LE LUCERTOLE

Molte persone trovano le lucertole tanto ripugnanti quanto i serpenti. Ma le lucertole, proprio come i serpenti, sono dei grandi predatori. Nessuna dignitosa lucertola potrebbe lasciarsi sfuggire un gustoso piatto di insetti. Così prima di scacciare quella lucertola dal proprio giardino, incoraggiamola a fare una passeggiata alla ricerca di un gustoso pasto.

I BENEFICI RAPPRESENTATI DALL’AVERE UNA LUCERTOLA IN GIRO

Molte lucertole sono animali diurni, il che vuol dire che sono sveglie di giorno e dormono di notte. La maggior parte dei nostri temuti animali nocivi sono anch’essi diurni, così basta provare i seguenti trucchi per incoraggiare quella lucertola che abbiamo visto gironzolare nel proprio giardino alla ricerca di un pasto, quando gli insetti nocivi sono molto attivi.

Dei piccoli vasi di terracotta capovolti, o una vecchia scatola di legno posti in un angolo del proprio orto, possono essere un buon nascondiglio per una lucertola. Ad ogni modo, molte lucertole preferiscono vivere in mezzo all’erba, e degli orti ben curati secondo loro non rappresentano un buon rifugio. Una macchia “selvaggia” di erbe o fiori potrebbe, al contrario, rappresentare un ottimo rifugio. Le lucertole usano anche delle aree isolate per aspettare la loro preda. Le pareti rocciose sono un luogo adatto. Esse provvedono alla copertura ed un posto caldo per crogiolarsi.

Se si è abbastanza fortunati da avere una lucertola alligatore nel proprio orto, molto probabilmente non si hanno neanche le vedove nere. Le lucertole alligatore si arrampicheranno lungo i cespugli e gli arbusti, oppure andranno a caccia di qualche deliziosa preda nei garage e nei seminterrati scuri. In assenza della vedova nera, questa lucertola è anche conosciuta per nutrirsi di quasi qualsiasi piccolo animale che riesce a cacciare e deglutire.

LE VITE DELLE LUCERTOLE

Le lucertole appartengono al più grosso gruppo vivente dei rettili e risalgono al periodo triassico. Ci sono 115 tipi diversi di lucertole nel nord America e 3000 in tutto il mondo.

Le lucertole possono essere trovate in molte tonalità, colore, e dimensione. Alcune lucertole non sembrano neanche tali, ma invece sembrano dei serpenti. L’unico modo per distinguere una lucertola senza zampe da un serpente, è quello di osservare i suoi occhi. Le lucertole senza zampe hanno delle palpebre mobili, mentre al contrario i serpenti non ne hanno.

Molte persone confondono le lucertole dalle salamandre. Le salamandre sono anfibi ed hanno una pelle umida, niente squame, niente artigli, e trascorrono una parte delle loro vite (lo stadio di uovo) dentro l’acqua. Le lucertole, dell’altro tipo, sono squamate ed hanno artigli, e depongono le uova per terra. Le salamandre, come le lucertole, sono animali carnivori che è buono avere intorno.

Come probabilmente già notato, le lucertole variano moltissimo nelle dimensioni. La lucertola più piccola è un geco che ha una lunghezza inferiore ai 3 piedi quando cresciute, e la più larga è il varano di Comodo, proveniente da una piccola isola dell’Indonesia, che può raggiungere una lunghezza di 10 piedi e pesare oltre 300 pound.

Non tutte le lucertole mangiano esclusivamente carne. Molte lucertole mangiano anche piante, ma il danno provocato dalle lucertole è di solito minimo, se ciò accade.

Quando comincia a fare freddo, le lucertole non si aggregano dentro le tane, come al contrario fanno molti serpenti. Invece di solito vanno in letargo da sole dentro fessure e crepacci. In primavera si vedranno di nuovo le lucertole distese a prendere il sole sopra rocce e staccionate.

Ci sono solo due lucertole che sono velenose – l’eloderma degli Stati Uniti sud-occidentali e la lucertola imperlata del Messico. Loro non hanno denti veleniferi, come i serpenti, ma invece hanno dei solchi nei loro denti posteriori. Quando la lucertola velenosa colpisce, restano aggrappate fino a quando il veleno scorre giù lungo i solchi nei loro denti e dentro la ferita. Si muovono molto lentamente e di solito non costituiscono un pericolo per l’uomo.