L’utilizzo di macchine per le pulizie professionali deve essere seguito da una corretta manutenzione ordinaria presso le officine specializzate e autorizzate dalla casa costruttrice. Nel caso di guasti o anomalie di funzionamento è necessario seguire alcune norme tecniche studiate e create per una corretta riparazione della macchina. Vediamo di seguito nel dettaglio quali sono le operazioni da eseguire e le norme da seguire per riparare ogni tipologia di macchina per le pulizie.

Riparazione della macchina spazzatrice

La spazzatrice è una macchina molto efficiente in grado di spazzare qualsiasi tipo di superficie pavimentata attraverso l’impiego di spazzole rotanti abbinate a un sistema motorizzato di aspirazione. la riparazione di questa e di altre macchine per le pulizie deve essere effettuata attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul manuale d’uso in dotazione della macchina consegnato al momento dell’acquisto. Il motore di trazione o di aspirazione deve essere sostituito con altri originali, mentre per quanto riguarda gli accessori, come le spazzole è possibile acquistarne di nuove ma che siano in possesso delle stesse caratteristiche di quelle oggetto di sostituzione. Le misure dei condotti dell’aria non devono mai essere variate. inoltre è necessario controllare periodicamente i filtri in modo da verificare che non siano rimasti intasati con polvere e residui di sporco, in caso contrario devono essere sostituiti con ricambi originali consigliati dal costruttore. Durante le operazioni di rimontaggio dei pezzi è consigliabile verificare il serraggio delle viti con una chiave dinamometrica.

Riparazione della macchina lavasciuga per pavimenti

Questa macchina consente il lavaggio e la rapida asciugatura di tutti i pavimenti, anche quelli tessili e delicati come la moquette. Anche n questo caso, come già visto per la spazzatrice, nel caso di sostituzione del motore di trazione o quello di aspirazione deve essere effettuata utilizzando solo ricambi originali come previsto dal manuale delle istruzioni. per quanto riguarda l’usura del tergitore è necessario controllare periodicamente lo stato della parte in gomma. In caso di sostituzione è consigliabile verificarne l’allineamento col pavimento una volta montata quella nuova, per un corretto funzionamento della macchina lavasciuga per pavimenti. Per cambiare la gomma bisogna rimontare il tergitore verificando il fissaggio al telaio della macchina. La sostituzione di filtri e spazzole deve avvenire anche in questo caso presso centri autorizzati con conseguente collaudo per verificarne la correttezza. Si consiglia infine di non variare mai le dimensioni del tergitore e di non modificare in nessun caso il sistema di filtraggio della lavasciuga.

Riparazione della macchina monospazzola

Quando si ripara questa macchina è necessario quasi sempre sostituire i dispositivi di protezione EMC con pezzi che abbiano gli stessi dati nominali e caratteristiche simili. In concomitanza con la sostituzione di questi dispositivi è bene controllare le guarnizioni di tenuta e i dispositivi di fissaggio con l’impiego esclusivo di ricambi originali. Durante l’operazione di sostituzione dei dischi abrasivi in caso di usura, è raccomandabile non modificare mai il sistema di trazione perché potrebbe compromettere il corretto funzionamento di questa macchina per le pulizie elettrica.

Riparazione dell’aspirapolvere/ aspiraliquidi

Oltre alla raccomandazione di sostituire il motore di aspirazione con un altro motore originale, controllare i dispositivi di sicurezza, sostituire le spazzole in caso di eccessiva usura con altrettante originali. Attenzione ad impiegare spazzole con diversa durezza perché potrebbero causare un pericoloso surriscaldamento della macchina danneggiandola irreparabilmente. Verificare sempre lo stato di guarnizioni, cavi elettrici e sistemi di fissaggio prima di procedere con le operazioni di riparazione. Nel caso dell’aspirapolvere o liquidi è necessario verificare lo stato di efficienza del galleggiante.

Riparazione del battitappeto e della macchina idropulitrice

Oltre al rispetto di tutte le norme riguardanti la riparazione che sono, in linea di massima, standard per tutte le tipologie di macchine per le pulizie sopra descritte, è necessario provvedere al controllo della spia luminosa di segnalazione filtro saturo e sostituirla con un’altra originale, senza alterare le dimensioni dei condotti dell’aria o delle griglie di ventilazione del motore. Per una corretta manutenzione della macchina idropulitrice è suggeribile controllare la pompa ad alta pressione, verificando lo stato delle sue connessioni. Le parti usurate vanno sostituite con ricambi originali e bisogna fare molta attenzione al livello del lubrificante, che va cambiato ogni 750 or, mentre 550 ore per le guarnizioni di tenuta e per le valvole di aspirazione/mandata. Per la caldaia dell’idropulitrice bisogna verificare l’efficienza degli elettrodi di accensione del bruciatore ed eliminare i residui di calcare dalla serpentina con apposito acido consigliato dalla fabbrica. La lancia e l’ugello vanno sostituito ogni 250 ore o quando si verifichino delle anomale perdite di acqua dalla pistola. Gli attacchi rapidi vanno sostituiti con l’impiego dell’apposito kit di revisione. Il filtro dell’acqua invece, prima di sostituirlo, può essere semplicemente pulito dai residui di sporco sotto acqua corrente, avendo cura di rimontarlo secondo le istruzioni riportate sul manuale d’uso della macchina.

Indicazioni generali per la riparazione delle macchine per le pulizie

Nel montaggio dei pezzi di ricambio è necessario utilizzare attrezzi idonei, evitando di modificare le caratteristiche di assemblaggio, fissaggio e chiusura dei componenti delle macchine. Al termine di ogni riparazione è consigliabile collaudare sempre la macchina prima di riconsegnarla al cliente. Suggeriamo inoltre di conservare la documentazione della riparazione e il certificato di collaudo per almeno dieci anni.