CICADELLE

Insetto emittero, molto simile alle cimici e affine agli afidi, di colore verde chiaro con una lunghezza di 2/4 mm, possiede un apparato pungente succhiante, con il quale si nutrono della linfa delle piante. Sono in grado di compiere brevi voli e spiccare dei salti improvvisi se vengono disturbati. Le piante che attaccano sono numerose, sia in serra che esterne e i danni diretti che causano non sono mai gravi, le loro punture provocano delle macchie sulla pagina inferiore delle foglie, mentre causano gravi danni le virosi che le cicadelle trasmettono come ad esempio laflavescenza dorata della vite e il bud blast del rododendro che colpisce anche le azalee.

Cicadella del rododendro: e delle azalee, è il parassita più rovinoso per queste due piante ornamentali, in quanto le uova vengono deposte nelle gemme rendendole facilmente vulnerabili alle infezioni fungine. Le uova si schiudono da marzo ad aprile e agazioni di nicotina allo stadio di adulti in agosto-settembre, si riconoscono dal colore blu scuro e due strisce color rosso vivo del corpo. È in questo periodo che i trattamenti con il malathion ripetuti per almeno 2/3 volte possono ridurne considerevolmente il numero di adulti e la diffusione di virosi.

Cicadella dei rosai: si tratta di un piccolo insetto di colore giallo che attacca le foglie delle piante di rose e anche si trovano numerose sulle foglie dei pioppi. I danni sono soprattutto sulle foglie da cui succhiano la linfa e se l’aggressione è grave le foglie prima ingialliscono e poi cadono. Anche in questo caso si effettuano trattamenti chimici a base di malathion.

Cicadelle delle serre:  anche questo insetto presenta un corpo di colore giallastro, si insinua sulle foglie che presentano macchie decolorate sulla pagina superiore e sulla parte inferiore un rimanente delle forme giovanili dell’insetto. In questo caso bastano dei trattamenti a base di solfato di nicotina liquido o fumigazioni di nicotina.

Cicadelle dei prati: è più comunemente conosciuta col nome “sputo di cuculo” per le caratteristiche emissioni di schiuma simili alla saliva che lascia al suo passaggio sulle piante.