In questi ultimi anni i temi di natura ecologica e sostenibile sono diventati finalmente argomento comune e conosciuto da tutti, al punto da trovare posto persino nelle pubblicità di industrie e ditte internazionali, che sino a poco tempo prima non avrebbero neanche accennato all’argomento.

Questo fatto è importante perché significa che i temi ecologici hanno fatto breccia nella sensibilità della maggioranza, ma al tempo stesso ha qualche svantaggio, perché essendo diventato di moda è usato solo per vendere, senza alcun collegamento reale ai temi dell’emergenza ambientale.

In realtà la questione riguarda le persone in maniera molto più profonda di quanto si creda. Pensiamo alla nostra casa: la nostra abitazione è quasi sempre mal costruita, poco sana e ci costa tantissimo in termini energetici per poterci vivere in condizioni apprezzabili. Al momento dell’acquisto ci si limita a chiedere un tetto, quattro mura, tre stanze e un bagno; si pone attenzione ai colori del bagno, alla cucina e a come arredare il soggiorno. Il problema sarà dopo: vivendoci ci renderemo conto di tutte le storture che non potevamo immaginare. Ad esempio, che dovremo tenere accesa la luce in una stanza tutto il giorno perché l’orientamento non consente di avere luce solare; oppure dovremo avere il condizionatore costantemente in funzione d’estate per non avere 40 gradi all’interno, e allo stesso modo la stufa accesa al massimo in inverno per non morire di freddo… Si sa ben poco di quelli che sono i mezzi e le tecniche che permetterebbero di migliorarla, renderla più piacevole da abitare e meno dispendiosa da mantenere.

Ma il problema fondamentale è questo: non sono solo coloro che comprano una casa a non avere idea di come renderla migliore, sostenibile ed economica nella gestione, ma anche gli esperti del settore, a partire da imprenditori e tecnici, non hanno ancora capito bene le conseguenze della loro ignoranza.

Su Internet si trova oramai molto a proposito di Bioarchitettura, bioedilizia, architettura sostenibile e quant’altro, perlopiù destinati ad addetti ai lavori o ad appassionati già a conoscenza delle nozioni base. Quello che noi ci proponiamo di fare non è quindi un ennesimo sito dedicato alla bioarchitettura, ma qualcosa di diverso. Noi vogliamo creare un canale aperto a tutti coloro che non solo vogliono sapere qualcosa di più, ma che hanno intenzione di migliorare la propria casa, e non sanno come iniziare a farlo. Noi ci proponiamo di fornire a queste persone una consulenza sui problemi della loro casa, e di fornire gratuitamente questa consulenza.

La ragione di questa nostra proposta è che siamo fortemente convinti che l’attenzione a temi ambientali sia di fondamentale importanza per migliorare la qualità della vita sia di chi abita in una casa, insieme ai propri figli e cari, sia per il pianeta intero; allo stesso tempo queste tematiche siano ancora troppo oscure e fumose per la maggior parte delle persone. Noi vorremmo quindi sensibilizzare quanta più gente possibile, e per farlo abbiamo deciso di partire con questo sito. Inoltre pensiamo che è ora che il mercato dell’edilizia sia sempre più orientato verso un costruire e ristrutturare sostenibile, e che la spinta maggiore viene sempre dal cliente. Ecco, il nostro Gruppo pensa che se si riesce a dare il proprio contributo a modificare, anche solo parzialmente, la mentalità comune riguardo alla propria casa, tutti saranno più contenti e soddisfatti. Ma perché questa cambi occorre che ci sia maggiore consapevolezza e informazione. Basta poco perché possiamo apprezzare la nostra casa per il suo risparmio e per la sua vivibilità.

IL GRUPPO TELLUS