Imperata

‘Rubra’

ImperataTra tutte le graminacee ornamentali, l’imperata è una delle più appariscenti: il suo colore, un vivido rosso sangue, è raro nelle piante da foglia, il che rende questa erba perenne del tutto speciale e assolutamente meritevole di quel tanto di attenzione in più che serve perché possa svilupparsi al meglio. Innanzi tutto, per prosperare, ha bisogno di lunghe estati calde; esige anche un terreno fresco ma ben drenato, arricchito con abbondante materiale organico.

Inoltre, le piante giovani richiedono protezione dal gelo nei periodi invernali più freddi. Nei terreni poco profondi e aridi Imperata cylindrica ‘Rubra’ sopravvive appena, ma la si può sempre coltivare in vaso, creando così un elemento decorativo davvero interessante. Altrettanto bella risulta collocata in primo piano in un’aiuola o lungo una bordura, dove si svilupperà lentamente formando cespi ariosi di foglie che sono la sua principale attrattiva anche se a volte, al termine di una lunga estate calda, riesce a produrre spighe di fiorellini bianchi.

POSIZIONE

ImperataDeve essere calda, in pieno sole o in ombra leggerissima. Dove il clima invernale è rigido, coltivate l’imperata al riparo di un muro rivolto a sud o a ovest (tenete la pianta distante almeno 45 cm dalla base del muro) oppure in vaso, dove sarà più facile proteggerla dal freddo.

PIANTAGIONE

In primavera o in autunno, incorporate al terreno letame ben maturo, terriccio di foglie o corteccia compostata, in un’area ampia tre-quattro volte la larghezza della zolla e profonda circa 15 cm. Prima di piantare, compattate leggermente. Lasciate tra una pianta e l’altra 30 cm di distanza. Innaffiate bene e, per mantenere l’umidità, ricoprite con uno strato di pacciamatura dello spessore di circa 5 cm.

CONCIMAZIONE

In primavera pacciamate la base dei cespi con materiale organico ben maturo. Se coltivata in vaso, in estate somministrate ogni settimana con le innaffiature un po’ di concime liquido.

IL PRIMO ANNO

ImperataMantenete il terreno umido e diserbate.

ASSOCIAZIONI CONSIGLIATE

L’imperata si staglia bene contro qualsiasi fogliame verde pallido. Se volete comporre uno schema nei ioni del rosso, abbinatela a Dahlia ‘Bishop of Ilandaff’ (fiori rossi e foglie color porpora) e a Lobelia cardinalzs (fiori scarlatti).

CONSIGLI

Per valorizzare la vostra imperato, studiate con molta cura la posizione del giardino in cui questa pianta risalterà al massimo.

Tenete presente per esempio che il suo fogliame rosso vivo è bellissimo quando viene illuminato dagli ultimi raggi del sole al tramonto; piantando l’imperato in un’aiuola o in un vaso osservabile in controluce sul finire del giorno, in inverno si accenderà di colore e nelle altre stagioni sarà comunque una protagonista di primo piano del giardino.