I GRILLI GERUSALEMME

Presto o tardi se ne vedrà uno, e porterà via il fiato. Il grillo Gerusalemme è un grosso e disgustoso insetto, ma è un amico oppure un nemico? Ha un aspetto molto sgradevole, potrebbe essere capace di divorare un intero giardino, si pensa. Ma calma – è una buona creatura da avere intorno.

UN INSETTO DISGUSTOSO CHE PULISCE VERAMENTE

Il grillo Gerusalemme appartiene alla sottocategoria di grilli Stenopelmatinae. Questo grillo inusuale si trova maggiormente sulla West Coast ed è anche conosciuto come il grillo della sabbia o delle pietre. Non possiede ali, è notturno, ed ha una lunghezza di circa 2 pollici, con una grossa testa e delle zampe robuste. Non assomigliano molto ai comuni grilli che conosciamo, e non possiedono l’abilità di produrre suoni, come i loro rumorosi cugini, i grilli che si trovano sopra gli alberi. I grilli Gerusalemme, ad ogni modo, possiedono un paio di potenti mascelle che possono infliggere un brutto morso se una persona ne maneggia uno.

Questi grossi grilli sono essenzialmente degli animali saprofagi che ripuliranno le vecchie piante ed il materiale di risulta intorno al proprio recinto mangiando ciò che è morto, e decomponendo la materia della pianta. Il danno ai giardini è minimo, se ce n’è, in quanto loro preferiscono le piante secche a quelle verdi. I grilli preferiscono il terreno non coltivato e le rocce di modo che si possono nascondere sotto nel corso della giornata. Essendo un animale notturno, questo grillo rimarrà nascosto se il terreno non è disturbato.

Il grillo Gerusalemme femmina ha delle abitudini di accoppiamento simili a quelle della vedova nera femmina. Dopo che il grillo femmina si accoppia con il maschio, lei o ucciderà, in seguito deporrà le proprie uova in un bozzolo che porterà in giro fino a quando non si schiudono.