Galerucella

Insetto coleottero della famiglia dei crisomelidi,  la più comune e conosciuta è la galerucella dell’olmo il cui corpo è lungo circa 6-8mm, di colore giallo-verde ricoperto di peli, il capo è giallo con un triangolo nero, antenne nere e elitre con una striscia ai lati larga e nera. Le larve raggiungono i 9mm di lunghezza, sono di colore verde oliva, con quattro strisce gialle sul dorso.

La galerucella adulta trascorre l’inverno nelle cavità della corteccia o nel terreno vicino alle piante, lo sfarfallamento avviene a metà aprile, in questo periodo raggiungono le foglie di cui iniziano a nutrirsi, la loro presenza si riconosce infatti dalle foglie tutte bucherellate. Le femmine depongono le uova nella parte inferiore delle foglie a gruppi di 20-30 uova; la deposizione ha una durata di circa un mese, dopo poco tempo le uova si schiudono e le larve iniziano a divorare le foglie lasciandole scheletrite e con la sola epidermide della parte superiore. Quando le larve sono pronte per l’impupamento, dopo 15-20gg si spostano nel terreno o nelle cavità del tronco e della corteccia, o anche dentro i fiori.

Per tutto il mese di giugno e inizi di luglio avviene lo sfarfallamento degli adulti di prima generazione che daranno luogo alla seconda generazione il cui sfarfallamento si verifica a fine agosto. Dopo un breve periodo di attività trofica, verso la metà di settembre si spostano nelle cavità o nel terreno per trascorrervi l’inverno.

I danni provocati dalla galerucella sono da attribuirsi principalmente al lungo periodo di attività trofica, soprattutto delle larve che si sviluppano in due periodi di deposizione delle uova e con la conseguente sovrapposizione di due generazioni da aprile a settembre ( 6 mesi circa ), in questo periodo le larve che sono le principali responsabili sono in grado di defogliare completamente un albero.

Strumenti di lotta: i rimedi colturali consistono in trappole per le larve incollate su cartoncini ondulati dove si vanno ad annidare e possono essere catturate ed eliminate. Altro metodo colturale consiste nello scuotere i rami degli alberi infestati così da far cadere le galerucelle adulte.

I rimedi chimici contro le larve di galerucella consistono nell’utilizzo di Bacillus thuringienis , per le galerucelle adulte sono più efficaci prodotti a base di piretroidi.