Vermi del pomodoro

Non si può aspettare il primo pomodoro della stagione, ed ogni giorno si deve controllare il proprio eccezionale pomodoro rampicante, nell’attesa che il frutto si maturi. Durante la visita di un giorno nel proprio giardino si rimane scioccati nella scoprire che una parte delle foglie sta cadendo. Cosa potrebbe avere provocato tutto ciò? Un’occhiata più da vicino mostra degli escrementi neri sopra alcune delle foglie e per terra. Sorpresa – si ha un verme del pomodoro nascosto.

PRENDERE IL VERME PER LE CORNA

I vermi del pomodoro sono dotati di un’eccellente dote di mimetizzazione, cosa che li rende molto difficili da vedere ad un’occhiata superficiale. Basta rimanere immobili in un’area dove sono stati visti degli escrementi, e molto presto si vedrà un bruco immobile che pende sopra un gambo. Questi grossi bruchi possono essere controllati abbastanza bene selezionandoli accuratamente.

Un’infestazione più grande potrebbe richiedere un trattamento aggiuntivo. Un batterio disponibile in commercio (il Bacillus thuringiensis) è molto efficace contro questo tipo di vermi ed altri generi di bruchi, come i bruchi dei cavoli di geometride. Nel momento in cui vengono spruzzati sopra le piante, il batterio invade i bruchi uccidendoli. Funziona bene contro i bruchi piccoli, cosicché alcuni dei vermi più grossi non sono uccisi rapidamente ed avranno ulteriormente bisogno di essere raccolti con le mani.

Il verme con le corna trascorre l’inverno in uno stadio di pupa, sottoterra. Rivoltando il terreno dopo avere sradicato le piante aiuta a portare alla superficie queste grosse larve di colore marrone, dove possono essere scartate o lasciate essere cibo per gli uccelli.

Vedi anche  Chiocciole e lumache

Questi vermi hanno alcuni predatori naturali, come le vespe Trichogramma e Bracondiae. Per controllare se qualcuno di questi predatori naturali è presente nel proprio orto, esaminare le parti posteriori di questi vermi per vedere se qualche bozzolo è attaccato ed assomiglia a riso gonfio. Molto presto i bozzoli si apriranno spaccandosi per mostrare una piccola vespa che andrà alla ricerca di altri vermi che depositano le proprie uova. Quando queste uova si schiudono, le larve di vespa si nutriranno dei bruchi di questi vermi.

LA VITA DI UNA SFINGIDE

Il verme con le corna che fa paura è in realtà la forma non ancora matura della bella sfingide (Manduca quinquemaculata). Questa falena generalmente notturna è abbastanza grande, con una specie che ha un’apertura alare di 5 pollici o più. Hanno delle lunghe, e scure ali frontali, con un corpo pesante che si assottiglia ad entrambe le estremità. Le sfingidi sono state paragonate al colibrì e sono state anche chiamate le “falene colibrì” in alcune zone, perché il loro sistema di nutrimento assomiglia a quello di questi uccelli. Le sfingidi hanno una lunga proboscide, o tubo, che si estende dalla loro bocca, che è usato per succhiare il nettare dai fiori.

Le sfingidi depositano le loro uova di colore verde chiaro sopra le piante di pomodoro, di patata, e di tabacco. Presto le uova si schiudono rivelando dei vermi con le corna, la forma larvale. Fin qui non sappia mo se la struttura a forma di corna da cui questo tipo di verme prende il nome ha qualche scopo reale, tranne probabilmente quello di spaventare facendoli scappare i potenziali predatori. I vermi con le corna, le quali hanno anche un metodo di mimetizzazione tigrato, possono crescere fino ad una lunghezza di 4 pollici, cosicché non impiega molto tempo a distruggere completamente una pianta di pomodoro!

Vedi anche  GLI ANIMALI DOMESTICI DEL VICINO DI CASA