Grilli

Il grillo nella propria casa potrebbe felicemente frinire alla ricerca di un compagno, ma non fa piacere udire questo suono nel bel mezzo della notte. Si esce dal letto e ci si dirige verso la fonte del disturbo, ma non appena ci si avvicina abbastanza da capire da dove proviene, smette, solo per ricominciare quando si ritorna a letto. Dopo alcune notti si è quasi pronti per chiamare il sanatorio.

UNA SOLUZIONE APPICCICOSA

Per catturare i grilli che friniscono a mezzanotte all’interno della propria casa, si avrà bisogno di uno spesso nastro adesivo usato per riparare i tubi ed alcuni pezzi di cibo secco per cani (o gatti). Tirare un pezzo di nastro di circa due o tre piedi di lunghezza e mettere il lato appiccicoso rivolto verso l’alto sul pavimento, lungo il battiscopa dove si sente questo suono. Adesso disporre alcuni pezzi di cibo per cani sul nastro ad una distanza di circa otto pollici. I grilli amano il cibo per cani e quando camminano sul nastro per prendere le bontà, loro dovrebbero rimanere bloccati sul nastro.

Molte persone pensano che i grilli portano fortuna, così se non si vuole far del male ai grilli, si possono gentilmente staccare per poi depositarli all’esterno dove il loro frinire non può disturbar nessuno.

INSETTI MUSICISTI

I grilli maschi ed i loro cugini, le grosse cavallette americane di colore verde, friniscono per attirare un compagno e difendere i loro territori. Loro producono questo suono strofinando una struttura chiamata lima, posta sulle loro zampe, con un’altra struttura sulle loro ali, chiamata raschietto. Nelle notti calde questo suono dei maschi alla ricerca di una compagna può andare avanti anche per alcune ore. Ciascuna specie di grillo emette un suono diverso, tramite il quale un buon ascoltatore può distinguere una specie di grillo da un’altra.

La famiglia a cui appartengono i grilli (Gryllidae) può essere trovata da un capo all’altro degli Stati Uniti. I grilli assomigliano a piccole cavallette, ma c’è una grossa differenza nelle dimensioni e nelle forme che assumono. I grilli che amano le formiche hanno una lunghezza di soli 3 o 5 millimetri e solitamente si trovano a vivere nei formicai, laddove il campo dei grilli hanno una lunghezza vicina ad un pollice.

I grilli possono provocare dei danni a molti campi coltivati ed in alcune aree hanno infestato un grosso numero di campi. I grilli che si trovano sopra gli alberi possono anche provocare qualche serio danno ai rami di piccoli alberi praticando una anellazione del ramo con il loro strato di uova. Molti grilli sopravvivono all’inverno come uova, che sono solitamente deposte dentro la terra o in mezzo alla vegetazione.

QUANTO FA CALDO?

Calcolare la temperatura usando i grilli come termometri, è un’arte praticata per molto tempo dai naturalisti e dagli abitanti dei boschi. Sperimentare con i grilli nei paraggi. I grilli presenti sugli alberi oppure i grilli ingabbiati fuori del terreno danno i migliori risultati perché il terreno è più caldo dell’aria, ed i grilli per terra friniranno a seconda della temperatura che loro sentono e presente per terra, invece della temperatura in aria e che l’uomo sente.

Due formule per capire quale è la temperatura in gradi Fahrenheit, sono:

  • Contare il numero di stridii uditi in quindici secondi ed aggiungere trentasette (alcuni esperti dicono di aggiungere quaranta) al numero dei quindici secondi. Provare con entrambe le soluzioni per vedere quale delle due è giusta nella propria zona.
  • Contare il numero di stridii uditi in sessanta secondi e sottrarre cinquanta. Dividere qual numero per quattro, ad allora aggiungere cinquanta.