffiature devono essere regolari, ma non bisogna esagerare. I ristagni fanno male a tutte le piante, compresa la Gardenia.

Come per la pianta coltivata in giardino, è consigliato vaporizzare le foglie finché non compaiono i primi fiorellini. Scegliere un angolo dell’appartamento che sia luminoso ma non esposto a correnti d’aria o al calore, quindi evitare porte, finestre e termosifoni.

Come prendersi cura della Gardenia nel modo corretto

In foto esempio di Cocciniglia su foglia
In foto esempio di Cocciniglia su foglia

La Gardenia è una pianta che sin dalla fase della sua messa a dimora necessita di molte cure; addirittura il momento stesso del passaggio dal vivaio a casa può essere talmente delicato, che una differente umidità tra i due ambienti potrebbe causare la morte dei boccioli in breve tempo.

Come tutte le piante acidofile, un altro problema a cui va spesso incontro la Gardenia è la clorosi ferrica, ovvero, la scarsa disponibilità di ferro nella comune acqua potabile dovuta all’eccesso di calcare. Questo procura la presenza di foglie giallognole e malate.

Per risolvere, o ancora meglio prevenire il problema, si consiglia l’utilizzo di acqua demineralizzata o, in alternativa, si può raccogliere l’acqua del rubinetto in una bacinella e lasciarla riposare per un giorno oppure raccogliere l’acqua piovana e utilizzarla per i vasi in appartamento.

Bisogna prestare attenzione anche agli attacchi dei ragnetti rossi, afidi e cocciniglie che si possono facilmente eliminare ricorrendo ad antiparassitari naturali.

La fioritura della Gardenia

Fioritura di Gardenia
Fioritura di Gardenia

All’aperto solo in Italia meridionale, sulla Riviera e sulle coste miti dei laghi, altrimenti meglio la coltivazione in vaso; in questo caso, la rinvasatura (primaverile) non deve essere fatta tutti gli anni, ma solo quando le radici della pianta fuoriescono dal contenitore. La fioritura della Gardenia dipende prevalentemente dalla specie: nel caso della Jasminoides i fiori sbocciano durante l’estate; la specie Amoena fiorisce in autunno; la Thumbergiana fiorisce nei mesi invernali e la Grandiflora in primavera.

Al termine della fioritura inizia la fase di potatura che consiste nell’accorciare i rametti e tagliare gli apici vegetativi. I rami secchi e le foglie ingiallite devono essere sempre eliminati per far rinvigorire la pianta.

Come avviene la Potatura

Come avviene la potatura della Gardenia?
Come avviene la potatura della Gardenia?

Il terriccio, o terreno, va mantenuto fresco mediante annaffiature costanti, senza comunque causare ristagni. Necessita inoltre di un certo grado di umidità atmosferica quindi, nel caso fosse coltivata in vaso, ponetelo in una ciotola con ghiaia costantemente bagnata, evitando però all’acqua di raggiungerne la base. Non rinvasate mai in contenitori di diametro troppo grande.

La Potatura richiede diversi interventi:

  1. La cimatura (soppressione dei nuovi germogli vigorosi) stimola la pianta a espandere lateralmente la chioma
  2. La spollonatura (soppressione dei getti vigorosi che si dipartono dal colletto) stimola la fioritura; si effettua in inverno, come la sfemminellatura che ha lo scopo di eliminare i rametti deboli
  3. La potatura di ringiovanimento o riforma ha lo scopo di rinvigorire le piante vecchie; si elimina la vegetazione debole o troppo affollata e si accorciano di due terzi i rami mantenuti. La potatura di riforma si esegue in primavera, quando si cambia il terriccio; in questi casi è utile operare anche una potatura di rimonda dell’apparato radicale. In serra, per provocare la fioritura all’inizio dell’inverno, occorre sopprimere regolarmente le gemme che si sviluppano nel periodo estivo e all’inizio di quello autunnale.

Moltiplicazione e avversità

Per talea o per margotta. Nel primo caso, le parti andranno poste a radicare in marzo sottovetro, in terriccio acido e a una temperatura di 20-21 °C.

In caso di clorosi (ingiallimento delle foglie), intervenire somministrando chelati di ferro ed evitare annaffiature con acqua calcarea. Le cocciniglie possono insediarsi sulla pagina inferiore delle foglie; in tal caso si intervenga con prodotti specifici.

Il significato della Gardenia

Spesso la Gardenia viene scambiata in un rapporto di amicizia in quanto evoca il sentimento della sincerità e viene regalata per sottolineare la presenza di questa caratteristica da parte di chi la porta in dono.

In alcune zone del mondo questo fiore viene associato alla bellezza che sfiorisce con il passare del tempo. 

Grazioso fiore di Gardenia
Grazioso fiore di Gardenia

Nell’Ottocento addirittura i nobili avevano l’usanza di portarla all’occhiello, mentre le donne la appuntavano sui loro abiti durante le uscite serali a teatro.

Un’altra curiosità legata a questo bellissimo fiore riguarda gli aristocratici che, per mantenerlo fresco e vivido, inventarono una piccola pipetta di vetro che forniva ai petali la giusta umidità.

Oggi la Gardenia è grande protagonista di allestimenti floreali dei matrimoni e in quel caso simboleggia felicità e purezza.

Indice: Gardenia
Richiedi un Preventivo Gratuito

Correlato a: Gardenia

Zecche

Diciamo che è una bella giornata ed insieme al proprio amico a quattro zampe preferito

Pavimentazioni in Resina

Preventivi per resina Il pavimento in resina è sempre più apprezzato.  Si adatta molteplici tipologie

Asilidi

Vi è mai capitato di uscire ed entrare nel proprio orto e poi visto una

Olmo ciliato

L’Olmo Ciliato è un albero di terza grandezza, alto sino a 20 (35) m, spesso

Processionarie

Si tratta di due specie di lepidotteri molto pericolosi per il pino e la quercia:

Sanità e Ambiente

L’ospedale è una struttura complessa, in cui vengono svolte attività di genere molto diverso, che

eMail
Chiama